1016 Industries presenta un kit widebody per la McLaren 720S completamente stampato in 3D.

1016 Industries testa la McLaren 720S con parti stampate in 3D
Producendo componenti per auto particolarmente unici e complessi progettati per essere prodotti rapidamente a una frazione del costo rispetto alle parti prodotte tradizionalmente. I primi utenti hanno utilizzato la tecnologia principalmente per la prototipazione rapida, ma recentemente i produttori hanno creato pezzi su misura stampati in 3D per concept car e veicoli di lusso. 1016 Industries , una società con sede a Miami che produce parti stampate in 3D specializzate per massimizzare le prestazioni dei veicoli più veloci al mondo, ha completato con successo i test iniziali delle prestazioni per una McLaren 720S con un body kit di parti stampate in 3D.

1016 Industries è nota per la creazione di alcuni dei design in fibra di carbonio più avanzati al mondo che migliorano l’estetica e le prestazioni di automobili esotiche. Gli ingegneri del team affermano di “estrarre il DNA di un’auto” per modificarla e sostituirla per migliorarne la marcia, il funzionamento e il comportamento. L’azienda cerca di essere la prima nel settore automobilistico a integrare perfettamente le tecnologie di stampa 3D nei processi di produzione in scala. Ora, ha completato con successo la sua prima fase di test delle prestazioni per una delle supercar McLaren, completamente sintonizzata con parti stampate in 3D.

La creazione di componenti per auto sportive di lusso con tecnologia avanzata è al centro dell’attività. Da come un’auto suona, guarda e si comporta, soprattutto, la forza, la funzione, la forma e la qualità delle parti progettate sono ciò che rende l’azienda così unica. 1016 Industries rinnova le supercar da più di cinque anni, con oltre 150.000 tuning box venduti in tutto il mondo in oltre 50 paesi. Il controllo di qualità del processo di produzione e il miglioramento continuo hanno portato gli ingegneri dell’azienda a mettere a punto parti per i veicoli ad alte prestazioni Lamborghini, così come quelli di Ferrari, Audi e Porsche.

Secondo un rapporto di Grand View Research, l’ aftermarket automobilistico è stato valutato a $ 378,4 miliardi e dovrebbe crescere nel prossimo decennio . Mentre la maggior parte dei proprietari di auto si occupa solo di pochi aggiornamenti, molti di più investono in interi kit per il corpo , principalmente guidati dalla ricerca di migliorare le prestazioni del veicolo. 1016 Industries ha perseguito questo mercato, suggerendo di aver deciso di rivoluzionare il design automobilistico esplorando come rendere più efficiente una serie di parti automobilistiche di livello mondiale.

Con la sua ultima indulgenza nell’esclusivo prototipo 720S della McLaren, la società utilizza appieno la stampa 3D all’avanguardia per comprendere i limiti di ciò che la tecnologia può ottenere. Nata e cresciuta in pista, McLaren utilizza la tecnologia e l’esperienza da corsa per creare le auto dalle prestazioni più avanzate al mondo. La casa automobilistica britannica con sede presso il McLaren Technology Center di Woking, nel Surrey, è la forza immaginativa ricorrente dietro alcune delle auto più uniche al mondo. Come una delle sue ultime aggiunte, la 720S è tra le migliori auto ad alte prestazioni del settore. Il suo motore V-8 biturbo ferocemente veloce e follemente potente è sempre pronto a dare di più, creando un’esperienza di guida dinamica. Aggiungendo alla sua eccellenza ingegneristica, le parti prodotte in modo additivo potrebbero rendere il 720S ancora più innovativo di quanto non sia già.

Per il progetto prototipo 3D McLaren, 1016 Industries ha utilizzato CAD e Computational Fluid Dynamics (CFD) per convalidare tutti i criteri di progettazione, prima di portare l’auto 720S con le parti stampate in 3D sul campo per i test situazionali condotti a Detroit. Secondo Autoweek , la società ha collaborato con Abushi Automotive per creare le parti per la McLaren a trazione posteriore da 710 CV del fondatore e CEO dell’azienda Peter Northrop. Dalla stampa 3D del paraurti anteriore ai parafanghi, al cofano, alle lame delle portiere esterne, alla gonna inferiore della portiera e a molte altre parti, l’azienda è diventata molto accogliente con il processo di stampa 3D, che ha permesso loro di produrre più velocemente, in modo più efficiente e con una migliore qualità rispetto ad altre tecniche di produzione tradizionali.

L’obiettivo principale del recente test di guida era vedere quanto fossero durevoli le parti 720S stampate in 3D di 1016 Industries. Ancora più importante, 1016 Industries sta iniziando a ricercare la fattibilità a lungo termine delle parti stampate in 3D dell’azienda integrate in un veicolo esotico ad alte prestazioni come la McLaren 720S. Secondo l’azienda, i dati della fase di test introduttivo sono incoraggianti.

“In questa corsa di prova iniziale, 1016 Industries ha sottoposto l’auto a diversi scenari di guida ad alte prestazioni in condizioni generali, oltre a rapide accelerazioni e decelerazioni per scoprire quanto potevano sopportare le nostre parti stampate in 3D di 1016 Industries”, ha spiegato Northrop. “I nostri progetti 720S stampati in 3D non hanno prodotto fratture o crepe gravi durante i test sul campo. In questa corsa iniziale, siamo stati in grado di portare l’auto fino a 80 miglia all’ora. Nessuna delle parti stampate in 3D di 1016 Industries si è guastata o è stata compromessa. Tutto ha funzionato incredibilmente bene. “

Northrop ha anche rivelato che, anche se in teoria la tecnologia di stampa 3D sembra qualcosa che potrebbe essere facilmente applicata all’industria automobilistica, gli ingegneri ei designer dell’azienda si sono presto resi conto che la realtà della tecnologia additiva è molto più complessa di quanto sembri. Inoltre, ottenere una parte stampata in 3D correttamente la prima volta non è stato così facile. Incorporare la stampa 3D nei processi di produzione è stata una curva di apprendimento ripida per il dirigente e il suo team, ma ora sono incoraggiati dalle prestazioni del prototipo 720S. Sebbene il materiale non abbia ancora dimostrato che sarebbe adatto per un prototipo a lungo termine, i test hanno dimostrato che un’auto può utilizzare parti stampate in 3D ed essere guidabile. Ora, 1016 Industries lavorerà per scoprire fino a che punto ciò sia possibile.

Il primo kit Vision Widebody stampato in 3D a corpo intero di 1016 Industries per la McLaren 720S è in fase di completamento e includerà una sostituzione completa del pannello della carrozzeria (110 mm più largo, costruzione interamente in carbonio e CFD ottimizzato). Dovrebbe debuttare all’inizio del 2021, l’azienda limiterà la produzione a soli 30 kit disponibili per l’acquisto in tutto il mondo. Inoltre, l’azienda prevede di fornire stampi per utensili stampati direttamente per la McLaren 720S e anche per altre supercar nel prossimo futuro, mirando alla produzione di prodotti direttamente come parti stampate in 3D.

Be the first to comment on "1016 Industries presenta un kit widebody per la McLaren 720S completamente stampato in 3D."

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi