BMW Leads Seed Round per la startup della stampa 3D in gomma Rapid Liquid Print
 
La società di stampa 3D di Boston Rapid Liquid Print (RLP) sta lavorando per realizzare una nuova classe di stampanti 3D in grado di realizzare facilmente prodotti su larga scala, ad alta risoluzione, morbidi ed elastici utilizzando siliconi di qualità industriale in pochi minuti. Utilizzando un processo di stampa sviluppato inizialmente presso il Self-Assembly Lab,  ospitato presso l’ International Design Center del MIT , RLP può creare oggetti nello spazio 3D in una sospensione di gel liquido, in quello che si spera diventerà un punto di svolta per l’industria della stampa 3D.

Ora, la società ha raggiunto il suo più grande traguardo fino ad oggi, dopo aver raccolto fondi in un seed round guidato da BMW i Ventures , il ramo di venture capital del BMW Group . Con questo nuovo round, RLP utilizzerà i fondi per sviluppare ulteriormente le sue soluzioni di stampa 3D ed espandersi in nuove applicazioni e materiali. Al round ha partecipato anche la compagnia assicurativa MassMutual attraverso il suo MM Catalyst Fund , che mira a investimenti azionari in società tecnologiche del Massachusetts con sede fuori Boston.


Il MIT è un pioniere nelle innovazioni della stampa 3D. Il suo processo di stampa a liquido rapido utilizza un sistema robotizzato e può creare oggetti di qualsiasi dimensione. Sebbene non sia un processo tradizionale strato per strato, questa tecnologia di stampa 3D disegna la forma dell’oggetto liberamente nello spazio in una sospensione di gel liquido. Perché funzioni, due materiali diversi vengono miscelati all’interno dell’ugello e quindi polimerizzati chimicamente, senza la necessità di applicare calore o luce UV. Il gel funziona come mezzo di sospensione per il materiale estruso, quindi non deve fare i conti con la gravità (una caratteristica che lo renderebbe ideale per la stampa 3D off-Earth ). Una volta terminato il processo, la parte viene estratta dal gel e lavata con acqua.

Sebbene il processo di stampa richieda solo pochi minuti, non ci sono limiti di dimensione a ciò che può stampare. Inoltre, RLP non solo affronta i limiti degli elastomeri per la stampa 3D, come velocità, dimensione della parte e utilizzo di materiali di bassa qualità, ma elimina anche i lunghi tempi di consegna e gli elevati costi iniziali posti dalla produzione tradizionale di elastomeri attraverso stampaggio a iniezione.

 

Subito dopo aver sviluppato la tecnologia, quattro esperti del Self-Assembly Lab del MIT si sono uniti per impostare RLP e semplificare la stampa elastomerica. L’azienda è stata fondata nel 2018 da Bjørn Sparrman, che ha gestito le operazioni tecniche presso il Self-Assembly Lab, e Schendy Kernizan, che in precedenza ha co-diretto e gestito ricercatori e studenti presso il Self-Assembly Lab del MIT, dove ha consegnato progetti per giganti come Google , BMW e Steelcase .

Dall’inizio di RLP, Kernizan è diventato il suo CEO e Sparrman sta guidando lo sviluppo della tecnologia di stampa 3D come Chief Technology Officer (CTO). I due sono affiancati dai co-fondatori Skylar Tibbits, co-direttore e fondatore del Self-Assembly Lab e pioniere nella stampa 4D , e dal ricercatore Jared Laucks, l’attuale direttore del Self-Assembly Lab.

Grazie a questo team multi-talento con esperienza nella produzione additiva (AM), nuove tecniche di fabbricazione e sviluppo di macchine di produzione innovative, l’azienda sta creando oggetti su larga scala da materiali di alta qualità come gomma, schiume e plastica in un questione di minuti, per un’ampia gamma di settori, tra cui automobilistico, aviazione, arredamento e sanità.


Dopo aver ricevuto una licenza esclusiva dal MIT per la sua tecnologia, il team ha perfezionato il processo di stampa. RLP ritiene che la stampa 3D tradizionale sia “limitata da basse velocità, volumi di costruzione limitati e scarsa qualità dei materiali”, inibendo l’adozione tradizionale della tecnologia.

“Abbiamo passato anni a perfezionare la nostra tecnologia e a creare un prodotto che risolvesse i punti deboli che l’industria della stampa 3D ha dovuto affrontare. RLP rimuove i limiti alla progettazione, può stampare oggetti multipli e su larga scala contemporaneamente ed è più veloce di qualsiasi altra soluzione attualmente sul mercato”, ha affermato Kernizan. “Con questo finanziamento di BMW i Ventures e MM Catalyst Fund, accelereremo la nostra capacità di offrire un’ampia varietà di soluzioni a un mercato più ampio”.
Tuttavia, apprendere del sostegno finanziario di BMW nel round di semi di RLP non è una sorpresa. Il Self-Assembly Lab e la casa automobilistica hanno collaborato a un progetto di stampa 4D che si basava sulla tecnologia di stampa rapida a liquido. Nell’agosto 2018, il duo ha annunciato che stavano lavorando per creare nuove “incredibili strutture che cambiano forma”. Queste strutture gonfiabili erano molto più vicine alla stampa 4D che alla stampa 3D, principalmente perché sfruttavano la tecnica del MIT per sviluppare layout per i sedili delle auto che potevano cambiare forma a seconda del livello di pressione dell’aria all’interno, in un progetto chiamato ” Liquid Printed Pneumatics “.


In realtà sono riusciti a creare prototipi gonfiabili, rendendo questa impresa promettente, che ha dato al duo abbastanza dinamismo per continuare la sua collaborazione in futuro. In effetti, le tecnologie dei materiali gonfiabili stampati che si auto-trasformano, si adattano e si trasformano da uno stato all’altro sono state presentate al V&A Museum di Londra nel novembre 2018.

Oggi, RLP afferma che la sua tecnologia può cambiare le regole del gioco per la creazione di prodotti su larga scala, elastomerici, ermetici e di alta qualità in pochi minuti. I suoi risultati morbidi ed elastici fanno già parte della ricerca globale per applicazioni che vanno dai dispositivi medici alle calzature e agli articoli per la casa. Inoltre, i fondatori dell’azienda ritengono che la stampa rapida di liquidi sarà il futuro della tecnologia di stampa 3D.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi