Graphmatech e l’Università di Uppsala conducono ricerche sul rame nella produzione additiva

I ricercatori dell’Università di Uppsala e l’azienda svedese di materiali in grafene Graphmatech ritengono di essere riusciti ad aumentare la densità e ad abbassare la riflettività delle parti stampate realizzate con polvere di rame.

La stampa di rame puro è stata considerata impegnativa in parte a causa dell’elevata riflettività e della bassa densità, perché solo una piccola parte di energia viene assorbita dal materiale nel processo di fusione del letto di polvere laser.

Sulla scorta della ricerca condotta dal professor Ulf Jansson presso il laboratorio di Angström dell’università, i partner ritengono di aver superato questi problemi. Sfruttando l’esperienza fornita da Graphmatech, il grafene è stato incorporato nel potere di avere un impatto positivo sulla densità delle parti stampate, alterare la superficie dei componenti e anche ridurre la loro porosità. Graphmatech, che è stato recentemente rivelato di lavorare con il fornitore di SLS Wematter, sta ora lavorando attivamente per aumentare la tecnologia che ha consentito questa polvere di grafene-rame.

“Modificando la superficie della polvere di rame utilizzando la tecnologia brevettata di grafene di Graphmatech, abbiamo ridotto con successo la riflettanza fino al 67%”, ha affermato il dott. Mamoun Taher, CEO di Graphmatech.

“Il nuovo processo sviluppato per rivestire la polvere metallica con grafene apre prospettive molto interessanti per la progettazione di nuovi materiali in varie applicazioni”, ha affermato il professor Jansson.

“Questo materiale ibrido stampabile in 3D ha il potenziale per aggiungere valore in una vasta gamma di settori, come la mobilità elettrica, l’elettronica e la difesa”, ha aggiunto il dott. Taher.

Simon Tidén dell’Università di Uppsala, uno studente di dottorato, ha recentemente ricevuto un premio poster alla Swedish Arena for Additive Manufacturing of Metals Conference per la ricerca. Con il ridimensionamento della tecnologia, vengono compiuti “progressi significativi” in altri compositi grafene-metallo e polveri rivestite per la produzione additiva con i partner del progetto.

Be the first to comment on "Graphmatech e l’Università di Uppsala conducono ricerche sul rame nella produzione additiva"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi