Lockheed Martin con Sigma Labs per la divisione Spaziale

LOCKHEED MARTIN SCEGLIE LA TECNOLOGIA SIGMA LABS PRINTRITE3D PER SUPPORTARE LA DIVISIONE SPAZIALE

Lo sviluppatore di software per la garanzia della qualità Sigma Labs ha ricevuto un contratto dall’appaltatore aerospaziale e della difesa Lockheed Martin per la sua tecnologia di garanzia della qualità in-process PrintRite3D per supportare la sua divisione spaziale. L’annuncio ha spinto il prezzo delle azioni di Sigma a salire vertiginosamente del 128%, indicando un forte interesse da parte degli investitori alla luce delle notizie.

Presso l’Additive Design and Manufacturing Center di Lockheed Martin a Sunnyvale, in California, il team dell’azienda valuterà la fattibilità e le prestazioni della tecnologia PrintRite3D di Sigma per supportare vari programmi spaziali civili e di difesa.

“Dopo aver esaminato le nostre esigenze e potenziali soluzioni, abbiamo selezionato il sistema Sigma PrintRite3D per le sue solide capacità di analisi, soluzioni di garanzia della qualità, tecnologia di acquisizione dati e scalabilità su varie piattaforme di stampa 3D OEM”, ha affermato Kristi Farley, Vice President Spacecraft and Missile Ingegneria presso Lockheed Martin Space.

“LA GARANZIA DELLA QUALITÀ DI STAMPA E DELLA RIPETIBILITÀ È ESSENZIALE PER LE MISSIONI CRITICHE CHE SUPPORTIAMO.

Avendo a lungo cercato di “stampare il percorso verso Marte” , le parti stampate in 3D di Lockheed Martin hanno viaggiato fino a Giove e sono attualmente utilizzate all’interno della navicella spaziale Orion della NASA, sui satelliti militari e nei missili.

L’azienda ha precedentemente utilizzato la produzione additiva per produrre cupole stampate in 3D per serbatoi di carburante ad alta pressione a bordo di satelliti come parte di un programma di sviluppo pluriennale per creare giganteschi autobus satellitari capaci di tutte le missioni, noti come serie LM 2100. Nel 2017, l’azienda ha investito 350 milioni di dollari in un impianto di produzione satellitare all’avanguardia , completo di stampanti 3D di livello industriale e “ambienti di immersione virtuale”.

Il Centro di progettazione e produzione additiva di Lockheed Martin è stato il primo a ottenere la certificazione UL 3400 per la produzione additiva nel 2018, avendo soddisfatto tutte le procedure di sicurezza e mitigazione dei rischi per l’uso e la manipolazione di stampanti 3D, materiali in polvere e funzionamento complessivo della struttura. nella certificazione.

L’anno scorso, la società ha ricevuto $ 89,7 milioni come parte del programma Tipping Point della NASA per una missione sperimentale del sistema di gestione dei fluidi criogenici , che intende costruire e progettare con l’aiuto della NASA e dei suoi partner. Lockheed Martin ha deciso di subappaltare il produttore di razzi stampati in 3D Relativity Space come fornitore di lancio per la missione, per ottimizzare la flessibilità di progettazione e la velocità di costruzione del veicolo di lancio.

PrintRite3D è il prodotto di punta di Sigma Labs e ha dimostrato di essere uno dei principali motori di crescita dell’azienda nell’ultimo anno. Il servizio PrintRite è costituito da moduli hardware e software che forniscono agli utenti funzionalità di controllo della qualità e monitoraggio in-process.

La piattaforma combina ispezione, feedback, raccolta dati e analisi critica per scoprire potenziali anomalie, utilizzando i dati dei sensori e altro hardware necessario per raccogliere dati in tempo reale durante la stampa 3D. Il sistema quindi distribuisce l’apprendimento automatico in tandem con le metriche sviluppate per mappare tali metriche ai dati post-elaborazione. La tecnologia può anche essere ampliata per soddisfare i requisiti dei sistemi multi-laser.

La fattibilità e le prestazioni di PrintRite3D nell’aiutare Lockheed Martin a supportare vari programmi di difesa e spaziali civili saranno valutate presso l’Additive Design and Manufacturing Center, come parte del contratto iniziale tra i partner.

“Siamo estremamente lieti di dare il benvenuto allo Space Additive Design and Manufacturing Center di Lockheed Martin come cliente di Sigma Labs”, ha affermato Mark Ruport, Presidente e CEO di Sigma Labs. “È gratificante che riconoscano l’impegno che la nostra azienda ha assunto per supportare l’intero settore della produzione additiva con soluzioni innovative di qualità in-process”.

Nel mese di ottobre 2020, la società ha costituito un’alleanza strategica con avanzate IN4.OS ditta di produzione di implementare la sua tecnologia PrintRite3D all’interno IN4.OS’ ‘Fabbriche intelligenti del futuro’ dell’iniziativa.

Più o meno nello stesso periodo, Sigma ha avviato una collaborazione con la Northwestern University per convalidare PrintRite3D per i processi di stampa 3D con soffiatura a polvere DED e all’inizio di quest’anno è stata scelta per fornire un sistema di monitoraggio del pool di fusione per la gamma LASTERTEC di macchine SLM del partner di lunga data DMG MORI utilizzando la sua piattaforma PrintRite3D.

Be the first to comment on "Lockheed Martin con Sigma Labs per la divisione Spaziale"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi