Oracle ha annunciato un accordo pluriennale con Xerox per la fornitura di infrastrutture di cloud computing e software Oracle, concentrandosi su stampa 3D, IoT industriale e realtà aumentata.

“Siamo in grado di operare in un modo molto agile, in cui possiamo avviare una nuova attività in poche settimane, il tutto senza passare a una piattaforma diversa”, afferma Naresh Shanker, Senior VP e CTO di Xerox.

“Xerox ha creato un modello per incubare aziende ad alto impatto che risolvono i problemi del mondo reale su vasta scala. L’invecchiamento e il deterioramento delle infrastrutture, ad esempio, richiedono soluzioni che coinvolgono l’IoT, quindi Xerox sta applicando le sue conoscenze e il suo talento alla causa”.

Dice che fino a poco tempo fa, i team Xerox impiegavano fino a tre mesi per implementare i sistemi IT necessari per supportare una nuova impresa: un’eternità nell’economia digitale. Il team di Shanker ha iniziato a rivedere i sistemi cloud per liberarsi dalle vecchie tecnologie che avrebbero consentito alle nuove aziende nate all’interno di Xerox di lanciare e monetizzare i servizi più velocemente.

L’azienda ha scelto un set integrato di soluzioni Oracle Cloud. Dice che questo approccio Oracle-in-a-box offre alle sue aziende tutto ciò di cui hanno bisogno per essere operativi: un negozio online in Oracle Commerce, finanza e contabilità in Oracle NetSuite, budget e pianificazione finanziaria in Oracle Fusion Cloud Enterprise Performance Management (EPM ) e l’integrazione tramite Oracle Integration, un componente chiave di Oracle Cloud Infrastructure (OCI).

Oltre a fornire integrazione, OCI offre a Xerox l’accesso a Oracle Autonomous Database, un data warehouse aziendale che consente alle sue nuove aziende di gestire i dati senza amministrazione ed eseguire analisi avanzate. Xerox afferma che può anche sfruttare la potenza dell’elaborazione ad alte prestazioni OCI durante la ricerca di potenziali nuove aziende. 

Con il set di strumenti Oracle, le nuove aziende Xerox possono vendere online, creare ordini, elaborare fatture, tenere traccia delle prestazioni ed eseguire la pianificazione finanziaria, oltre a inviare e ricevere dati ed essere operativi in ​​poche settimane.

“Volevamo mantenere queste soluzioni tutte in famiglia, per così dire”, afferma Sreedhar Vaidyanathan, VP di Xerox, Digital Transformation.

“Ciò evita il mal di testa di troppi fornitori e piattaforme. Le soluzioni Oracle semplificano il rollup delle nostre nuove aziende sulla nave madre e viceversa. È facile monitorare le prestazioni”.

Xerox afferma che il suo team potrebbe sostenere l’infrastruttura IT in sole sei settimane per l’attività di stampa 3D di Xerox.

“Le nostre soluzioni di stampa 3D si concentrano sulla creazione di catene di approvvigionamento più resilienti e flessibili per i produttori”, afferma Vaidyanathan. “Con la stampa 3D, i clienti possono ordinare pezzi di ricambio localmente, o persino fabbricarli da soli, invece di ordinare da fonti lontane e oltreoceano. Questa capacità accelera la consegna e riduce l’impatto delle interruzioni della catena di approvvigionamento”.

Alla fine del 2020, la US Naval Postgraduate School di Monterey, in California, ha installato una stampante 3D Xerox ElemX per esplorare le parti di produzione in mare. L’obiettivo è installare una stampante su una nave della Marina, in modo che i marinai in aree remote possano riparare o sostituire le parti su richiesta invece di trasportare l’inventario in eccesso o inviare un aereo in mezzo all’oceano per portare i pezzi di ricambio.

“Nel back office, automatizzando processi come procure-to-pay e quote-to-cash, il team di stampa 3D di Xerox ha acquisito la capacità di effettuare transazioni fin dall’inizio”, afferma Vaidyanathan. 

“Non c’è attesa per generare fatture e iniziare a riscuotere entrate e siamo in grado di ridimensionare quanto necessario. Possiamo replicare questo processo per qualsiasi nuova impresa. Non dobbiamo implementare una piattaforma diversa ogni volta che lanciamo”.

Man mano che le aziende Xerox crescono, Oracle Cloud EPM consolida e collega i dati per aiutare l’azienda a valutare le prestazioni finanziarie in tutto il portafoglio. 

“Possiamo guardare sotto il cofano per vedere come sta andando ogni azienda e confrontarla con altre unità”, afferma Vaidyanathan. “Come sono i loro dati finanziari? Sono conformi? Abbiamo una linea di vista chiara”.

Le stesse soluzioni Oracle alimentano l’attività software di Xerox, CareAR, lanciata all’inizio di quest’anno. La piattaforma di gestione dell’esperienza del servizio CareAR utilizza tecnologie di realtà aumentata per consentire ai team di assistenza sul campo di fornire assistenza remota ai clienti.

Un’altra innovazione è Eloque, la joint venture di Xerox con il governo del Victoria in Australia. Xerox ha sviluppato una tecnologia che monitora in remoto i bridge, attingendo a una profonda esperienza in sensori, analisi e intelligenza artificiale per portare il mondo fisico online.

“In qualità di partner chiave a supporto di Xerox, Oracle ha avuto molte idee creative per far progredire le cose”, afferma Vaidyanathan.

“Sono stati fondamentali per il nostro viaggio. Poiché Xerox introduce sul mercato tecnologie sempre più innovative tramite queste nuove attività, Oracle Cloud continuerà a essere una piattaforma importante per queste nuove ambiziose iniziative.

Dice che se qualcuno ha un’idea con il via libera, può venire da loro oggi e domani, gli daranno il set di strumenti di base.
 
“Poiché siamo un’azienda innovativa, la velocità di immissione sul mercato è essenziale, le innovazioni di Oracle Cloud ci consentono di partire senza troppe personalizzazioni”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi