Processo di stampa 3D Mystery Metal di Fabric8Labs
 
Fabric8Labs ha raccolto 19 milioni di dollari. Ma chi sono e cosa fanno?

Non mancano le nuove startup di stampanti 3D, anche decenni dopo lo sviluppo dei primi rudimentali processi di stampa 3D. Questo mostra chiaramente quanto l’industria deve fare per maturare.

Uno degli ultimi a diventare visibili è Fabric8Labs, con sede a San Diego, che ha sviluppato un misterioso processo di stampa 3D in metallo. Poco si sa dell’azienda; non abbiamo mai parlato con loro né li abbiamo visti a un importante evento di stampa 3D. Sono stati fondati nel 2015 e attualmente hanno diverse dozzine di dipendenti a disposizione.

La società ha ricevuto due round di finanziamenti, prima un aumento di 4 milioni di dollari nel 2018 e questa settimana un aumento di 19 milioni di dollari da una varietà di investitori, con Intel Capital come investitore principale. Ciò equivale a 23 milioni di dollari raccolti dai VC. Non siamo sorpresi di vedere Stanley Ventures tra i suoi investitori, poiché quell’organizzazione, il ramo VC di Stanley Tools, si trova spesso a investire in tecnologie 3D. Mark Cuban è anche un importante investitore in Fabric8Labs.

 
La società sta sviluppando un processo di stampa 3D in metallo che sembra essere in qualche modo diverso dagli approcci esistenti. In un’intervista su TechCrunch, il CEO di Fabric8Labs Jeff Herman ha brevemente descritto il processo:

“Il nostro processo è intrinsecamente diverso e non utilizza polveri né processi termici. Invece, si basa sulla deposizione elettrochimica, che opera a temperatura ambiente, ha una richiesta di potenza significativamente inferiore e utilizza una soluzione acquosa (a base d’acqua) composta da sali metallici a basso costo. In combinazione, le materie prime a prezzo di base e il processo efficiente dal punto di vista energetico consentono un cambio di passo nella riduzione del costo totale di proprietà e del costo per pezzo”.
Il sito Web di Fabric8Labs non spiega il loro processo o prodotto in modo descrittivo, quindi siamo lasciati a speculare su cosa potrebbero fare.



Sulla base della dichiarazione di Herman e delle immagini di Fabric8Labs, la nostra speculazione è che il processo di stampa 3D in metallo di Fabric8Labs:

Può utilizzare una forma di stampa a goccia liquida utilizzando testine a getto d’inchiostro a risoluzione molto fine
Il legame avviene per via elettrochimica, come la galvanica
Può essere ridimensionato a volumi maggiori aumentando il numero di testine a getto d’inchiostro
Richiede che le stampe siano sottoposte a una fase di post-elaborazione o passaggi in un forno per finalizzare la stampa
È in grado di ottenere una risoluzione estremamente fine
È in grado di gestire sporgenze estreme, probabilmente abilitate da un liquido di supporto separato che si solidifica, ma in seguito scompare durante la post-elaborazione
Non usa laser
Quest’ultimo punto è importante, perché la presenza di laser nelle tradizionali stampanti 3D in metallo in stile PBF è uno dei principali generatori di costi elevati. Per stampare più velocemente con un sistema PBF, è necessario aumentare la potenza del laser (più costo) o aggiungere più laser (ancora più costo).

Un altro fattore che limita i sistemi PBF è il loro uso di polvere. Le polveri possono disperdersi nell’aria e quindi diventare un rischio tossico ed esplosivo. Con un approccio liquido come quello utilizzato da Fabric8Labs, tutti questi rischi e costi scompaiono.

L’energia consumata da questo tipo di processo è sicuramente molto inferiore a quella utilizzata dai tradizionali sistemi di stampa 3D in metallo PBF, e quindi Fabric8Labs potrebbe avere un significativo vantaggio di prezzo rispetto ai concorrenti PBF una volta che i loro prodotti arriveranno sul mercato.

Ci sono alcune domande sui materiali possibili con questo processo. Per consentire la galvanica, i metalli devono essere miscelati con sali e non mi è chiaro cosa significhi per quanto riguarda la potenziale ampiezza della scelta del materiale.

Questo è uno sviluppo notevole, perché la stampa 3D in metallo PBF è considerata il metodo più popolare per produrre parti metalliche dimensionalmente accurate e ad alta risoluzione. Sebbene esistano alternative a basso costo, spesso non producono parti con le stesse proprietà. È possibile che il processo Fabric8Labs possa rappresentare una seria concorrenza per i giocatori PBF esistenti.



Sebbene sia potenzialmente dannoso per i concorrenti, la disponibilità di un’alternativa a basso costo e a basso consumo energetico in grado di produrre parti metalliche con precisione e alta risoluzione sarebbe accolta con favore dall’industria.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi