Alloyed ha recentemente introdotto una piastra di raffreddamento in rame prodotta con additivi. La parte è stata esposta per la prima volta al Formnext 2021 e recentemente è stata inserita nella serie di video Cool Parts Show. Alloyed, nata dalla fusione di Betatype e Oxmet Technologies alla fine del 2019, offre un pacchetto unico e complementare di tecnologie per la produzione di componenti metallici avanzati attraverso la produzione additiva e i processi tradizionali. La lastra fredda stampata in 3D è stata resa possibile grazie all’uso di polveri di rame per una migliore stampabilità, che è stata sviluppata in collaborazione con JXNMM.

La piastra di raffreddamento in rame è stata sviluppata appositamente per l’uso nei data center e, come sistema di raffreddamento a liquido, può ridurre significativamente il consumo di energia rispetto ai metodi di raffreddamento ad aria convenzionali. AM è la tecnologia ideale per realizzare lastre fredde, in quanto si possono realizzare geometrie più complesse in modo più economico e con maggiore funzionalità e prestazioni, sia in termini di scambio termico che di perdita di carico del fluido. La natura in un unico pezzo della parte prodotta in modo additivo si traduce in un componente più semplice ed efficiente che supera le piastre di raffreddamento assemblate in modo convenzionale. Grazie al ridotto sforzo di assemblaggio, le parti sono anche più facili da installare e richiedono meno manutenzione.

Tuttavia, il rame è un metallo noto per essere difficile da processare in AM a causa dell’elevata conduttività termica della parte fusa (ecco perché è un materiale ideale per le lastre fredde) e della sua elevata riflettività naturale.

JX Nippon Mining & Metals (JXNMM) e Alloyed hanno collaborato per offrire un portafoglio completo di soluzioni di fusione a letto laser per il rame e le sue leghe. JXNMM ha sviluppato polveri di rame con una migliore stampabilità che consentono la produzione di parti con porosità e conducibilità elettrica molto basse. Ciò si ottiene attraverso un nuovo tipo di trattamento superficiale che ha un effetto antiossidante e previene l’aumento del contenuto di ossigeno. Nei processi a fascio di elettroni, il trattamento superficiale impedisce la sinterizzazione della polvere (aumentando così la flessibilità di progettazione) e il trattamento superficiale può essere utilizzato anche per aumentare l’assorbenza nei sistemi a raggio laser. La polvere può avere densità relative > 99,

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi