$ 22 milioni per la startup di stampa 3D domestica Mighty Buildings
 
La società statunitense Mighty Buildings, che prevede di costruire case utilizzando la stampa 3D, la robotica e l’automazione, ha aggiunto 22 milioni di dollari al suo round di finanziamento di serie B.

Il capitale aggiuntivo integra un aumento di capitale di $ 40 milioni annunciato all’inizio di quest’anno , portando il finanziamento totale a $ 100 milioni dall’inizio nel 2017.

Mighty Buildings adotta un approccio ibrido all’edilizia domestica che combina la stampa 3D e il prefabbricato (cioè la costruzione in loco). Per fare ciò, l’azienda ha inventato un materiale composito termoindurente brevettato chiamato Light Stone Material ( LSM ) per ridurre la dipendenza del settore edile da cemento e acciaio.

Il materiale può essere stampato in 3D e, secondo l’azienda, si indurisce quasi immediatamente, mantenendo la coesione tra gli strati e creando una struttura monolitica. Mighty Buildings può quindi stampare elementi in 3D come sporgenze o soffitti senza la necessità di casseforme di supporto aggiuntive. In questo modo il sistema può stampare un’intera struttura, non solo le pareti. Molti passaggi nella costruzione di case sono automatizzati con bracci robotici. Secondo Mighty Buildings, fino all’80% del processo di costruzione è automatizzato.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi