COMUNICATO STAMPA

Cubicure presenta la nuova macchina grande Cerion®
  La società di stampa 3D viennese Cubicure sta ampliando il suo portafoglio di sistemi con il sistema di produzione Cerion e mira a coprire completamente la produzione digitale dalla prototipazione alla produzione in serie industriale. La grande macchina fornisce alle aziende industriali una componente essenziale per digitalizzare completamente le loro catene di produzione. Il grande sistema che Cubicure sta sviluppando da anni è già utilizzato dai clienti pilota.


Una nuova era nella produzione additiva in serie

La stampa seriale industriale di componenti in plastica significa un allontanamento radicale dai concetti precedentemente noti di produzione additiva litografica come bagni di resina o vasche di materiale. Cubicure introduce invece Cerion, una nuova tecnologia di stampa con una testina di stampa mobile e un film di supporto in resina circostante. Il concetto di stampa scalabile di Cerion porta una comprensione completamente nuova della produttività e della qualità di produzione alla stampa 3D litografica.

Non ci sono quasi limiti alla visione della produzione: dai singoli componenti di grandi dimensioni a migliaia di piccoli pezzi, Cerion offre una qualità di produzione digitale costantemente elevata. Su un’area di costruzione di un metro per 30 centimetri, il sistema produce componenti in plastica con una risoluzione ottica di 50 x 50 μm² e una ripetibilità precedentemente sconosciuta. “Grazie al tipo di controllo del processo con testina di stampa prioritaria e al controllo dell’esposizione più preciso, non vi è alcuna variazione nell’accuratezza di produzione dei componenti distribuiti nel campo di costruzione”, conferma il dott. Bernhard Busetti, ingegnere di processo e product manager per i sistemi AM presso Cubicure. Cerion si affida anche alla comprovata tecnologia di litografia a caldo di Cubicure.

Ripensare la stereolitografia

“Questa è la svolta essenziale nel ridimensionamento su larga scala dei processi di stampa litografica”, afferma l’amministratore delegato e CTO Dr. Robert Gmeiner. “In questo processo di stampa, sia l’alimentazione del materiale che il distacco degli strati di plastica stampati dal supporto di supporto avvengono in modo scalabile. Le forze di processo e molti altri fattori nel processo di assemblaggio sono ora disaccoppiati dalla geometria del componente e dall’utilizzo dello spazio. La larghezza e la lunghezza di un cantiere non fanno più alcuna differenza in termini di prestazioni del processo. Dopo tre decenni di stereolitografia, è stato trovato un processo scalabile industrialmente”.

Nulla ostacola la stampa di massa di polimeri ad alte prestazioni; il passo successivo conduce in un’era di produzione senza attrezzi. Ci sarà la possibilità di farsi un’idea del futuro della stampa 3D fotopolimerizzabile alla fiera Formnext di Francoforte sul Meno a metà novembre. Cubicure vi esporrà nel padiglione 12.1, stand F39.


Il nuovo concetto di stampa di Cerion consente la produzione in serie additiva di componenti industriali in plastica.
 

Cubicure GmbH sviluppa, produce e vende soluzioni di sistema per la stampa 3D industriale di parti in plastica. Con radici nella ricerca universitaria e la pretesa di contribuire a plasmare il futuro digitale dell’industria, l’azienda viennese ha posto le basi per la produzione agile dal 2015. Il loro processo di litografia a caldo consente la produzione additiva senza precedenti di componenti di precisione resistenti

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi