3D Systems presenta i nuovi sistemi di stampa 3D SLS e in metallo a Formnext 

3D Systems ha fatto diverse aggiunte alla sua linea di prodotti per la produzione additiva a Francoforte questa settimana con il lancio di quattro nuove macchine e una serie di annunci di supporto.

Il leader della stampa 3D ha presentato il suo ultimo sistema di sinterizzazione laser selettiva, SLS 380, a Formnext come parte di un flusso di lavoro di “nuova generazione” che comprende il software 3D Sprint, i materiali DuraForm e la tecnologia di post-elaborazione del partner AMT. Prevista per la disponibilità generale nel primo trimestre del 2022, si dice che la macchina fornisca “alti livelli di ripetibilità, produttività migliorata e costi operativi ridotti per una produzione digitale più efficace ed efficiente”. L’SLS 380 utilizza un algoritmo personalizzato che gestisce otto riscaldatori calibrati separatamente e una telecamera IR integrata ad alta risoluzione che acquisisce oltre 100.000 campioni di dati termici al secondo per gestire l’uniformità termica all’interno della camera di costruzione. Inoltre, l’azienda ha introdotto il nuovo sistema MQC 600 (Material Quality Control), che garantisce un rapporto ottimale tra materiale fresco e materiale riciclato e può fornire materiale a un massimo di quattro stampanti contemporaneamente.

Come parte della sua collaborazione con lo specialista di post-elaborazione AMT, 3D Systems rivenderà la linea di prodotti di AMT, incluso il suo sistema di post-elaborazione PostPro SLS per fornire depolverizzazione completamente automatizzata e levigatura del vapore chimico. 

Per quanto riguarda i metalli, DMP Flex 350 Dual e DMP Factory 350 Dual sono nuovi per lo stand e sono dotati delle stesse funzionalità presenti nelle attuali piattaforme di stampa diretta su metallo di 3D Systems, comprese le modalità di sostituzione rapida e il riciclaggio della polvere integrato, ma beneficiano di due configurazioni laser per ridurre i tempi di costruzione fino al 50%. 3D Systems si aspetta che le macchine siano apprezzate dagli utenti nei settori medico, aerospaziale, delle turbomacchine , dei semiconduttori e automobilistico.

 
Sistemi 3D SLS 380
L’azienda ha inoltre introdotto una terza piattaforma metallica, questa volta rivolta al settore dentale. Il DMP Flex 200 è dotato di una sorgente laser da 500 W, un volume di costruzione di 140 x 140 x 115 mm e un meccanismo di bloccaggio della piastra di costruzione e si dice che sia adatto ad applicazioni tra cui protesi parziali rimovibili (RPD) il giorno successivo, corone , ponti e barre implantari. Tutte e quattro le macchine metalliche dovrebbero essere rese disponibili nel primo trimestre del prossimo anno.

Supportando i suoi annunci hardware, 3D Systems ha anche ampliato le capacità del suo software 3DXpert 17 per i clienti dei metalli. Dopo l’ acquisizione di Oqton a settembre, l’ultima versione del suo pacchetto di preparazione e ottimizzazione della stampa promette di “accelerare la progettazione delle parti con una resa maggiore e tempi di stampa più rapidi”.

A completare la sua linea di lancio c’è un nuovo materiale per la sua piattaforma Figure 4 , Rigid 140C Black, un materiale ibrido epossidico/acrilato in due parti, progettato per fornire parti di livello produttivo con stabilità meccanica a lungo termine in vari ambienti. Con un HDT di 124 ° C @ 1,82 MPa e una tenacità simile alla fibra di vetro in polibutilene stampata a iniezione, si dice che la resina sia ideale per applicazioni automobilistiche sotto il cofano e all’interno della cabina. 3D Systems aggiunge che gli utenti di Figure 4 beneficeranno anche di un tempo di polimerizzazione che si dice sia circa il 75% più breve delle 8-12 ore richieste per materiali simili disponibili sui sistemi della concorrenza.

Il Dr. David Leigh, chief technology officer per la produzione additiva, 3D Systems, ha commentato: “Rimaniamo impegnati a investire nelle nostre tecnologie di base che aiutano i nostri clienti ad affrontare le applicazioni di produzione più difficili. Mentre ci avviciniamo alla fine dell’anno, guardiamo al futuro con grande ansia e con la consapevolezza che non possiamo realizzarlo da soli. Vediamo enormi opportunità di collaborare con altri nel settore per riunire i nostri prodotti e le nostre competenze, trasformando radicalmente le soluzioni che forniamo per aiutare a cambiare il mondo della produzione additiva”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi