Il progetto DREAMS  da 6 milioni di euro, guidato da DIMECC e finanziato da aziende e Business Finland, creerà un database di materiali per la stampa 3D dei metalli contenente dati su migliaia di provini stampabili.

La produzione additiva (AM) viene utilizzata sempre di più in Finlandia ogni anno, ma il suo utilizzo può ancora essere notevolmente aumentato. Il settore giovane soffre della mancanza di standardizzazione e delle differenze materiali e tecniche del metodo rispetto ai metodi di produzione tradizionali. Per rimediare a questo, è stato lanciato nel FAME (Finnish Additive Manufacturing Ecosystem) il progetto DREAMS (Database for Radiically Enhancing Additive Manufacturing and Standardization). Nel progetto guidato da DIMECC, aziende e istituti di ricerca aumenteranno la loro esperienza di stampa 3D domestica al massimo livello internazionale entro il 2024.

Il progetto creerà un database di materiali completo e aperto ricercando circa 10.000 barre di prova in metallo realizzate con materiali diversi, con diverse stampanti 3D e utilizzando diversi metodi di stampa. La banca dati compenserà la mancanza di standard di settore e faciliterà l’utilizzo della stampa 3D dei metalli nelle applicazioni più impegnative, che saranno anche oggetto di studio nel progetto.

“Wärtsilä crede nel funzionamento dell’ecosistema FAME e nella condivisione di conoscenze e competenze. DREAMS rende possibile tutto questo e ci assicura la condivisione non solo dei problemi, ma anche delle soluzioni. In questo modo, creiamo una base di conoscenza comune che aiuterà tutte le parti ad accelerare la crescita della produzione che migliora i materiali. Per Wärtsilä, AM ci consente di progettare parti impegnative che ci aiuteranno a mantenere il nostro impegno per la neutralità del carbonio e garantire una linea di produzione più flessibile e riconfigurabile “, afferma Giuseppe Saragò , Direttore dell’approvvigionamento dei materiali di Wärtsilä.

“Il database aperto è unico. Consente alle aziende finlandesi di crescere creando una rete di eccellenza che può anche accelerare la crescita di Wärtsilä attraverso nuove opportunità di filiera ad alta tecnologia. ”

 
Secondo la crescente crescita della stampa 3D
Si prevede che il mercato globale della stampa 3D crescerà da 10 miliardi di euro a oltre 100 miliardi di euro entro il 2030. La Finlandia ha ancora l’opportunità di diventare uno dei principali paesi di stampa prima che la crescita prevista si concretizzi.

DREAMS è il primo grande progetto RDI nell’ecosistema FAME istituito nel 2020.

“Il nostro primo progetto è un’eccellente dimostrazione di cooperazione tra diversi attori e credo che il progetto consentirà alle aziende finlandesi di trarre vantaggi significativi dall’industrializzazione della stampa 3D”, afferma Tero Hämeenaho , presidente dell’ecosistema FAME e direttore AMO di Etteplan.

“Con l’aiuto delle implementazioni di DREAMS a livello globale, siamo in grado di portare il know-how finlandese alla consapevolezza internazionale. Lo sviluppo della stampa 3D domestica è importante in modo che il settore sia orientato all’esportazione anziché all’importazione in futuro”, afferma Markus Korpela , direttore dell’ecosistema FAME presso DIMECC Oy.

La stampa 3D implementa anche concretamente la transizione verde digitale nell’industria consentendo soluzioni tecniche più efficienti dal punto di vista energetico.

Vantaggio per l’intera industria finlandese
Il progetto DREAMS è implementato utilizzando il modello di co-sviluppo DIMECC come progetto congiunto tra aziende e università, nel qual caso i benefici da raggiungere possono essere condivisi tra l’intera industria finlandese.

“L’ampia banca dati sui materiali, creata in collaborazione diretta con la rete industriale, è un’opportunità unica a livello mondiale per creare nuovi dati di ricerca sulle proprietà dei materiali delle parti stampate in 3D, sulla loro ottimizzazione e gestione”, afferma Antti Järvenpää , Direttore della ricerca dell’Università del gruppo di ricerca FMT di Oulu .

DREAMS include CITEC, Elomatic, Etteplan, Lillbacka Powerco, Patria, Raute, Vilpe, Wärtsilä, l’Università di Oulu, Lappeenranta-Lahti University of Technology LUT e l’Università di Turku. Il progetto DREAMS è finanziato da Business Finland e dalle società partecipanti.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi