Cinque  satelliti AlbaPod 2.0 PocketQube di Alba Orbital , interamente stampati in 3D da CRP Technology utilizzando materiali compositi in fibra di carbonio Windform XT 2.0, sono stati lanciati con successo in orbita utilizzando un  razzo Falcon 9 lo scorso gennaio. 13, 2022, da Cape Canaveral, in Florida, come parte della missione Transporter-3 di SpaceX (Hawthorne, California, USA). Una volta separati dal razzo, i dispiegatori hanno lanciato in orbita 13 PocketQubes, un tipo di satellite miniaturizzato per la ricerca spaziale, l’ultimo dei quali ha iniziato a inviare segnali alla Terra. 

L’obiettivo della missione era dimostrare la fattibilità dei nanosatelliti su scala PocketQube che funzionano in modo affidabile senza batterie, eliminando il costo e la complessità dei sistemi di alimentazione a batteria nei piccoli satelliti. Il sensore dotato, 5 cm. cube (1/8 delle dimensioni di un cubesat) può rilevare il suo ambiente ed eseguire l’edge computing orbitale per elaborare i dati dei sensori in un modo robusto fino al funzionamento intermittente.

Durante la missione, il satellite ha raccolto dati di telemetria sul suo funzionamento (stato di alimentazione, energia immagazzinata, posizione GPS) e ha raccolto ed elaborato i dati dei sensori sul suo ambiente utilizzando applicazioni come l’apprendimento automatico e l’inferenza. I risultati sono stati rispediti sulla Terra utilizzando una radio a bassa potenza.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi