Freemelt ottiene dei  brevetti per il metodo di rimozione della polvere negli Stati Uniti e in Europa
 
Freemelt, Mölndal, Svezia, ha ottenuto brevetti negli Stati Uniti e in Europa relativi a un metodo per rimuovere la polvere dalle parti prodotte in modo additivo, che si dice consentirà agli utenti di produrre parti più complesse.

Nelle macchine per la produzione additiva di Freemelt, il processo di costruzione avviene a temperature elevate per aumentare la produttività e migliorare le proprietà dei materiali. Ciò significa che i granelli di polvere nelle aree all’interno della parte fabbricata a volte rimangono bloccati dopo la produzione. I brevetti forniscono protezione per quanto riguarda un metodo per rimuovere la polvere bloccata, ad esempio, nei canali di raffreddamento e in altri spazi confinati.

“Questa innovazione aumenta le opportunità di utilizzare la tecnologia di stampa 3D in più aree di applicazione e può aumentare la competitività dei nostri clienti”, ha affermato Ulric Ljungblad, co-fondatore e CEO di Freemelt. “Esempi di questo sono gli scambiatori di calore che spesso hanno molte cavità a cui è difficile accedere”.

I brevetti sono concessi negli Stati Uniti e in Europa e sono convalidati in Svezia, Germania e Regno Unito. La protezione per questo si estende fino al 26 marzo 2039, in tutte le giurisdizioni.

“Il gelo è una forza della natura che può macinare le montagne, qui utilizziamo lo stesso semplice principio per consentire la pulizia delle polveri da dettagli complessi”, ha aggiunto Robin Stephansen co-fondatore di Freemelt e inventore di questo brevetto.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi