CELLX SI ASSICURA 4,3 MILIONI DI DOLLARI PER CONSEGNARE CARNE DI MAIALE STAMPATA IN 3D IN CINA

 
La start-up di tecnologia alimentare con sede a Shanghai, CellX, ha raccolto $ 4,3 milioni nel suo secondo round di finanziamenti, dopo aver recentemente presentato la sua carne di maiale a base di cellule stampata in 3D in un evento di degustazione.

Il round di finanziamento è stato guidato dalla società di venture capital ZhenFund con sede a Pechino e ha incluso la partecipazione di artisti del calibro di Lever VC , Better Bite Ventures, Sky9 Capital e K2VC .

I nuovi fondi saranno utilizzati per alimentare le operazioni di ricerca e sviluppo dell’azienda, che sembra diventare la prima start-up locale a commercializzare carne coltivata in Cina. CellX cercherà anche di espandere il suo team con nuove assunzioni e di formare partnership scientifiche con varie istituzioni per far progredire la sua tecnologia di bioprinting 3D. 

Mentre la carne a base di cellule stampata in 3D deve ancora essere commercializzata in Cina, in altre parti del mondo sta iniziando a diventare una realtà poiché la domanda di offerte di carne alternativa continua a crescere.

All’inizio di quest’anno, l’azienda israeliana di stampa 3D alimentare Redefine Meat ha lanciato la sua prima serie di prodotti “New-Meat” in ristoranti e hotel selezionati in Israele, composti da hamburger, salsicce, kebab e altre offerte di carne alternativa. La gamma dovrebbe essere estesa in Europa entro la fine dell’anno e negli Stati Uniti e in Asia nel 2022. Ridefinire Meat ha l’ambizione di diventare la “più grande azienda di carne alternativa al mondo” entro la fine del decennio, ed è cresciuta rapidamente dalla sua fondazione.

Altrove, la start-up israeliana di tecnologia alimentare MeaTech ha rivelato i piani per entrare nella produzione di grasso di pollo il prossimo anno, dopo aver acquisito lo sviluppatore di prodotti a base di grassi coltivati ​​Peace of Meat nel dicembre dello scorso anno. La società sta anche cercando di ridimensionare la biostampa delle cellule di maiale, avendo stampato con successo in 3D una struttura di grasso di manzo coltivato commestibile lo scorso anno.

Più di recente, l’azienda alimentare di stampa 3D SavorEat ha collaborato con la società di ospitalità globale Sodexo per condurre un progetto pilota della sua stampante 3D per alimenti Robot chef in selezionate università statunitensi, con l’obiettivo di commercializzare la sua tecnologia e i suoi prodotti di stampa 3D per garantire accordi di distribuzione per gli Stati Uniti. mercato. 

Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, le emissioni di carbonio della zootecnia rappresentano circa il 14,5% delle emissioni globali di carbonio. Con i prodotti a base di carne e le tecnologie cellulari che consentono di evitare l’alimentazione e la macellazione degli animali durante il processo di produzione, è possibile trarre vantaggi etici, ambientali e finanziari dallo sviluppo e dalla commercializzazione della carne coltivata in laboratorio.

CellX è stata fondata l’anno scorso da un team guidato dalla scienza e secondo quanto riferito è una delle poche aziende in Cina che lavorano allo sviluppo di carne coltivata direttamente da cellule animali. Il team di 25 scienziati dell’azienda sta attualmente lavorando allo sviluppo delle strutture di carne coltivata bio-stampate in 3D e dei prototipi di impalcature dell’azienda, che ha recentemente presentato a un evento di degustazione.

I campioni di maiale sono stati creati utilizzando una combinazione di ingegneria dei tessuti e tecnologie di biostampa 3D. Il processo funziona raccogliendo cellule dal maiale nero nativo della Cina e biostampandole in 3D in strutture di maiale con il gusto e la sensazione in bocca della carne animale. 

Durante l’evento di degustazione, i campioni sono stati provati da investitori e attori leader nel mercato delle proteine ​​alt.

Oltre ai suoi prodotti a base di carne di maiale a base di cellule, CellX sta anche cercando di espandere i suoi processi di ingegneria dei tessuti e bioprinting per sviluppare pesce coltivato, alla luce delle previsioni che i consumatori dell’Asia-Pacifico guideranno quasi il 75% del previsto aumento della domanda di prodotti ittici nel anni a venire. 

Per ora, l’attenzione di CellX è incentrata sul mercato cinese, dove la sicurezza alimentare è instabile alla luce degli effetti della pandemia di Covid-19 e dell’aumento delle malattie del bestiame, come la peste suina africana. 

Mentre sono in corso discussioni sul potenziale delle carni coltivate in laboratorio per rafforzare la resilienza alimentare del paese, la Cina deve ancora approvare la vendita di carne coltivata. Pertanto, CellX dovrà superare ostacoli come la regolamentazione e l’accettazione da parte dei consumatori mentre cerca di commercializzare le sue offerte di carne stampata in 3D.

Finora, il team di CellX ha ridotto di cinque volte il costo della sua tecnologia di biostampa 3D e prevede di ridurlo di 10 volte il prossimo anno. Entro il 2025, l’azienda spera di raggiungere costi competitivi con la carne animale per rendere la commercializzazione una realtà.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi