UMaine sfrutta la stampa 3D per restituire manufatti culturali alla tribù dell’Alaska
 
L’Università del Maine (UMaine) sta intraprendendo un progetto che sfrutta la stampa 3D per restituire manufatti culturalmente sensibili a una tribù dell’Alaska.

Il team di UMaine sta stampando in 3D una replica di uno degli oggetti, il Tlingit Frog Clan Helmet, che sarà esposto all’Hudson Museum, mentre l’originale sarà rispedito alla tribù Tlingit nell’Alaska meridionale.


La replica dell’elmo è una prima prova di concetto che dimostra il potenziale della produzione additiva per tali applicazioni e, in caso di successo, UMaine utilizzerà la tecnologia per realizzare una mezza dozzina di repliche di altri manufatti Tlingit richiesti dalla tribù.

  

Stampa 3D del casco del clan della rana di Tlingit

Adottando un approccio completamente diverso, UMaine e l’Hudson Museum mirano a sfruttare la tecnologia per consentire il ritorno di vari manufatti culturali al clan Tlingit.

A partire dal casco del clan Tlingit Frog, il team sta scansionando e stampando in 3D una copia del casco che sarà poi finito per sembrare una replica esatta. L’elmo sarebbe stato messo in mostra dal capo clan ed è stato donato insieme agli altri manufatti Tlingit nel 1982 dalla proprietà di William Palmer III, che aveva raccolto gli oggetti.


Il progetto è stato avviato dopo che il consiglio centrale della tribù Tlingit ha presentato una richiesta per il rimpatrio dell’elmo e di altri sette manufatti dalla collezione del Museo dell’Hudson. Di conseguenza, il direttore dell’Hudson Museum Gretchen Faulkner ha lavorato con il clan per ottenere l’approvazione per tentare di produrre una replica stampata in 3D dell’elmetto in modo che il museo potesse restituire l’originale e conservarne una versione da esporre.

Il team ha iniziato scansionando in 3D il casco per catturarne tutti i difetti e i dettagli, quindi ha stampato in 3D una replica a grandezza naturale. Il team sta attualmente lavorando per levigare lo scafo stampato prima di dipingerlo per renderlo il più identico possibile all’originale.

Entro la fine di luglio, l’Hudson Museum spera di avere una mostra temporanea che mostri il processo di creazione del casco replica stampato in 3D, dopodiché l’originale sarà restituito al clan Tlingit.

Il progetto cerca di dimostrare la capacità della stampa 3D di produrre repliche accurate di importanti manufatti culturali e, se la stampa 3D del casco avrà successo, il team continuerà a fabbricare repliche dei restanti manufatti Tlingit.

 

 

 
L’immagine in primo piano mostra l’elmo del clan della rana Tlingit stampato in 3D (a sinistra) e il manufatto originale (a destra). Foto via UMaine.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi