Annunciati i vincitori del 2021 Formnext Start-Up Challenge e AM Ventures Impact Award
 
Mentre l’ evento fisico è stato annullato l’anno scorso a causa della pandemia di COVID-19, Formnext è tornato dal vivo e di persona quest’anno, dal 16 al 19 novembre, anche se con alcune regole molto specifiche per la partecipazione . Anche la sfida internazionale Formnext Start-Up è tornata per il suo 7° anno , premiando le giovani imprese AM per i loro sviluppi innovativi e idee di business. I partecipanti di quest’anno coprono una gamma di interessanti applicazioni di stampa 3D e alcuni hanno già ricevuto brevetti e finanziamenti, quindi è sicuro dire che i vincitori di quest’anno sembrano essere pronti per il mercato.

Sascha F. Wenzler, Vice President di Formnext presso Mesago Messe Frankfurt , ha dichiarato: “La qualità sempre crescente e lo sviluppo mirato delle giovani imprese mostrano il grande potenziale all’interno dell’industria AM ed evidenziano il fatto che il settore produce sviluppi critici che in futuro influenzeranno la nostra industria, la medicina e altre aree della vita”.
Le aziende riconosciute nella Formnext Start-up Challenge 2021 non dovevano avere più di cinque anni e, durante la valutazione dei candidati, i giudici sono rimasti molto colpiti dalle innovazioni tra cui la stampa 3D medica, del vetro e nano. Il primo vincitore è la startup danese Atlant 3D Nanosistemi ApS , che sta sviluppando una piattaforma per prototipare e stampare in 3D micro e nanocomponenti multimateriali ad alta precisione utilizzando la sua tecnologia di produzione avanzata di strati atomici su richiesta , basata sull’elaborazione atomica diretta diretta dell’area del microreattore ibrido ( μSADALP).

“Il nostro team ha sviluppato una nuova tecnologia che ha il potenziale per rivoluzionare diversi settori”, ha affermato il dott. Maksym Plakhotnyuk, CEO e fondatore di Atlant 3D. “Portiamo una tecnologia di produzione avanzata ibrida basata sui principi del film sottile e sulla produzione additiva. La presentazione al Formnext è un’eccellente opportunità per la nostra azienda di presentare il nostro know-how, trovare potenziali partner e clienti”.
La startup afferma che le sue avanzate due piattaforme Nanofabricator possono elaborare fino a sei materiali, fino a 300 mm di dimensione e con diverse morfologie, su substrati contemporaneamente per scopi di ricerca e sviluppo accademici e industriali, e il Nanofabricator Lite è stato sviluppato per soddisfare rigide specifiche per suo cliente, la NASA. Infatti, Atlant 3D testerà presto il Nanofabricator Lite con la NASA per la microfabbricazione in assenza di gravità o microgravità.

La startup statunitense Azul 3D è stata la seconda vincitrice della sfida, con la sua tecnologia High Area Rapid Printing (HARP) pensata per accelerare notevolmente la produzione, offrendo anche dettagli precisi, grande volume di stampa e superfici eccellenti.

“Siamo entusiasti di lanciare la nostra nuova stampante 3D LAKE per il mercato europeo al Formnext 2021″, ha affermato CRO Tuan TranPham di Azul 3D. “Per la prima volta, stiamo combinando produttività, grandi dimensioni e materiali di alta qualità a un prezzo che consente alla stampa 3D di rivoluzionare molti tipi di produzione. Abbiamo alzato l’asticella del settore e questo è solo l’inizio”.
La tecnologia HARP, che è stata utilizzata sia per gli articoli sportivi che per i materiali elettronici , utilizza olio che scorre tra la sorgente UV e la resina guidata dalla luce per facilitare la stampa 3D rapida e non adesiva, che si dice sia molto più veloce di altre velocità di stampa su il mercato.

Fited , che è il vincitore n. 3 nella Formnext Start-Up Challenge, sta aiutando le persone con deformità spinali con lo sviluppo di una nuova soluzione intelligente che utilizza la stampa 3D e il design personalizzato; la startup lo chiama Invisalign per la colonna vertebrale, poiché questi sono gli stessi principi utilizzati per gli apparecchi dentali personalizzati.

Fited afferma che gli attuali corsetti per la scoliosi sono costosi e richiedono molto tempo da realizzare, oltre a essere imprecisi e scomodi, e la maggior parte di chi li indossa ha ancora bisogno di un intervento chirurgico, anche dopo aver indossato il tutore. La startup afferma che la sua soluzione, che si basa sulla progettazione automatica, può creare apparecchi stampati in 3D personalizzati, traspiranti ed eleganti in molto meno tempo e preverrà la necessità di un intervento chirurgico nel 72% dei casi.

 

Il quarto vincitore è Nobula AB , una startup svedese che ha creato una versatile stampante 3D desktop in vetro che si dice sia meno costosa delle soluzioni attuali. La startup ha due brevetti in sospeso, il primo per la sua stampante 3D in vetro e un secondo per la sua tecnologia di materiale di stampa 3D, che le consente di fornire stampa 3D in vetro personalizzata per la produzione, lo sviluppo e la scienza.

“È un grande onore per Nobula essere uno dei vincitori della Formnext Start-up Challenge. Come il più grande evento nella produzione additiva, Formnext è una piattaforma perfetta per presentare la nostra esclusiva tecnologia di stampa 3D in vetro”, ha affermato Chunxin Liu, CEO e co-fondatore di Nobula. “A Formnext aumenteremo la nostra visibilità, incontreremo nuovi clienti, impareremo le ultime tendenze in AM e speriamo di identificare nuove applicazioni per il nostro sistema di stampa 3D in vetro.”

Un’altra startup con sede negli Stati Uniti, Print Parts Inc. , è la vincitrice finale della sfida per la sua interessante soluzione di nanotecnologia: una firma digitale basata su nanoparticelle per aiutare a rilevare e registrare le parti stampate in 3D. Queste firme incorporate rendono i componenti stampati connessi al cloud, serializzati e scansionabili, il che dovrebbe rendere molto più semplice l’autenticazione, la gestione e la tracciabilità delle parti per tutto il loro ciclo di vita.

“Siamo onorati di essere stati riconosciuti come uno dei vincitori della Formnext Start-up Challenge”, ha affermato Ashley Kerth, Chief Product Officer di PrintParts. “Presentare i leader del settore a Formnext ci offre l’opportunità di presentare SmartParts, la nostra soluzione di tracciabilità end-to-end per l’industria della produzione additiva, alla fiera più grande ed emozionante dell’anno.”
Una volta che le parti sono state scansionate, le loro storie vengono quindi archiviate sulla piattaforma SmartParts della startup e gestite da Build Manager o da un sistema MES/ERP esistente.

 

L’ AM Ventures Impact Award è stato nuovamente presentato nell’ambito della Formnext Start-up Challenge e quasi i due terzi dei partecipanti alla sfida si sono iscritti per vincere questo premio, incentrato su approcci sostenibili che hanno un impatto positivo sugli aspetti sociali o sulla protezione dell’ambiente. La startup indiana Vispala Technologies , che rende la tecnologia assistiva indossabile più accessibile, è stata nominata vincitrice, impressionando AM Ventures con la sua attenzione alle persone nelle aree rurali e nei paesi in via di sviluppo che normalmente non hanno accesso al tipo di plantari personalizzati stampati in 3D e protesiche che la startup sviluppa.

“Noi di Vispala stiamo affrontando la sfida di modernizzare il settore delle protesi attraverso la tecnologia e l’innovazione con l’obiettivo di ripristinare il 50% o più di capacità di sostentamento per gli utenti con soluzioni comode ed esteticamente gradevoli”, ha spiegato Dipak Basu, fondatore e CEO di Vispala Technologies. “Contemporaneamente costruiremo un’impresa sociale sostenibile per ridimensionare il nostro lavoro”.
La cerimonia di premiazione si terrà martedì 16 novembre sul palco di Formnext AM4U, ei vincitori esporranno i loro prodotti anche nella Start-Up Area, padiglione 12.0, B81.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi