Adidas 4D Fusio

Nuova linea di scarpe stampate in 3D 4D Fusio di adidas Leaked

È stata svelata l’ultima sneaker adidas con intersuola stampata in 3D. Soprannominate 4D Fusio, le scarpe dai colori fluo sono trapelate da hypebeast di sneaker insider su Instagram.

La nuova scarpa ha una sorprendente tomaia di Primeknit, con maglie nere, rosa e arancioni che formano parti più sottili e più spesse della tomaia. Noterai che, sebbene l’intersuola della 4D Fusio si basi sull’ormai caratteristico stile stampato in 3D associato al marchio adidas Furturecraft, questa è la prima volta che presenta più colori che si dissolvono l’uno nell’altro.


I dettagli su come questo è stato ottenuto non sono stati ancora rivelati, ma è possibile passare da una resina all’altra nelle tecnologie di fotopolimerizzazione in vasca. Questo viene in genere eseguito manualmente, ma poiché la tecnologia di sintesi della luce digitale di Carbon è pensata per la scala di produzione e adidas è destinata a fungere da dimostratore per questa produzione di massa, esiste la possibilità che i partner abbiano trovato un modo per automatizzare il cambio di resina.

Questo solleva un’altra domanda sulla linea 4D Fusio: esattamente quante paia intende produrre adidas? Il gigante dell’abbigliamento sportivo si è prefissato l’obiettivo di utilizzare la stampa 3D per la produzione di 100.000 scarpe nel 2018. Ha inoltre pianificato di introdurre più materiali riciclati in futuro. A novembre 2019 , aveva continuato a elencare il numero 100.000 come proiezione per l’anno precedente, rendendo difficile confermare quanti alla fine l’azienda ha prodotto con la stampa 3D.

Nel 2019, la società ha anche chiuso i suoi stabilimenti Speedfactory in Germania e negli Stati Uniti e li ha trasferiti in Asia, che il nostro direttore esecutivo, Joris Peels, ha suggerito potrebbe essere stato un segno per la stampa 3D di scarpe. Le strutture dovevano implementare la stampa 3D e altre tecnologie di automazione per migliorare l’efficienza della produzione di calzature. Anche se potrebbe non essere stato in grado di localizzare la produzione, come avrebbero dovuto fare le Speedfactories, è possibile che adidas abbia iniziato a gettare le basi per un nuovo modo di fare scarpe, con le sue Speedfactories in Asia anziché negli Stati Uniti e in Germania.

L’azienda ha continuato a espandere costantemente i propri progetti e la tecnologia di produzione. Da quando le scarpe Futurecraft 4D sono state lanciate per la prima volta nel 2017, adidas ha collaborato con artisti del calibro di Stella McCartney, Pharrell Williams e Lucas Films su modelli di scarpe con intersuole stampate in 3D. Inoltre, nell’ottobre 2020, adidas ha presentato un sistema di tessitura automatizzato in grado di lavorare a maglia la tomaia per le sue scarpe.

Nel suo report, ” 3D-Printed Footwear 2020-2030, an Analysis of the Market Potential of 3D Printing in the Footwear Industry “, SmarTech Analysis prevede che la stampa 3D nelle calzature generi oltre 4,2 miliardi di dollari di ricavi annuali nel 2025. Adidas ha sicuramente ha raccolto il maggior numero di titoli in questo segmento e sembra essere il primo a stabilire effettivamente un flusso di lavoro di produzione verso la stampa 3D di massa di componenti di scarpe. Tuttavia, potrebbe esserci una concorrenza asiatica dietro l’angolo.

La nuova linea 4D Fusion dovrebbe scendere il 15 gennaio con un prezzo di circa 199,95 euro .

Be the first to comment on "Adidas 4D Fusio"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi