LiQ 320 di InnovatiQ

La stampante 3D LiQ 320 di InnovatiQ consente la stampa 3D di gomma siliconica per guarnizioni stampate in 3D e altro ancora

Con la LiQ 320, l’azienda tedesca InnovatiQ ha sviluppato una stampante 3D che utilizza il processo di produzione additiva liquida e può quindi produrre oggetti in gomma siliconica con la stampa 3D. Ciò consente, ad esempio, la produzione additiva di guarnizioni e altri oggetti in silicone. Oltre alla tecnologia medica, ci sono numerose aree di applicazione della tecnologia.

Le guarnizioni impediscono a liquidi, gas o altre sostanze di fuoriuscire o entrare e causare danni. Spesso per questo viene utilizzata la gomma siliconica, un elastomero che, tuttavia, non potrebbe essere lavorato bene con la stampante 3D .

La stampante 3D InnovativQ LiQ 320 , che si basa sul processo di produzione additiva liquida , ha lo scopo di cambiarlo con l’uso di gomma siliconica liquida. Il LiQ 320 è stato presentato per la prima volta a Formnext Connect lo scorso anno. Il processo di produzione di additivi liquidi era già stato riportato nella rivista 3D-grenzenlos nel 2016 , quando è stato sviluppato dalla società tedesca German RepRap in collaborazione con Dow Corning per la stampa 3D di liquidi. L’ anno scorso , i ricercatori statunitensi hanno presentato anche un processo per la stampa 3D di lattice di gomma .

Quando la produzione additiva liquida è costituita da liquidi e materiali viscosi, inclusi i conteggi di gomma siliconica liquida per la stampa 3D utilizzata da prototipi, oggetti unici e produzione industriale su piccola scala. La stampante 3D inizia con l’estrusione volumetrica del materiale, che porta ad un’elevata dinamica con una densità del materiale ottimale.

I due componenti del materiale vengono miscelati nella testina di stampa. La tecnologia della testina di stampa consente misurazioni precise e un rapporto di miscelazione ideale. La struttura dell’oggetto può essere controllata a livello molecolare. L’utente del sistema di stampa 3D non dipende dal materiale di un produttore specifico.

Strutture differenti
Il materiale viene applicato al piano di stampa strato per strato. Ogni singolo strato viene polimerizzato utilizzando una lampada alogena ad alta temperatura (circa 2.000 watt). Il materiale è reticolato termicamente, un processo che può essere influenzato con precisione. Il collegamento in rete veloce e uniforme consente le transizioni. Strutture simili al vetro si creano quando il processo di reticolazione inizia solo alla fine e viene eseguito molto delicatamente. L’oggetto finito può essere rimosso senza post-elaborazione e utilizzato immediatamente.

Oltre ai soliti campi di applicazione come finestre, porte o isolamento, le guarnizioni sono sempre più richieste, soprattutto nel settore elettrico. Sono necessarie guarnizioni piccole e complesse in lotti più piccoli. Lo stampaggio a iniezione non è un processo redditizio perché è necessario prima uno stampo corrispondente. Con la produzione additiva liquida, gli utenti possono reagire più rapidamente ai requisiti e adattarsi ai cicli di innovazione. I sigilli possono essere stampati direttamente sui componenti esistenti.

Be the first to comment on "LiQ 320 di InnovatiQ"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi