LA PRIMA CASA STAMPATA IN 3D IN CALIFORNIA MOSTRA COME SI POSSONO REALIZZARE ALLOGGI RESILIENTI IN UN’AREA PRECEDENTEMENTE DEVASTATA DAGLI INCENDI
La piccola città di Redding, in California, subisce più di 100 incendi all’anno. Ma i giorni degli incendi che hanno devastato migliaia di case potrebbero presto finire a causa dell’emergere della stampa 3D di costruzioni.
La casa di 1.200 SF (112 m2) è stata stampata in 3D con cemento reale prodotto localmente mescolato in loco ed eretta nell’area di Redding, nel nord della California, che ha perso 1.100 case negli incendi del 2018
La casa a un piano è alta 8 piedi, con pareti di cemento intercapedine ciascuna di 50 mm ed è stata autorizzata secondo il rigoroso codice edilizio della California
Il costo del cemento per le pareti era inferiore a $ 5.000 USD e la stampa ha richiesto 30 ore
Il design della casa sarà replicato in numerose nuove case stampate in 3D che saranno realizzate da Emergent3D nel nord della California
Circa 200 miglia a nord di San Francisco, circondata da foreste nazionali, si trova Redding con una popolazione di 100.000 abitanti. Nessuna delle città più famose della California è stata colpita dai numerosi incendi boschivi che hanno colpito la città. Redding sta subendo più di 100 incendi all’anno. L’area di Redding è stata la più colpita nel 2018 dall’incendio di Carr, dove sono andate distrutte 1.100 case, 270 delle quali direttamente nella città di Redding. Neighbouring Paradise ha perso più di 11.000 case, causando danni per 16 miliardi di dollari e 85 vittime.

Ma i giorni degli incendi che hanno devastato migliaia di case nel nord della California potrebbero presto finire. L’Enterprise Park di Redding ha recentemente assistito alla costruzione della prima casa stampata in 3D in California realizzata con vero cemento, molto più resistente agli incendi rispetto alla costruzione con bastoncini. Il calcestruzzo è stato realizzato utilizzando la soluzione concreta D.fab sviluppata da COBOD e CEMEX, uno dei maggiori produttori mondiali di calcestruzzo. La casa con i suoi 1.200 SF è stata finanziata dalla città di Redding per aiutare a portare la nuova entusiasmante tecnologia, che può aiutare a risolvere la crisi abitativa della California. La casa è stata realizzata da Emergent3D, un appaltatore locale di stampa 3D, utilizzando una stampante da costruzione 3D BOD2 del leader di mercato COBOD. Matthew Gile, fondatore e capo visionario di Emergent3D, ha dichiarato: “La nostra Wildfire Restoration House a Redding apre nuove opportunità per alloggi a prezzi accessibili resistenti al fuoco nel nord della California. Rispetto allo stick build, la tecnologia di stampa 3D in calcestruzzo non solo offre case più durevoli, ma apre a maggiori possibilità di design e progetti più efficienti dal punto di vista energetico e dei materiali ”.

La casa con 3 camere da letto, 2 bagni e un open space è stata progettata dall’architetto Benjamin Albertson per la massima comodità dei residenti. Dispone di ampie doppie finestre che si affacciano sul retro della casa per mantenere l’isolamento lasciando entrare la massima luce naturale e viste fornite attraverso il vetro dal pavimento al soffitto in uno spazio abitativo aperto. Inoltre, la costruzione presenta pareti organicamente curve al centro della casa per definire gli ingressi e aggiungere fascino visivo e carattere distintivo all’edificio. Don Ajamian, CEO di Emergent3D, ha dichiarato: “La capacità di Emergent3D di impiegare la tecnologia di stampa concreta ci offre l’opportunità di allontanarci dalla costruzione di cose che sono solo dritte, squadrate e a piombo – le regole con cui ho costruito per tutta la mia carriera. Se a questo si aggiunge che il costo del calcestruzzo per realizzare le pareti resilienti e durevoli è stato di soli $ 4.687 USD e che sono state necessarie solo 30 ore di stampa per realizzarlo, è chiaro che la stampa 3D in calcestruzzo offre le soluzioni che la California del Nord ha cercando”

Emergent3D è già impegnato a stampare in 3D la loro prossima casa a Redding, una copia della prima casa a Enterprise Park. Poiché il primo progetto e la casa sono già consentiti dal relativamente rigido California Building Code, utilizzare nuovamente lo stesso progetto consente a Emergent3D di procedere più rapidamente. In totale Emergent3D ha in programma di stampare lo stesso progetto per 7 case, inclusa la città californiana di Paradise, che è stata colpita maggiormente dagli incendi con la perdita di oltre 11.000 case.

Philip Lund-Nielsen, co-fondatore di COBOD e capo delle Americhe, ha dichiarato: “ Siamo entusiasti di avere Emergent3D come nostro cliente e di vedere come, con l’aiuto della stampa 3D, stanno aiutando la California settentrionale a combattere gli incendi. Don e il suo team hanno mostrato una passione straordinaria sin da quando ci siamo fidanzati la prima volta e stanno avanzando così velocemente che non vediamo l’ora di vedere il loro prossimo progetto”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi