Framatome installa il primo componente combustibile in acciaio inossidabile stampato in 3D presso la centrale nucleare di Forsmark 

Framatome ha completato l’installazione del primo componente di combustibile in acciaio inossidabile stampato in 3D presso la centrale nucleare di Forsmark, gestita da Vattenfall in Svezia. Le griglie superiori dell’ATRIUM 11 sono state progettate, prodotte e installate nell’unità Forsmark 3 per un programma di irraggiamento pluriennale in collaborazione con KSB SE & Co KgaA.

“I progressi nell’integrità dei componenti prodotti utilizzando la stampa 3D sono rivoluzionari nella generazione di energia a basse emissioni di carbonio sicura e affidabile per operazioni a lungo termine”, ha affermato Lionel Gaiffe, vicepresidente esecutivo senior della Fuel Business Unit di Framatome. “Apprezziamo Vattenfall per aver aperto le sue porte e aver fornito un trampolino di lancio per innovazioni e sviluppi futuri che sostituiranno la produzione convenzionale”.     

La griglia della piastra di fissaggio superiore, situata nella parte superiore del gruppo carburante ATRIUM 11, è un componente non strutturale portante che fissa le barre del carburante e impedisce ai detriti più grandi di entrare nel gruppo carburante dall’alto. Le griglie delle piastre di fissaggio superiori sono facilmente ispezionabili e i campioni sono accessibili per qualificare questo nuovo processo di produzione per l’uso nel reattore secondo necessità.

“Il funzionamento sicuro degli assiemi di carburante è fondamentale per Vattenfall”, ha affermato Ella Ekeroth di Vattenfall Nuclear Fuel AB. “Insieme a questo principio di base, i nostri contributi allo sviluppo di processi di produzione efficienti e affidabili sono nel migliore interesse dell’intera industria nucleare. L’obiettivo generale di queste attività è mantenere e migliorare ulteriormente la sicurezza e consentire operazioni economicamente sostenibili a lungo termine”.

Durante il processo di produzione convenzionale, le griglie delle piastre di fissaggio superiori vengono saldate al laser, utilizzando fogli stampati simili a pettini che richiedono fasi di produzione aggiuntive e la supervisione dell’operatore. La produzione additiva semplifica il processo di produzione e aumenta le opzioni di progettazione per funzionalità avanzate e prestazioni migliorate.

L’iniziativa di Framatome di introdurre la produzione additiva nel combustibile nucleare è iniziata nel 2015 e si concentra su componenti di assemblaggio di combustibili in acciaio inossidabile e leghe a base di nichel. Nel 2021, un elemento di fissaggio del canale di assemblaggio del carburante in acciaio inossidabile stampato in 3D creato da Framatome in collaborazione con l’Oak Ridge National Laboratory è stato caricato in una centrale nucleare di un reattore ad acqua bollente commerciale degli Stati Uniti. Gli esperti di carburante Framatome in Francia, Germania e Stati Uniti hanno sviluppato questa tecnologia in stretta collaborazione con clienti di tutto il mondo.

Framatome ha installato il primo componente di combustibile in acciaio inossidabile stampato in 3D presso la centrale nucleare di Forsmark  (foto di Framatome )

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi