Il nuovo materiale di stampa 3D antivirale potrebbe rimuovere il 70% del virus COVID-19 in due minuti
 
Dopo più di un anno di ricerca, un team di scienziati dell’Università Politecnica di Hong Kong (PolyU) ha sviluppato un materiale antivirale stampabile in 3D. Secondo i ricercatori, questo nuovo materiale sarebbe in grado di combattere efficacemente il Covid-19, indipendentemente dalla variante, oltre che contro altri batteri. Sebbene questo progetto possa essere intrigante, non è la prima volta che viene sviluppato questo tipo di iniziativa. Lo scorso febbraio, il gruppo di ricerca AMFM (Additive Manufacturing Functional Materials) ha anche presentato un materiale antivirale stampabile in 3D. Ma a differenza di quest’ultimo, che è fatto di metalli, il materiale di PolyU incorpora la resina.

Professore Associato dell’Istituto di Tessile e Abbigliamento di PolyU, il ricercatore Lo Kwan-Yu ha guidato la ricerca. Ha affermato: “Il 70 percento del coronavirus può essere eliminato in due minuti, secondo i test di laboratorio, e oltre il 90 percento può essere ucciso dopo 10 minuti. Tutti i virus e i batteri su una superficie possono essere eliminati in pratica in 20 minuti”. Nella fase sperimentale, gli scienziati hanno realizzato protezioni per le maniglie della porta del bagno e pulsanti dell’ascensore in Braille per testare l’efficacia del materiale. E dopo un anno di utilizzo in luoghi pubblici, da queste parti non sono state rilevate tracce del coronavirus o di altri batteri. Prova che i ricercatori di Hong Kong hanno sviluppato un materiale efficace a lungo termine.

 
Un materiale per le istituzioni pubbliche
Per progettare il materiale, i ricercatori hanno aggiunto agenti antivirali alla resina, uno dei materiali di stampa 3D più popolari. A differenza di molti materiali, in cui gli agenti sono rivestiti in superficie, qui sono incorporati nel materiale per evitare che i detergenti compromettano le prestazioni antivirali. I membri del progetto spiegano che, attraverso la produzione additiva, sono stati in grado di produrre parti di varie forme per soddisfare esigenze diverse. Potendo essere utilizzato nella produzione su larga scala, il materiale di PolyU è destinato principalmente all’uso in strutture pubbliche. Nei prossimi mesi, il team di scienziati produrrà coperture per maniglie delle porte per più di 100 edifici a Hong Kong e spera di equipaggiare scuole, trasporti pubblici e strutture sanitarie.
Attualmente in attesa di brevetto, l’innovazione dei ricercatori si distingue anche per il suo basso prezzo. Ad esempio, il costo di produzione di un pulsante dell’ascensore dal materiale antivirale sarebbe di $ 2,5. Mentre molti paesi sono ancora pesantemente colpiti dal Covid-19, il materiale antivirale di PolyU potrebbe diventare rapidamente essenziale grazie alle sue proprietà e alla flessibilità offerta dalla stampa 3D.  

da PolyU

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi