Carbon Design Engine è un software di progettazione reticolare che Carbon ha realizzato per i suoi clienti. La società ha ora annunciato che, nel 2022, sarà possibile concedere in licenza il software e utilizzare l’output su qualsiasi stampante. La caratteristica principale di Design Engine è un modo quasi automatizzato per creare reticoli conformi e multizona, che rende più veloce la produzione di reticoli efficaci nei prodotti.

“I creatori devono affrontare soluzioni frammentate e silos organizzativi che hanno causato attriti, limitazioni all’innovazione e ritardi nel time-to-market. Per portare con successo sul mercato prodotti migliori in meno tempo, le organizzazioni hanno bisogno di una piattaforma che unisca la progettazione, lo sviluppo e la produzione del prodotto. La suite software di Carbon, a partire da Design Engine, mira a coprire ogni fase necessaria alle aziende per creare prodotti con prestazioni superiori accelerando al contempo il time to market”, ha osservato Phil DeSimone, Chief Product and Business Development Officer di Carbon.
Il carbonio ha esaltato le virtù dei reticoli, sottolineando che riducono il materiale necessario per produrre un oggetto, mentre consentono di modificare le proprietà meccaniche di una parte. A sua volta, è possibile creare parti più leggere, ma possono essere progettate per offrire caratteristiche prestazionali come flessibilità, migliore ammortizzazione e smorzamento e dissipazione del calore. Il software è anche basato su cloud, mettendo l’onere del calcolo sui server di Carbon, piuttosto che sui computer degli ingegneri, in modo che i progetti reticolari possano essere creati rapidamente e, come dice Carbon, “aiuta i creatori a passare dall’idea alla parte reticolare funzionale in poche ore , piuttosto che giorni.”

Un cliente è il produttore di biciclette Specialized, che ha lavorato con Carbon per progettare selle per bici stampate in 3D. Emma Boutcher, responsabile prodotti selle, impugnature e nastri presso gli stati specializzati, 

“Abbiamo investito molto in ricerca e innovazione, con l’obiettivo di migliorare l’esperienza dei piloti sulla moto. La nostra collaborazione utilizzando il software Carbon’s Design Engine e il processo di stampa 3D ci ha permesso di sviluppare una sella con diverse caratteristiche di smorzamento , qualcosa di impossibile con la schiuma tradizionale, portando a un comfort superiore. Volevamo superare i limiti e la nostra partnership con Carbon ci ha permesso di fare proprio questo”,

Questa è una buona mossa per chiunque voglia esplorare la creazione di reticoli. Sono uno scettico sul reticolo. Personalmente, non mi piacciono poiché non possiamo prevedere le proprietà di fatica a lungo termine dei reticoli e vedere davvero come fallirebbero. Nel tempo, come si comportano le strutture reticolari, come invecchieranno e come cambieranno le proprietà meccaniche? Lasagne con cui puoi costruire cose. Gli spaghetti sono imprevedibili. Inoltre non mi piace la struttura aperta dei reticoli e penso che siano una calamita per i detriti. Preferisco di gran lunga i modelli di riempimento che abbiamo nell’estrusione del materiale e la capacità di FDM di incapsulare l’aria in una camera o produrre parti a gradiente con riempimento. Ma i reticoli sono indubbiamente caldi e la gente vuole giocarci. E se consideri questo come un tipo di gioco leggero e un modo per utilizzare molto meno tempo e materiale di costruzione nelle stampe,

 

Cosa significa questa mossa per Carbon stesso? L’azienda non ti venderà una macchina, te la vorrà affittare. Vuole affettare i file in remoto, non permetterti di farlo. All’improvviso, un’azienda di comando e controllo completa che vuole padroneggiare la sua intera offerta sta giocando bene con gli altri? Quello che è successo? Il team di sviluppo aziendale di Carbon si è perso in MRRF ed è tornato in vena di kumbaya ?

Date le proprietà molto interessanti dei materiali Carbon e l’enorme lancio che l’azienda ha fatto, possiamo concludere con attenzione che l’adozione del carbonio come tecnologia di produzione è stata un po’ più lenta del previsto. Considerando che il progetto Adidas è stato spettacolare e ha portato la squadra a produrre molte scarpe, come avevano promesso, non è chiaro dove sia diretta l’azienda ora. Sembra che abbia concentrato i suoi sforzi su partnership con aziende di articoli sportivi per realizzare prodotti reticolari per quel mercato. Credo che gli articoli sportivi siano un’enorme opportunità e opportunità accessorie come impugnature e poggiatesta rappresentano applicazioni da miliardi di dollari. Ma la società ha raccolto oltre $ 600 milioni ed è uscita nel 2015 con un video .

 

Riguardo al suo processo, il fondatore di Carbon Joseph DeSimone ha dichiarato: “L’attuale tecnologia di stampa 3D non è riuscita a mantenere la promessa di rivoluzionare la produzione. La nostra tecnologia CLIP offre la velocità rivoluzionaria, le proprietà meccaniche coerenti e la scelta dei materiali necessari per componenti di qualità commerciale complessi”.
Sono stato un notevole, e pubblicamente solitario, scettico sul Carbon ormai da anni. Ho affermato che ero scettico sulle dimensioni delle parti che il carbonio poteva realizzare e che pensavo che le geometrie sarebbero state limitate. E, lo ammetto, hanno tirato fuori la cosa della scarpa (anche se di nuovo sono preoccupato per le prestazioni a lungo termine di queste parti, ma ce l’hanno fatta). E ora sono scettico su dove sia diretto lo studio. C’è crescita? Presumibilmente stanno lavorando su alcuni miglioramenti fondamentali alla tecnologia? Non lo so. Per me il carbonio è un mistero. E non fraintendetemi, spero che ce la facciano, spero che ce la faremo tutti. Il successo di chiunque in questo mercato è un catalizzatore per il nostro successo collettivo. Non competiamo tra di noi, competiamo con un mondo di produzione di massa dispendioso.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi