L’azienda australiana lancia la stampante per calcestruzzo 3D intelligente mobile più grande e avanzata al mondo per l’edilizia e l’edilizia
 

La storia di successo globale, Luyten 3D, ha lanciato la stampante per calcestruzzo 3D intelligente mobile più grande e avanzata al mondo per l’edilizia e l’edilizia

 
Il nuovissimo Luyten Platypus X12 è costruito pensando a un’elevata mobilità e precisione ed è abbastanza grande da costruire strutture su larga scala in una volta sola. È la stampante 3D per calcestruzzo più sofisticata al mondo”.— Cofondatore e CEO di Luyten 3D, Ahmed Mahil
SYDNEY, NSW, AUSTRALIA, 12 ottobre 2022 / EINPresswire.com / — Luyten , un’azienda australiana all’avanguardia nella stampa 3D di costruzioni e costruzioni , ha lanciato la più grande stampante per calcestruzzo mobile 3D intelligente alimentata da intelligenza artificiale per il settore edile e delle costruzioni. Giustamente intitolata Platypus X12, per riflettere il suo design australiano e la sua eredità tecnologica, la stampante è già stata salutata come una storia di successo globale poiché le imprese edili di tutto il mondo effettuano ordini per accelerare i programmi di costruzione e rivoluzionare le capacità di consegna.

La stampante appena lanciata è la prima del suo genere in Australia, nell’emisfero australe e la più grande al mondo. La serie Luyten Platypus è la gamma leader mondiale di stampanti 3D per calcestruzzo e il sistema di stampa definitivo pronto per il campo e la fabbrica per prodotti finiti di alta qualità e progetti architettonici che richiedono qualcosa di più.

Secondo Ahmed Mahil, cofondatore e CEO di Luyten, il nuovissimo Luyten Platypus X12 è costruito pensando a un’elevata mobilità e precisione ed è abbastanza grande da costruire strutture su larga scala in una volta sola.

“È la stampante per calcestruzzo 3D mobile più sofisticata al mondo. Nella progettazione della stampante, ci siamo concentrati sulla tecnologia all’avanguardia e sull’usabilità per garantire che la stampante fornisse i risultati più elaborati e precisi possibili, fornendo allo stesso tempo l’esperienza più intuitiva possibile”, ha affermato Mahil.

“Il Platypus X12 include un estrusore Luyten Tursiops proprietario con un ugello di contorno conforme al 3D opzionale. Include anche la modalità operativa off-rail opzionale che utilizza la tecnologia di fusione dei sensori unita a robusti algoritmi di intelligenza artificiale per casi d’uso di spedizione.

“Flessibile in scala, la stampante può trasformarsi in una gru mobile 12 x 6 in 20 minuti, ampliando la sua capacità di stampare strutture su larga scala. Si estende letteralmente fino a 12 metri di larghezza, 6 metri di altezza e, grazie alla sua natura robotica, bastano pochi minuti per aprirsi fino a raggiungere le dimensioni complete.

“Nonostante le sue dimensioni e la capacità robotica di estendersi e di raggiungere qualsiasi dimensione, è anche molto leggero, ma robusto e mobile. La stampante non ha eguali a livello internazionale grazie alla sua capacità di incorporare intelligenza artificiale acustica e ottica per la stampa del calcestruzzo basata sui dati. Dispone inoltre di una testina di stampa anti-intasamento brevettata, il che significa che la tecnologia può produrre risultati all’avanguardia di volta in volta”.

Dal lancio nel 2020, Luyten ha continuato ad annunciare pietre miliari significative tra cui la costruzione della prima casa stampata in 3D nell’emisfero meridionale a Melbourne, Victoria nel 2021.

La casa, chiamata “Heptapod”, è il codice edilizio di Australia e Nuova Zelanda ( Conforme a AS/NSZ 1170) ed è stato costruito utilizzando il calcestruzzo stampabile 3D Ultimatecrete, altamente robusto ed ecologico di Luyten, che si traduce in una resistenza alla compressione di 82,5 MPa dopo 28 giorni, quattro volte più forte di quanto richiesto dal codice dell’edilizia residenziale di 20 MPa.

“Gli elementi Heptapod sono stati stampati in due giorni e assemblati il ​​terzo giorno. Gli elementi stampati erano pronti per essere maneggiati e spostati entro sole cinque ore dalla stampa. Questa è la cosa grandiosa della nostra speciale miscela di calcestruzzo, che polimerizza rapidamente e fornisce risultati che sostituiscono quelli attualmente disponibili a un costo quattro volte inferiore. In effetti, il costo di costruzione è stato del 70% inferiore rispetto ai metodi tradizionali”, ha affermato Mahil.

Nello stesso anno, Luyten ha anche firmato un MOU con l’Università del NSW per sviluppare capacità di stampa 3D per strutture e campi base sulla luna e su altri pianeti.

Nell’agosto 2022 Luyten ha stampato la “Warle Akweke”, la prima casa stampata in 3D in situ utilizzando la più grande stampante 3D per cemento in Australia e nell’emisfero meridionale in un ambiente non controllato (condizioni esterne). Questo è il primo progetto abitativo indigeno stampato in 3D al mondo.

Inoltre, Luyten ha appena firmato una nuova partnership con RMIT per fornire una stampante 3D concreta per il Center for Innovation Structures and Materials (CISM).

Luyten si concentra sul colmare il divario tecnologico nelle industrie manifatturiere e su larga scala attraverso l’introduzione di robuste tecnologie di automazione delle costruzioni come la stampa 3D all’avanguardia e le tecnologie additive. L’azienda progetta e produce stampanti da costruzione tridimensionali personalizzate su larga scala per l’edilizia domestica e commerciale.

Sin dal lancio, la missione di Luyten è stata quella di rendere la costruzione più facile e sostenibile in un’ampia gamma di settori, riducendo i tempi e i costi di costruzione, la quantità di rifiuti di costruzione generati e l’impatto delle attività di costruzione sull’ambiente circostante.

La stampa 3D all’avanguardia e le tecnologie additive di Luyten sono diventate una storia di successo mondiale poiché le aziende di tutto il mondo si affrettano ad acquistare le sue stampanti.

“Luyten trasforma progetti di costruzione che tradizionalmente richiedono mesi o anni per essere completati e li porta a termine in pochi giorni. La rivoluzionaria tecnologia di stampa 3D del calcestruzzo riduce del 60% i rifiuti di costruzione, il 70% dei tempi di produzione e l’80% dei costi di manodopera quando si confrontano progetti di costruzione pratici”, ha spiegato Mahil.

“Inoltre, la tecnologia ha dimostrato di aumentare l’efficienza del cantiere con un risparmio sui costi garantito del 60%, tempi di esecuzione da 300 a 500 volte più brevi e una riduzione totale dell’80% delle spese monetarie senza casseforme nelle costruzioni in calcestruzzo. Il mondo non ha mai visto capacità come questa prima d’ora.

“Quando abbiamo formato Luyten, eravamo consapevoli dell’impronta di carbonio del settore edile e determinati a creare soluzioni di costruzione per le generazioni a venire che riducano le emissioni. La nostra tecnologia senza eguali impiega fino al 40 percento in meno di emissioni di anidride carbonica attraverso miscele di proprietà che riducono l’uso di cemento e i sistemi robotici riducono le impronte di anidride carbonica del cantiere e della logistica dal 50 al 70 percento”.

A proposito di Luyten

Luyten progetta e produce stampanti per calcestruzzo tridimensionali personalizzate su larga scala che soddisfano tutte le esigenze del progetto in loco, dalla progettazione concettuale fino al prodotto finale. L’azienda offre soluzioni di stampa 3D del calcestruzzo per l’incorporazione di membrane tridimensionali nei cantieri tradizionali, nonché consulenze per la stampa del calcestruzzo in loco, assistenza operativa e offerte di servizi di noleggio. Gli imprenditori e cofondatori dietro Luyten sono Ahmed Mahil, il dottor Godfrey Keung (Chief Scientific Officer), il dottor Michael Stanley (Chief Technology Officer) e Shaun Heap (Chief Information Officer).

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi