I cinque ostacoli per lo sviluppo della produzione in serie della stampa 3d

I cinque maggiori ostacoli per l’implementazione della produzione in serie AM

Qualche settimana fa, ho pubblicato un video che mostra che la produzione in serie di Materials Solutions è attualmente in pieno svolgimento. La nostra filiale è un fornitore di servizi completo e fornisce soluzioni AM non solo a Siemens Energy, ma anche a terzi.

La turbina di pre-combustione per il nostro motore a turbina a gas di classe H è un perfetto esempio di produzione additiva in serie. La parte è un componente di servizio attivo con una domanda di produzione di oltre 1.000 unità all’anno. Convenzionalmente, lo swirler è costituito da dieci parti fuse e lavorate saldate insieme. Le fasi di lavorazione, saldatura e assemblaggio convenzionali hanno rappresentato circa sei ore di tempo di lavorazione per turbina, escluso il tempo per la fusione. La versione AM, invece, richiede solo un’ora di post-elaborazione. Consiste nella rimozione della polvere, nella rimozione di parti mediante elettroerosione a filo, nella rimozione delle strutture di supporto e nella pallinatura.

Ulteriori vantaggi oltre alla riduzione della complessità sono un time to market drasticamente ridotto (ad esempio da 18 a 3 mesi) e migliori caratteristiche di progettazione, che potrebbero portare a una maggiore efficienza o minori emissioni. Inoltre, la minore necessità di inventario e quindi minori costi di archiviazione e un flusso di cassa gratuito ottimizzato.

Ora ti starai chiedendo se la tua azienda potrebbe trarre vantaggio dall’AM. Dalla mia esperienza, ci sono cinque ostacoli importanti – fatti concreti e semplici – che devono essere superati.

I cinque maggiori ostacoli

  1. Ottieni la tecnologia giusta. Innanzitutto vanno chiarite le questioni tecnologiche fondamentali: esiste un materiale adatto per il componente? Il componente stampato in 3D sarebbe in grado di sopportare i carichi termici e aerodinamici durante il funzionamento a lungo termine? Il design desiderato può essere realizzato con AM?
  2. Qualificare il prodotto per la produzione in serie. Nella fase successiva, è necessario chiarire se la produzione in serie è fattibile e ragionevole. Di quante unità avrai bisogno al mese? Quanto sarà complessa la post-elaborazione? Come si confrontano i costi con la produzione convenzionale?
  3. Ottieni l’approvazione degli stakeholder esecutivi. Oltre alla tecnologia e alla possibilità di produzione in serie, è determinante il supporto del top management. Solo se i principali responsabili delle decisioni importanti sono dietro AM e approvano i budget necessari, il progetto può avere successo.
  4. Convincere i responsabili delle decisioni sul livello di capacità tecnologica del prodotto. Anche i responsabili delle decisioni a livello di prodotto devono essere dietro l’introduzione di parti prodotte con additivi nei loro prodotti. Spesso evitano il rischio di modifiche ai loro prodotti e non vogliono assumersi la responsabilità da soli. Ciò richiede molta comunicazione e persuasione, le decisioni devono essere delegate a un livello superiore o devono essere consultate ulteriori opinioni di esperti.
  5. AM team guidato da uno scopo. La definizione di un obiettivo comune chiaro da raggiungere attraverso l’introduzione dell’AM è molto importante. Una volta che il team capirà il valore aggiunto e riconoscerà il grande potenziale, sarà pienamente dietro AM e guiderà l’introduzione di parti stampate in 3D. Il motto deve essere “Insieme guidiamo la rivoluzione AM”.

Markus Seibold da Linkedin

Be the first to comment on "I cinque ostacoli per lo sviluppo della produzione in serie della stampa 3d"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi