Markforged e Darpa in COSTAR per i robot per l’esplorazione sotterranea di Luna e Marte

LA STAMPANTE 3D MARKFORGED AIUTA I ROBOT DEL TEAM COSTAR DELLA NASA JPL NELLA DARPA SUBTERRANEAN CHALLENGE

Markforged, produttore di stampanti 3D in metallo e fibra di carbonio, sta aiutando un team collaborativo ad affrontare la sfida sotterranea della Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA). Il progetto mira a sviluppare sistemi robotici completamente autonomi in grado di attraversare ambienti sotterranei come le grotte durante le esplorazioni planetarie.

Il team in questione, denominato CoSTAR, è composto da 60 ingegneri provenienti da tutto il mondo appartenenti al NASA Jet Propulsion Laboratory (JPL), Massachusetts Institute of Technology (MIT), California Institute of Technology (Caltech), Korea Advanced Institute of Science and Technology (KAIST) e la Luleå University of Technology in Svezia (LTR).

Insieme ad altre nove squadre, CoSTAR sta partecipando alla sfida triennale, che alla fine fornisce un punto di partenza per consentire l’esplorazione sotterranea sulla Luna, su Marte e forse anche sulle lune di altri pianeti.

Markforged è il fornitore e sponsor di CoSTAR per la sfida sotterranea. Le sue stampanti 3D hanno permesso al team di applicare iterazioni e correzioni rapide ai loro robot autonomi nel momento in cui ne avevano bisogno durante la competizione.

La sfida sotterranea è composta da tre circuiti: un circuito di tunnel, un circuito urbano e un circuito di grotte e un evento finale, che presentano tutti terreni e condizioni molto diversi. Il robot autonomo del team deve essere in grado di navigare con successo in questi diversi scenari e CoSTAR aveva anche bisogno di eseguire una rapida manutenzione sul campo per eventuali parti danneggiate lungo il percorso e di iterare rapidamente sui progetti per migliorare continuamente il robot.

Utilizzando i robot Spot di Boston Dynamics , il team aveva bisogno di progettare e produrre rapidamente componenti extra come staffe e involucri per assicurarsi che potessero completare i circuiti della competizione e ha deciso di stampare in 3D come veicolo attraverso il quale farlo.

I membri del team CoSTAR si sono rivolti alla stampante 3D di Markforged e al software Eiger per produrre parti funzionali robuste e leggere per i robot e hanno scoperto che le staffe e i supporti stampati in 3D hanno effettivamente superato le loro controparti in alluminio. Il team ha anche prodotto una gabbia stampata in 3D per il sensore lidar da $ 7.000 del robot utilizzando stampanti Markforged e il materiale rinforzato in fibra di carbonio continua dell’azienda. In totale, i robot del team, chiamati Nebula, contenevano circa 15 parti stampate in 3D.

Il team ha portato una stampante 3D Markforged ai primi due round della sfida, che hanno allestito nelle loro stanze d’albergo la sera prima, e ha stampato i pezzi di ricambio durante la notte da utilizzare sul campo il giorno successivo. Mentre le parti stampate in 3D hanno subito alcuni colpi durante le sfide, secondo quanto riferito potrebbero essere riutilizzate senza errori.

La DARPA Subterranean Challenge è più di una semplice competizione e potrebbe fornire un percorso verso l’esplorazione di ambienti sotterranei sulla Luna e su Marte. Il team spera di facilitare le missioni JPL della NASA di questa natura in futuro per indagare sui segni e sul potenziale di vita in questi ambienti extraterrestri.

L’ interesse della NASA per i robot autonomi per applicazioni spaziali continua a crescere, avendo precedentemente studiato la fattibilità dell’uso della robotica morbida per l’esplorazione e l’assemblaggio dello spazio e nel 2019 ha commissionato il progetto SEEKER che coinvolge due robot autonomi a volo libero progettati per ispezionare e monitorare veicoli spaziali mentre nello spazio.

Come parte del progetto, il fornitore di servizi di sviluppo prodotto The Technology House ha utilizzato la tecnologia di stampa 3D Digital Light Synthesis (DLS) di Carbon per produrre quattro propulsori ad alte prestazioni per il sistema di propulsione a gas freddo all’interno dei robot Seeker. Secondo quanto riferito, questi propulsori erano le prime parti stampate in plastica 3D certificate nello “spazio reale”.

Be the first to comment on "Markforged e Darpa in COSTAR per i robot per l’esplorazione sotterranea di Luna e Marte"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi