L’Advanced Manufacturing Center di Ford ha sviluppato un’interfaccia che consente alle macchine di diversi fornitori di parlare tra loro nella stessa lingua e di azionare parti della linea di produzione in modo autonomo.

Le case automobilistiche hanno incorporato la robotica nei loro processi di produzione per decenni per ridurre i costi e aumentare l’efficienza. Ma il sistema in attesa di brevetto di Ford risolve un collo di bottiglia cruciale nella linea di produzione utilizzando i robot per far funzionare le stampanti 3D durante la notte senza l’interazione umana.

Il sistema autonomo segna la prima volta che le stampanti Carbon 3D e i robot costruiti da KUKA possono parlare tra loro nella stessa lingua, aprendo possibilità illimitate per la collaborazione di altre macchine coinvolte nel processo di produzione.


Finora, l’impresa ha contribuito a produrre parti di automobili personalizzate a basso volume come la staffa della linea del freno per le auto sportive Mustang Shelby GT500 equipaggiate con il pacchetto Performance.

“Questo nuovo processo ha la capacità di cambiare il modo in cui utilizziamo la robotica nei nostri impianti di produzione”, ha affermato in una nota Jason Ryska, direttore dello sviluppo della tecnologia di produzione globale.

Javier, il nome dato al robot su ruote dal fornitore KUKA, può far funzionare la stampante 3D continuamente senza interferenze umane, anche una volta che i dipendenti sono tornati a casa per la notte. Ford afferma che i robot apprendono costantemente dai dati della stampante per aiutare la casa automobilistica a ottenere una maggiore precisione e ridurre i margini di errore.

“Presso l’Advanced Manufacturing Center di Ford, Javier ha il compito di far funzionare le stampanti 3D da solo”, ha affermato Ford in una nota. “È sempre puntuale, molto preciso nei movimenti e lavora per gran parte della giornata, prendendosi solo una breve pausa per ricaricare”.Di solito, apparecchiature di fornitori diversi non sono in grado di interagire perché utilizzano interfacce di comunicazione separate. Il sistema Ford consente alle apparecchiature di diversi fornitori di dialogare tra loro, inviando comandi e feedback in tempo reale.

Una volta che il Carbon 3D dice a Javier che il componente stampato dell’auto è pronto, Javier lo recupera e lo mette da parte affinché un operatore umano lo raccolga in seguito.

Ford ha depositato numerosi brevetti per la tecnologia alla base delle sue interfacce di comunicazione e del posizionamento preciso dei robot. Sebbene il processo sia autonomo, gli operatori umani devono caricare i progetti 3D sulla stampante e mantenere i macchinari.

Javier di Ford

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi