L3Harris-designed ha annunciato di aver lanciato un circuito di radiofrequenza (RF) stampato in 3D presso la Stazione Spaziale Internazionale

ISS lancia un circuito stampato in 3D realizzato con Nano Dimensions Tech

La società di tecnologia dell’informazione L3Harris-designed ha annunciato di aver lanciato un circuito di radiofrequenza (RF) stampato in 3D presso la Stazione Spaziale Internazionale. Questo lancio fa parte del Materials International Space Station Experiment (MISSE) della NASA e metterà alla prova la fattibilità spaziale della tecnologia RF stampata in 3D.

MISSE è un progetto della NASA che risale al 2006, testando l’ idoneità allo spazio dei materiali per usi futuri. I “Carrier” contenenti i materiali di prova vengono lanciati verso la ISS, quindi imbullonato all’esterno della struttura di volo MISSE orbitante per periodi fino a quattro anni. Poiché i vettori sono all’esterno, consente agli scienziati della NASA di testare se i materiali resisteranno a “condizioni meteorologiche” spaziali dure come la radiazione solare, le temperature estreme e le condizioni di vuoto.

In passato, MISSE è stato utilizzato per test su vernici, indumenti protettivi, pellicole, computer e persino semi di basilico. Oggi, il carico di MISSE include il vasto esperimento sui polimeri e sui compositi (1-3), che testa come i polimeri resistono nel vuoto dello spazio.

Per questo particolare esperimento, L3Harris ha inviato uno dei loro circuiti a radiofrequenza. Questo circuito è stato stampato da Nano Dimensions , la cui stampante DragonFly di modellazione a deposizione liquida è in grado di stampare circuiti elettronici. Secondo L3Harris, il circuito è stato lanciato nel febbraio 2021. Il circuito, oltre a un assortimento di materiali stampati in 3D, rimarrà fuori dalla ISS per sei mesi prima di essere riportato sulla Terra per i test.

Il test verrà utilizzato per determinare se i circuiti RF stampati in 3D possono essere utilizzati su piccoli satelliti. Poiché la ISS si trova in un’orbita terrestre bassa, è un terreno di prova perfetto per oggetti destinati ad essere utilizzati su piccoli satelliti a bassa quota.

La posta in gioco qui è alta. La radiofrequenza è uno degli unici modi per comunicare nello spazio e gli esploratori spaziali da quando Sputnik hanno fatto molto affidamento su di essa. Oggi, la NASA utilizza principalmente la tecnologia RF per comunicare, sebbene stia cercando alternative. Il lavoro di L3Harris ha un’inclinazione più militare, poiché in precedenza sono stati utilizzati per sviluppare sistemi di difesa missilistica satellitare e recentemente hanno ricevuto un contratto da 137 milioni di dollari dalla Lockheed Martin per i loro payload GPS digitali.

I circuiti RF stampati in 3D hanno dimostrato il loro valore e la stampa 3D per l’uso nello spazio ha una storia leggendaria . I circuiti RF stampati in 3D per uso spaziale sono molto meno testati. Ma L3Harris è fiducioso che il loro prototipo stampato in 3D resisterà al duro ambiente e al clamore.

“La produzione additiva … sta svolgendo un ruolo fondamentale nel far progredire lo sviluppo e le applicazioni di piccoli e nano satelliti e l’economia complessiva dell’orbita terrestre bassa (LEO)”, ha affermato Arthur C. Paolella, scienziato senior di L3Harris. “Le applicazioni della stampa 3D sono ampie e toccano quasi ogni aspetto della ricerca, del design e della produzione”.

Be the first to comment on "L3Harris-designed ha annunciato di aver lanciato un circuito di radiofrequenza (RF) stampato in 3D presso la Stazione Spaziale Internazionale"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi