Integrerà l’attuale tecnologia di Madit e aumenterà la sua capacità di produzione Nell’ambito della BIEMH-International Machine Tool Biennial, che si terrà questa settimana a Bilbao, la società di ingegneria basca Madit ha approfittato del suo secondo anniversario per acquisire il quarto sistema di produzione additiva di metalli di Renishaw. In questa occasione i fondatori dell’azienda hanno optato per un sistema RenAM 500Q.

Si tratta di un sistema di produzione additiva multi-laser ad alta produttività che dispone di quattro laser da 500 W, ciascuno in grado di incidere l’intera superficie della piattaforma di produzione, ottenendo velocità di costruzione più elevate rispetto ai sistemi mono-laser . Inoltre, ha un metodo  di gestione automatica delle polveri  , un doppio filtro Safe-change e un sistema di flusso di gas inerte intelligente , “caratteristiche che gli permetteranno di garantire qualità completa e coerenza nel processo produttivo”, secondo fonti aziendali.

Dopo aver investito nei suoi tre sistemi precedenti, questa nuova aggiunta integrerà l’attuale tecnologia di Madit e aumenterà la sua capacità di produzione, rafforzando la sua posizione nel mercato in crescita della  produzione additiva di metalli e avvicinandola alla produzione di serie di piccole e medie dimensioni con meno tempo di creazione. .

Questa acquisizione segue la strategia dell’azienda basca di dedicare ogni macchina a un materiale specifico, in modo da evitare cambi di polvere. Ciò migliora la qualità e la reattività della fabbrica. Questo quarto sistema sarà utilizzato per la produzione di parti in titanio , che consentirà loro di ampliare il portafoglio di materiali. 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi