SCRY Lab , è guidato dal 22enne Zixiong Wei , a cui piace usare la stampa 3D perché consente una maggiore sperimentazione nella realizzazione di scarpe, anche se un prototipo non funziona . Wei ha parlato con HYPEBEAST .

SCRY™ Lab è un marchio di calzature emergente con sede a Pechino. “Competere contro gli altri non è mai l’obiettivo”, ha detto Wei a HYPEBEAST nel gennaio 2021. Invece, SCRY™ Lab vuole mostrare ciò che è possibile nel regno della sperimentazione: se un prototipo non funziona, va bene perché ha comunque fatto qualcosa, spinge ancora i confini di ciò che potrebbe essere possibile.

Tuttavia, se SCRY™ Lab Shuttle, la sua silhouette caratteristica, funziona, cosa significa per l’industria in generale? In questo ultimo numero di Sole Mates , HYPEBEAST ha visitato lo studio SCRY di Pechino per saperne di più sul processo 3D, il design concettuale e la filosofia “Digital Embryo” a cui Wei aderisce, nonché per saperne di più sulla passione di Wei per le calzature. 

Da Hyperbeast.com

 

HYPEBEAST: Cosa ti ha attratto per la prima volta nel mondo delle sneaker?

Zixiong Wei: Quando ero alle medie, ho visto il mio amico indossare un paio di scarpe da basket a righe bianche e nere con le tre strisce sul lato. Ho sentito di non prestare molta attenzione alle scarpe prima, ma poi ho iniziato a prendere l’iniziativa per conoscere il design e la storia di ogni marchio. 

Ho iniziato con le riviste di sneaker, e poi ho prestato attenzione ai nuovi prodotti, pubblicandone post o andando su Google a dare un’occhiata alle scarpe storicamente impopolari di vari marchi. [Trovarli] mi ha dato una sensazione di caccia al tesoro.

Qual è stato il tuo primo paio?

Il mio primo paio di sneakers sono state le Reebok GL6000, un paio di normali scarpe da corsa. Queste scarpe sono state acquistate dopo che ho raccontato per la prima volta a mio padre il mio hobby delle scarpe. La cosa interessante è che pensavo che mio padre non avrebbe parlato di questi marchi e scarpe, ma ha molta più conoscenza delle scarpe da jogging retrò di me.

Ho anche dato un’occhiata più da vicino alla scarpiera di mio padre e ci ho trovato molte vecchie scarpe New Balance. 

C’è stata una scarpa in particolare che ti ha ispirato a fare quello che fai oggi?

La serie Wind di Nike. L’impatto visivo portato dal corpo integrato e rigido mi ha fatto capire l’originalità della scarpa. Non è solo la cucitura e il taglio del tessuto, ma anche i buchi e le curve, la bellezza di tutto. 

In effetti, dai tempi del liceo, ho pensato spesso a come fare un paio di scarpe da solo, ma è stato solo al college che ho capito che la sfida di creare un nuovo paio di scarpe era difficile. Conosco molti designer eccellenti e sono tutti capaci, ma molte persone possono essere ridotte a disegnatori concettuali a causa di problemi di costi e produzione. 

 

Al di fuori di una grande azienda, realizzare un nuovo paio di scarpe è una grande sfida e un investimento. Nonostante ciò, ero determinato ad abbassare la soglia del design e della produzione di scarpe e ho fondato il marchio SCRY. SCRY ha esplorato diverse possibilità future, piuttosto che perseguire direzioni in avanti più leggere, più veloci e più resistenti nel senso tradizionale. A volte, non sono le cose interne a sconvolgere un settore.

Il nome SCRY ha un significato speciale e cosa rappresenta il concetto di “embrione digitale”? 

SCRY è l’abbreviazione del mio account Instagram “scccccry”. La traduzione letterale è “guardare al futuro attraverso una sfera di cristallo”. Penso che questo sia un punto molto interessante, perché la “sfera di cristallo” può essere intesa come tecnologia che non è stata ancora compresa, e può anche essere intesa come un futuro che non si dedurrà linearmente.

Penso che SCRY esplori sempre diverse possibilità future, piuttosto che perseguire quelle più leggere, più veloci e più resistenti. A volte, non è l’industria interna che sconvolge un settore.

Il concetto di “Digital Embryo” è una tecnologia quadro che mira a eseguire l’intero processo di progettazione e produzione di un paio di scarpe con un processo completamente digitale, il tutto raggiungendo la capacità di produzione di massa della stampa 3D, garantendo così la scalabilità delle scarpe virtuali. Può anche realizzare un modello di business online e offline senza soluzione di continuità.

Ad esempio, posso produrre molte scarpe concettuali di simulazione virtuale e lasciare che i consumatori scelgano e ordinino le scarpe, quindi le stamperò. Inoltre, “Digital Embryo” come struttura sottostante può ottenere una vera personalizzazione modulare. Una scarpa può avere centinaia di combinazioni.

 
Non appena il tuo primo progetto, lo SCRY Shuttle, è stato presentato, ha suscitato molte discussioni su Internet.

Lo Shuttle ha molte aperture e cavità sul davanti, sul retro e sui lati. Infatti circa il 70% delle scanalature di scarico sono progettate in modo da poter essere completamente stampate. 

C’è un paio di campioni trasparenti puri. Questo è un campione che è stato stampato inaspettatamente. Poiché la qualità di stampa è strettamente correlata alla trasmissione della luce del materiale, la trasmissione della luce di questa versione è troppo elevata, quindi questo campione è quasi due o tre volte più pesante del normale Shuttle. E alla fine si è rotto alla coda. Sebbene questi pezzi di prova non siano realmente indossabili, sono molto interessanti.

Quanto tempo ci vuole per portare una scarpa dalla concettualizzazione a un prodotto finito?

Lo sviluppo del prodotto stesso richiede circa due settimane, inclusi nuovi stili di scarpe e linguaggi di design. Tuttavia, il lancio di un paio di scarpe richiede una pianificazione del mercato e la formulazione di piani di vendita, quindi il ciclo attuale del nostro nuovo paio di scarpe è di circa due mesi. 

Per me una visione del marchio equivale a una piattaforma. Nei prodotti futuri saranno inclusi stili di design più diversificati.

 

SCRY sta costruendo una piattaforma di progettazione online per aprire al pubblico i diritti di progettazione. Se SCRY rappresenta il futuro, quale pensi sia la prossima ondata di tendenze nel design delle sneaker? 

Liberi e diversificati. La tecnologia promuoverà il progresso e la collisione del design delle calzature. Nel prossimo futuro lanceremo una piattaforma di design online e la apriremo al pubblico. Spero vivamente che la cultura e le idee di altri settori si scontrino con l’industria calzaturiera. 

A parte il tuo marchio e concentrandoti maggiormente su te stesso, quale paio di scarpe indossi più spesso?

Il quotidiano più indossato è New Balance M1500SG. Queste combinazioni di 1500 colori di fabbricazione britannica mi hanno catturato a prima vista e le scarpe di fabbricazione britannica non crollano indipendentemente da come vengono indossate, quindi le ho indossate per il recente pendolarismo quotidiano.

 

Quale paio di scarpe sei più riluttante a indossare?

Questo paio di New Balance MT580PUG sono del 2010 e l’intersuola sta per iniziare a sgretolarsi. Indossarlo ancora una volta farà rottamare questo paio di scarpe. 

Quale paio di scarpe sono le tue più care? 

La coppia più costosa dovrebbe essere questa coppia di Rombaut Embryo Future Leathers. Raramente compro stivali. Questo paio è accattivante e lo indosso spesso.  

 

E infine, qual è il tuo ultimo paio di scarpe?

Anche queste mie ultime scarpe sono di Rombaut. Queste pantofole in nylon rigenerato Drone   realizzate con un paio di stivali sopra. La maggior parte delle pantofole sul mercato sono praticamente le stesse: queste attirano davvero la mia attenzione.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi