Dyndrite ha annunciato la disponibilità della sua API Raster e Vector Toolpathing avanzata che offre funzionalità “dirompenti” per la produzione additiva.

I nuovi set di strumenti possono essere concessi in licenza da OEM di macchine che sviluppano processi di stampa 3D raster (DLP, LCD, Binder Jetting) e basati su vettori (DMLS, SLM, SLS), nonché utenti finali che mirano a sviluppare e qualificare macchine, materiali e geometrie senza rivelando IP o impiegando grandi team di sviluppo software.

Dyndrite crede che i suoi nuovi strumenti software aiuteranno a democratizzare la capacità di creare strategie di percorsi utensile che facilitino la stampa 3D di progetti precedentemente impossibili, rilevando anche upskin, downskin, inskin e caratteristiche senza tagliare angoli grazie alle sue capacità di segmentazione volumetrica 3D delle parti. La funzione di segmentazione volumetrica delle parti 3D utilizza un motore voxel basato su GPU e si dice che superi le metodologie di percorsi utensile booleane strato per strato esistenti. I campi 3D sono sogliati e booleani per consentire l’assegnazione di parametri diversi all’interno di un singolo modello, il che consente di sviluppare strategie di costruzione robuste che corrispondono alla geometria da stampare. Questo potrebbe risolvere caratteristiche grandi e piccole alla risoluzione della macchina, assegnando strategie ad alta produttività per sezioni più spesse,

Altre funzionalità della segmentazione volumetrica 3D delle parti includono la generazione di riquadri macchina “consapevoli delle funzionalità”, l’utilizzo della geometria per determinare in modo programmatico parametri di processo accuratamente classificati e la capacità di creare un numero illimitato di soglie, utilizzando l’API, per fornire parametri accurati a ogni condizione nella build. L’API Toolpathing consente inoltre un’assegnazione più dettagliata dei parametri attraverso il flusso di lavoro, incluso l’offset di contorni e zone esterni; assegnazione dei parametri di processo e dei vincoli della macchina; piastrellatura a macchina e di processo; e l’unione, l’ordinamento e il filtraggio.

“La generazione di percorsi utensile o l’istruzione di una macchina su come costruire esattamente la parte è fondamentale per il successo finale di quella parte, soprattutto con l’avanzare dei tipi di parti, materiali e capacità della macchina. I produttori di macchine e i loro clienti richiedono strumenti più sofisticati per essere in grado di fornire costantemente parti di qualità, in particolare, ad esempio, scambiatori di calore, turbine e altre geometrie difficili da stampare, a una velocità maggiore”, ha affermato Harshil Goel, CEO, Dyndrite. “Le innovazioni fornite da Dyndrite superano di gran lunga le capacità anche del più avanzato software sviluppato da OEM offerto oggi, ed è solo l’inizio di una riorganizzazione del settore tanto richiesta e attesa da tempo.”‍

“La vera analisi volumetrica ci consente di identificare le caratteristiche che non possono essere trovate utilizzando l’analisi 2.5D dei dati di livello. Ci consente inoltre di sviluppare strategie di percorso utensile più sofisticate in prossimità di funzioni fini generate utilizzando qualsiasi metodo: geometria CAD, dati mesh da scansione 3D o geometria implicita. Questo va ben oltre i layer booleani utilizzati per determinare upskin e downskin”, ha aggiunto Steve Walton, Head of Product, Dyndrite. “Ora possiamo utilizzare i campi 3D per assegnare i parametri durante la costruzione.”

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi