Il produttore di stampanti 3D per alimenti byFlow ha presentato la sua ultima tecnologia brevettata ai World’s 50 Best Restaurants Awards 2021 ad Anversa, in Belgio. 

L’azienda ha dimostrato le capacità della sua testina di stampa appena brevettata per la fabbricazione di prodotti alimentari mediante la stampa 3D di cioccolato personalizzato, un ingrediente che l’azienda ha identificato come uno dei più difficili da produrre tramite la produzione additiva. 

“Prima di tutto abbiamo ascoltato e osservato il mercato”, ha affermato Floris Hoff, CTO e co-fondatore di byFlow. “Una conclusione importante è stata che molto interesse da parte dei nostri clienti per la tecnologia di stampa alimentare 3D è stato rivolto alla stampa personalizzata del cioccolato”.

 La tecnologia di stampa alimentare di byFlow è in sviluppo da sette anni e da allora è stata presentata in vari eventi e persino presentata a Sua Maestà la Regina Elisabetta II . 

Nel 2019, la società ha annunciato una partnership con il produttore di Eindhoven VDL Groep per produrre e assemblare le sue stampanti 3D byFlow . Poco dopo, Verstegen Spices & Sauces , con sede a Rotterdam, ha annunciato che sarebbe stata la prima azienda a utilizzare la stampante 3D per alimenti Focus di Flow con ripieni pronti all’uso. Verstegen aveva precedentemente fornito da Flow con ripieni per la stampa di alimenti gourmet , inclusi aromi come barbabietola e cardamomo. 

Da allora, le stampanti 3D di byFlow sono state utilizzate dai ricercatori dell’Università di Wageningen e dell’Università di Valencia per produrre una selezione di snack a base di cereali a base di microalghe e sono state installate e utilizzate in tutto il mondo all’interno di ambienti di ricerca e sviluppo.

 

byFlow ha ora ottenuto un brevetto in Europa per la testina di stampa del suo sistema di stampa 3D alimentare, con un ulteriore brevetto che dovrebbe essere concesso negli Stati Uniti entro la fine dell’anno. 

Secondo l’azienda, le sue stampanti 3D alimentari differiscono da altri sistemi attualmente sul mercato che depositano ingredienti liquidi o in pasta e sono quindi limitati negli ingredienti che possono essere utilizzati. Invece, byFlow voleva sviluppare un sistema in grado di stampare ingredienti complessi come alimenti solidi o alimentati.

Durante lo sviluppo della sua tecnologia, l’azienda ha appreso che la stampa con ingredienti complessi come il cioccolato dipendeva da precisi metodi di tempra e raffreddamento. Per tenere conto di ciò, il team ha creato un modo per misurare e regolare la temperatura in diverse zone della testina di stampa entro un decimo di grado Celsius, regolando contemporaneamente automaticamente la temperatura ambientale durante la stampa. 

Ciò consente all’azienda di stampare con “quasi qualsiasi ingrediente” in forma solida, in polvere e liquida prelevando gli ingredienti da un sistema a cartuccia, mescolandoli e fondendoli in una bacinella sulla testina di stampa ed estrudendo il cibo strato per strato. 

byFlow ha dimostrato la sua nuova tecnologia brevettata stampando in 3D cioccolato personalizzato ai The World’s 50 Best Restaurants Awards di quest’anno.

“Abbiamo scoperto che questo ingrediente è uno dei più difficili da stampare, poiché si basa su un preciso processo di tempra e raffreddamento”, ha affermato Hoff. “Allo stesso tempo, è un ingrediente entusiasmante da combinare con la stampa 3D poiché le caratteristiche dell’ingrediente rendono possibile quasi ogni forma 3D.

“SONO ENTUSIASTA DI DIMOSTRARE CHE CON IL NOSTRO TEAM DI INGEGNERI, SIAMO RIUSCITI A SVILUPPARE UNA TECNOLOGIA IN GRADO DI STAMPARE CON GLI INGREDIENTI PIÙ COMPLESSI, FORNENDO ALLO STESSO TEMPO UN SISTEMA CHE CHIUNQUE POTREBBE UTILIZZARE, IN QUALSIASI MOMENTO”.
La nuova tecnologia di stampa 3D per alimenti brevettata da ByFlow. Foto tramite byFlow.
L’azienda sta anche lavorando ad altre applicazioni per la sua nuova tecnologia brevettata, con l’obiettivo finale di creare una stampante 3D in grado di rendere possibile un’alimentazione personalizzata. Oltre ad altri sviluppi, il team dell’azienda ha sperimentato con successo la produzione di snack personalizzati stampati in 3D.

Nina Hoff, CEO e co-fondatrice di byFlow e che è stata nominata una delle cinque donne più talentuose nel campo della tecnologia nei Paesi Bassi nel 2018, ha aggiunto: “Siamo lieti di essere invitati a presentare il nostro ultimo sviluppo su cui abbiamo lavorato per anni, ai migliori chef del mondo durante i The World’s 50 Best Restaurants Awards nello ZOO di Anversa.

“E NON VEDIAMO L’ORA DI STABILIRE NUOVE PARTNERSHIP CON ESPERTI ALIMENTARI PER PLASMARE ULTERIORMENTE IL FUTURO DEL CIBO”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi