UILA, un prototipo rivoluzionario per la mobilità sostenibile, che unisce eBike e veicolo elettrico. Progettato dallo studio di innovazione nFrontier con sede a Berlino e presentato in collaborazione con il partner di stampa 3D Stratasys, UILA aiuta a risparmiare energia, risorse e tempo.

Oggi, in anteprima mondiale al Formnext 2022, nFrontier, lo studio di innovazione e venture builder con sede a Berlino, ha presentato UILA, un veicolo rivoluzionario e un concetto di marchio. Come novità nel settore, il prototipo perfettamente funzionante è un ibrido tra una bici da carico elettrica e un piccolo veicolo elettrico (EV). Sfruttando ampiamente la stampa 3D, UILA è stata presentata in collaborazione con il partner di settore nFrontier Stratasys Ltd. (Nasdaq: SSYS) (in mostra presso lo stand Stratasys, padiglione 12.1, stand D121), leader nelle soluzioni di stampa 3D polimerica, ed è una vetrina per l’integrazione tecnologie dirompenti in una soluzione di mobilità sostenibile. Definendo nuovi standard nella personalizzazione resa possibile dalla produzione additiva (AM), UILA pronta per il mercato offre una soluzione all’avanguardia per la connettività dell’ultimo miglio.

Con una trasmissione elettrica senza catena, il veicolo accelera senza sforzo fino a una velocità massima di 25 km/h e ha un’autonomia di 60-70 km. La due posti a quattro ruote fornisce anche un carico utile fino a 250 kg. Con una lunghezza di 230 cm, il veicolo è alto solo 170 cm e largo 90 cm, per un peso totale di 70 kg. Con rinomati partner di ingegneria e produzione a bordo, nFrontier sta preparando UILA per la produzione in serie e la registrazione del traffico in Germania nel 2024.

“UILA è la nostra risposta ad alcune delle sfide più urgenti del nostro tempo come il cambiamento climatico e l’attuale crisi energetica. UILA non solo sta cambiando radicalmente il modo in cui ci spostiamo, ma fornisce anche una soluzione di mobilità veramente sostenibile e rivoluzionaria. Allo stesso tempo, offre una serie di funzionalità e risorse digitali che superano di gran lunga gli attuali standard del settore delle biciclette “, ha affermato il CEO di nFrontier Daniel Buening, aggiungendo:” Siamo orgogliosi di svelare UILA insieme al nostro partner Stratasys. Le loro tecnologie sono state al centro del nostro sviluppo di prototipi e saranno una parte fondamentale del nostro processo di produzione.“

Gli studi attuali suggeriscono che entro il 2040 ci saranno più di 750 milioni di veicoli elettrici a due e tre ruote sulle strade a livello globale. In definitiva, il mercato di veicoli come UILA è illimitato: a causa delle sue dimensioni e della trasmissione a pedali è tecnicamente una bicicletta, quindi non è necessaria la patente di guida, consentendo agli utenti di guidarla su piste ciclabili. Contrariamente alle cargo bike, UILA offre un comfort aggiuntivo solitamente offerto solo nei piccoli veicoli elettrici: un moderno sistema di infotainment, comprese le funzionalità BYOD (smartphone) che collegheranno le soluzioni di visualizzazione interne. Con l’aiuto dell’App UILA, gli utenti potranno chiamare il veicolo parcheggiato in modo che si avvicini autonomamente a te (‘Come to me Mode’) o ti segua senza conducente (‘Follow me Mode’).

“UILA è progettata per essere un dispositivo digitale dotato di molte utili funzionalità digitali che renderanno più piacevole la guida da A a B. Ci piace definirlo un “dispositivo urbano” perché crediamo che queste funzionalità sbloccheranno il pieno potenziale di UILA come prodotto con un impatto potenzialmente enorme sul trasporto urbano “, ha aggiunto il Dr. Stephan Beyer, CVO di nFrontier.

UILA è un esempio di come la stampa 3D stia trasformando non solo il processo di sviluppo del prodotto ma anche la produzione. L’utilizzo della tecnologia Stratasys FDM® per la stampa 3D di componenti del corpo di grande formato ha ridotto significativamente il costo di produzione di quelle stesse parti utilizzando la produzione tradizionale, come lo stampaggio a iniezione, risparmiando anche tempo perché le parti potevano essere facilmente prodotte internamente presso nFrontier. Inoltre, il team nFrontier ha progettato UILA per utilizzare anche parti stampate in 3D nel processo di produzione sfruttando tecnologie di produzione additiva di volume più elevato come SAF™ a base di polvere o sistemi P3™ a base di fotopolimeri. Ciò riduce i costi e migliora la sostenibilità stampando meno componenti con meno materiale e facendolo localmente, nei mercati in cui vengono venduti i veicoli UILA, riducendo le sfide della catena di approvvigionamento e le emissioni dei trasporti.

“Il nostro slogan in Stratasys è ‘Create Unlimited’, il che significa che non dovrebbero esserci limiti a ciò che è possibile fare con le nostre tecnologie di stampa 3D”, ha dichiarato Andreas Langfeld, presidente di Stratasys EMEA. “UILA è un perfetto esempio dell’innovazione che cerchiamo di coltivare, sfruttando la produzione additiva nell’intero processo di sviluppo del prodotto, dalla progettazione alla produzione, per portare sul mercato un prodotto dirompente e più sostenibile. È fantastico vedere come nFrontier abbia utilizzato la nostra tecnologia FDM al massimo delle sue potenzialità, progettando anche UILA per sfruttare appieno la stampa 3D su scala di produzione mentre passano alla commercializzazione.

UILA è stata progettata dal lead designer di nFrontier Joschua Kranke ed è uno sviluppo dell’EmTeCe (Emerging Technology Center) di nFrontier, una struttura leader di tecnologie emergenti applicate in modo creativo in software e hardware in cui Stratasy

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi