Azure Printed Homes ridefinirà la nozione di edilizia sostenibile sottolineando la missione dell’economia circolare di riutilizzare la plastica in un settore dell’edilizia domestica 3D che, finora, si è concentrato esclusivamente sul cemento.
 
Azure produce le sue ADU dall’aspetto moderno utilizzando materiali riciclati e la più recente tecnologia di stampa 3D.
“Il settore delle costruzioni è il più grande consumatore globale di materie prime, responsabile di circa il 20% delle emissioni totali di carbonio del mondo. La nostra responsabilità nei confronti dei nostri clienti e delle generazioni future è quella di utilizzare le pratiche più sostenibili che si possano immaginare”.
 

Azure Printed Homes (Azure) annuncia l’apertura del suo nuovo stabilimento di 15.000 piedi quadrati a Culver City, in California, dove risiederà la sua stampante 3D personalizzata.

Fondata da Gene Eidelman e Ross Maguire, Azure ha sviluppato una tecnologia innovativa per creare strutture abitative durevoli (ad esempio case, unità abitative accessorie e studi sul retro) realizzate con plastica riproposta attraverso un processo che sarà di gran lunga migliore per l’ambiente.

La soluzione creativa di Azure cerca di ridurre al minimo gli sprechi utilizzando la plastica già destinata alle discariche, o che di solito finisce nei nostri oceani o che viene incenerita. Utilizzando materiali riciclati anziché nuove risorse, Azure mira a chiudere il ciclo della sostenibilità nel settore dell’edilizia domestica 3D avvicinandosi all’obiettivo di un’economia circolare di utilizzare in modo ottimale i materiali utilizzati in precedenza.

“Il settore delle costruzioni è il più grande consumatore globale di materie prime, responsabile di circa il 20% delle emissioni totali di carbonio del mondo”, ha affermato Gene Eidelman. “La nostra responsabilità nei confronti dei nostri clienti e delle generazioni future è quella di utilizzare le pratiche più sostenibili che si possano immaginare”.

Trovare un modo migliore per costruire è stato a lungo un obiettivo di molte aziende, sia che si tratti di costruire più velocemente, in modo più economico o con meno rifiuti ed emissioni. Attraverso la stampa 3D, Azure sarà in grado di costruire il 70% più velocemente e con il 30% in meno di costi rispetto ai tradizionali metodi di costruzione domestica.

“Abbiamo creato efficienze di produzione non solo capitalizzando i progressi nella stampa 3D, ma creando un design e un processo che vengono completati in sole 12 ore”, ha affermato Ross Maguire. “Rispetto alla costruzione convenzionale, produciamo l’intero scheletro strutturale, la guaina esterna, la barriera di controllo dell’acqua, la finitura esterna, i passaggi per i servizi pubblici e la messa a terra per le finiture interne, in una frazione del tempo e dei costi Rivoluzionando una nuova era dell’edilizia domestica con la nostra produzione sostenibile, automatizzata e precisa processi, vediamo un futuro molto, molto eccitante davanti”.

Azure Printed Homes sta attualmente accettando preordini sia per le unità abitative accessorie che per i monolocali nel cortile, con l’intenzione di iniziare a stampare case a grandezza naturale entro il 2023.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi