Holo assicura i finanziamenti della serie B ed espande la tecnologia di stampa 3D in metallo in nuovi mercati dei materiali 

La società di produzione di additivi metallici Holo ha attirato investimenti da due nuove fonti in quanto lancia la sua tecnologia PureForm in rame, acciaio inossidabile e altri metalli.

La società, che è stata scorporata da Autodesk nel 2017, ha lanciato la sua tecnologia di stampa 3D in metallo PureForm in rame puro tramite un’offerta di servizi all’inizio di quest’anno e ora ha ampliato i materiali metallici con cui può lavorare raccogliendo anche più fondi attraverso la sua serie B giro di investimenti. Lam Capital , il gruppo di rischio di Lam Research , e Atreides Management , un fondo crossover orientato al lungo termine, sono gli ultimi a dare il loro sostegno finanziario a Holo, dopo che Prelude Ventures, Tao Capital Partners e Lightspeed Venture Partners avevano già investito.

Dopo aver chiuso il round di finanziamento della serie B, a cui hanno contribuito tutti e tre gli investitori esistenti, Holo ha in programma di “crescere in modo aggressivo” nel 2021 e nel 2022 raddoppiando le dimensioni dell’azienda, accelerando lo sviluppo dei suoi 3.000 cm 3 / ora di altezza durante la produzione sistema e ampliando ulteriormente il proprio portafoglio di materiali.

 
Da quando ha annunciato ufficialmente il suo lancio sul mercato all’inizio di quest’anno, Holo si è già affermata in diversi mercati dei metalli consentendo applicazioni nei componenti elettrici, nella gioielleria, nell’industria medica e dentale. Queste applicazioni includono bobine di micro induttori con caratteristiche fini costruite con trefoli da 400 µm; gioielli personalizzati di alta gamma per il Diamond Centre Wales; misurini per biopsia in acciaio inossidabile con punta acuminata fino a 20 µm; e monconi dentali con filettature funzionali stampate che mantengono un passo di 200µm.

“Siamo rimasti stupefatti dalla risoluzione e dalla qualità della superficie delle parti che Holo è in grado di produrre e siamo entusiasti di esplorare con loro la stampa diretta in metallo dei gioielli”, ha commentato Simon Evans, Senior Manager di Diamond Centre Wales. “Sfruttare la libertà di progettazione dell’additivo e le raffinate caratteristiche di PureForm ci consentirà di creare pezzi davvero unici e personalizzati per i nostri clienti che non potrebbero essere realizzati utilizzando altri processi di produzione”.

Holo vede la capacità di PureForm di produrre parti complesse con caratteristiche fini, difficili o impossibili da realizzare con le tecniche tradizionali, come uno dei vantaggi chiave della tecnologia. In tal modo, l’azienda crede che aiuterà anche i suoi clienti a produrre parti a costi inferiori. Sono queste qualità che hanno portato Lam Capital e co ad investire nell’azienda.

“Riteniamo che l’approccio di Holo alla produzione additiva in metallo abbia un grande potenziale”, ha affermato l’amministratore delegato di Lam Capital Faran Nouri. “La produzione additiva è una parte importante della nostra strategia di sviluppo e innovazione e questo finanziamento è in linea con la missione di Lam Capital di investire in aziende lungimiranti che possono aiutare ad affrontare i problemi più impegnativi di oggi”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi