TITK di Rudolstadt presenta un nuovo sistema di stampa 3D per la ricerca sulla stampa 3D a base di polvere
 
Il 4 novembre 2021, nell’ambito di un workshop “RUDOLSTÄDTER KUNSTSTOFFTAGE”, il Thuringian Institute for Textile and Plastics Research eV (TITK) di Rudolstadt nella Turingia orientale ha presentato al pubblico il suo nuovo sistema di stampa 3D. Questo ora include anche le stampanti 3D SLS, il che significa che TITK ora può anche eseguire la stampa 3D a base di polvere.

Il 4 novembre 2021, il RUDOLSTÄDTER KUNSTSTOFFTAGE 2021 si è svolto presso il Turingia Institute for Textile and Plastics Research eV (TITK) a Rudolstadt dopo una pausa di un anno e mezzo a causa del coronavirus . TITK ha presentato il suo nuovo sistema per la stampa 3D a base di polvere, come riportato in un comunicato stampa. L’istituto vorrebbe espandere le sue attività di ricerca nel campo della produzione additiva. Il centro di stampa 3D da 250.000 euro è stato finanziato attraverso il programma di finanziamento speciale Coronavirus della Turingia . In primavera TITK ha ricevuto un investimento di 550.000 europer un centro di stampa 3D SLS. Finora, il centro di competenza per la stampa 3D situato presso TITK nel distretto di Saalfeld-Rudolstadt ha lavorato solo con il processo FDM o FFF .

Patrick Rhein, capo del gruppo di ricerca sulla produzione additiva, spiega in un messaggio alla rivista 3D-limitless:

“Sulla base della nostra storia e della competenza tessile di lunga data della nostra azienda, inizialmente abbiamo utilizzato e ricercato solo filamenti per la stampa 3D. Con il sistema per la sinterizzazione laser selettiva, ora è possibile utilizzare e sviluppare ulteriormente le polveri termoplastiche. “
Stampa 3D SLS a TITK
Con la sinterizzazione laser selettiva (SLS) viene creato e riscaldato un letto di polvere. I raggi laser fondono o sinterzzano il materiale con grande precisione, strato dopo strato. I materiali di supporto che dovrebbero essere rimossi di nuovo in seguito non sono necessari. La forza dei prodotti è significativamente maggiore. In termini di stampa 3D, lo standard del settore sta finalmente tornando a TITK, che non è solo adatto per lo sviluppo di prototipi, ma anche per dimostrare la capacità del processo.

Il sistema SLS consente la produzione di pezzi con una lunghezza del bordo fino a 45 centimetri. Vengono lavorati materiali tecnicamente più rilevanti, come polipropilene (PP), poliammide (PA) o poliuretano termoplastico (TPU) . ABS o PLA sono utilizzati principalmente per la stampa a base di filamenti . Il processo di stampa a polvere di solito richiede una preparazione più lunga, ma alla fine è molto più veloce. Il sistema aperto presso il centro di stampa 3D di TITK consente di determinare personalmente tutti i parametri o di preimpostarli.

Reno è felice:

“Questo ci offre tutte le opportunità per sviluppare e testare nuovi materiali insieme a partner dell’industria e della scienza”.

Ulteriori piani del TITK
La gamma di materie prime per il processo di stampa a polvere è attualmente ancora abbastanza gestibile. Nelle collaborazioni di ricerca, gli additivi per i processi di polverizzazione devono ora essere testati, ad esempio, al fine di ottenere una maggiore conduttività termica o elettrica, nonché un ritardo di fiamma o una maggiore rigidità nella produzione additiva.

Al workshop, TITK ha confrontato i vantaggi e gli svantaggi della stampa 3D a base di filamenti e a base di polvere . È stato supportato da noti produttori di macchine, fornitori di materiali, istituti di ricerca e utenti dell’industria. I partecipanti hanno anche potuto dare un’occhiata ai laboratori e alle strutture tecniche dell’istituto di ricerca.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi