CellMEAT, un produttore di gamberetti a base cellulare, prevede di portare il suo fiore all’occhiello di gamberetti Dokdo sui mercati di Corea, Stati Uniti e Singapore entro il 2024.

L’azienda coreana ha appena incassato 8,1 milioni di dollari in una serie A di finanziamenti, che utilizzerà per lanciare il suo centro di Seoul con una capacità di produrre 100 kg al giorno, ha detto a FoodIngredientsFirst Heejung Kim, COO di CellMEAT .

“Una volta avviato con successo il centro di Seoul di CellMEAT, raccoglieremo fondi di serie B per un impianto di produzione su larga scala”, afferma Kim. 

Si aspetta che l’azienda riceva tra i 30 ei 40 milioni di dollari nel prossimo round di finanziamento, per aumentare significativamente la sua attuale capacità di produzione di 10 kg al giorno nei suoi laboratori di prototipi.

5 dollari per chilogrammo di gamberetti coltivati
​​Sebbene in precedenza CellMEAT avesse parlato di produrre gamberetti a 20 dollari per kg, l’azienda ha rivelato a FoodIngredientsFirst  che prevede di commercializzare i propri gamberi a meno di 5 dollari per kg. 

Sebbene sia già notevolmente più economico rispetto ai gamberetti normali, è un’affermazione significativa riferirsi al gambero Dokdo, che è una prelibatezza regionale premium. Secondo Kim, ha un prezzo di circa 160 dollari al kg.

Nel frattempo, il concorrente di gamberetti a base cellulare Shiok Meats prevede di lanciare i propri gamberetti a base di cellule a 50 dollari al kg nel 2023.

“Se un’altra azienda ha un prezzo diverso, è fantastico”, dice a FoodIngredientsFirst Shikha Malhotra, capo dello staff del CEO di Shiok Meats .

Spiegando che al momento del lancio, Shiok Meats prevede che il costo dei gamberetti sarà di 50 dollari al kg, l’azienda prevede di ridurre i costi dei media quando “raggiungeranno economie di scala”.

“Siamo sempre stati e continuiamo ad essere realistici in termini di tempistiche e obiettivi; ottenere attualmente da 10.000 USD per /kg a poche centinaia di dollari (per kg) è stato impegnativo ma estremamente soddisfacente mentre progrediamo con i nostri traguardi di ricerca e sviluppo”. 

Gli gnocchi Shiok Meats, realizzati con la tecnologia della stampante 3D, arriveranno in un ristorante selezionato di Singapore nel 2023  (Credits: Shiok Foods) .Opportunità jumbo in Dokdo
CellMEAT prevede di produrre gamberetti di tre diverse dimensioni, utilizzando sempre cellule della varietà regionale Dokdo.

Il gambero Dokdo è più grande dei gamberetti normali, raggiungendo dimensioni da 20 a 25 cm. Il crostaceo color pesca si trova solo nell’Oceano Artico e nei mari del Giappone, Bering e Okhotsk, vivendo in acque – a volte più profonde di 300 metri –.

La varietà più grande abita le acque dell’isola di Dokdo tra la Corea e il Giappone. 

Più di un pesce in mare
Nel frattempo, Shiokmeats prevede la commercializzazione il prossimo anno.

“Siamo sulla buona strada per immettere sul mercato il primo prodotto a base di gamberetti entro il 2023 tramite un ristorante premium a Singapore”, aggiunge Malhotra.

Shiok Meats prevede di lanciare il prossimo lancio in un altro paese asiatico “dove fattori come domanda, normative, talento e potenziale di crescita sono tutti allineati”, spiega Malhotra. L’azienda è alla ricerca di collaborazioni e partnership locali per alimentare i suoi piani di espansione. 

Prevede che i finanziamenti futuri aiuteranno l’azienda a raggiungere mercati più commerciali ea diversificare la sua offerta di prodotti con nuove specie simili.

“Auguriamo il meglio per questo settore. Siamo sempre stati aperti alla collaborazione poiché tutti abbiamo bisogno di lavorare insieme per raggiungere la produzione su larga scala”, afferma Malhotra.

Una precedente intervista per FoodIngredientsFirst ha rivelato che Shiok Meats lavora con la stampa 3D per aggiungere consistenza alla carne di gamberetti sintetizzata cresciuta da cellule staminali isolate. Con la sua tecnologia, l’azienda afferma di essere in grado di coltivare crostacei quattro volte più velocemente rispetto alla produzione naturale convenzionale.

Consumatori motivati ​​I consumatori
sono sempre più disposti a optare per cibi coltivati ​​alternativi. Con il 78% dei consumatori intervistati a Singapore che afferma di essere pronto a provare pesce e carne coltivati, secondo la ricerca di mercato di Shiok Foods.  

È interessante notare che in un altro sondaggio dell’azienda, che questa volta ha condotto una ricerca sul mercato di Hong Kong, hanno scoperto che la sicurezza alimentare è la motivazione principale tra il pubblico ad accettare la carne coltivata, con il 43% degli intervistati che la cita come priorità principale. 

Altre preoccupazioni, come la sostenibilità e l’impatto ambientale, hanno attirato il 40% degli intervistati.

Questi numeri rappresentano un notevole sostegno da parte dei consumatori, soprattutto nel settore del mercato ittico, dove inquinamento e batteri possono essere pericolosi per la salute. Le preoccupazioni per la salute dei consumatori sono un’intuizione che Pearlita Foods, un attore di mercato basato sulle cellule nella nicchia delle ostriche, ha rivelato all’inizio di questo mese a FoodIngredientsFirst .

Governi motivati Il ministro di Singapore per la sostenibilità e l’ambiente inaugura la struttura avanzata di ricerca e sviluppo di Shiok Foods nel 2021 (crediti Shiok Foods) .
Sia Shiok Meats che CellMEAT contano sul supporto dei rispettivi governi per lanciare prodotti innovativi. Quest’ultimo sta lavorando attivamente in un gruppo di ricerca per la futura iniziativa tecnologica alimentare ad alto valore aggiunto del Ministero dell’Agricoltura della Corea del Sud.

Tuttavia, la Corea non ha ancora approvato una definizione per la carne coltivata, il che spiega i piani di CellMEAT di rilasciare a Singapore,  il primo paese al mondo ad approvare prodotti a base di cellule . 

Tuttavia, la società ha ricevuto fondi tra il 2020 e il 2021 dal Ministero delle Piccole e Medie Imprese (PMI) e delle Startup. Attualmente sta ricevendo fondi dal Korea Institute of Planning and Evaluation for Technology in Food, Agriculture and Forestry, che dovrebbero concludersi nel 2025. 

Shiok Meats ha anche ricevuto aiuti dall’Enterprise Singapore.

“Siamo fortunati ad aver avuto il sostegno del governo di Singapore attraverso sovvenzioni e investimenti negli ultimi tre anni e mezzo, che ci hanno aiutato a costruire i nostri laboratori da zero, assumere il talento giusto e pianificare impianti di produzione più grandi. ” dice Malhotra.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi