Mitsubishi Power accordo con Aubert & Duval

MITSUBISHI CONCLUDE UN ACCORDO DI LICENZA PER LE POLVERI METALLICHE IN VISTA DEL LANCIO DEL BUSINESS AM SU VASTA SCALA

Mitsubishi Power , una filiale del gruppo Mitsubishi Heavy Industries (MHI), ha concluso un accordo di licenza tecnologica con lo specialista francese della lavorazione dei metalli Aubert & Duval per la composizione e la produzione di polveri metalliche stampabili in 3D.

L’accordo segna il primo passo verso l’inaugurazione su vasta scala dell’attività di produzione additiva di Mitsubishi Power, combinando l’esperienza di Aubert & Duval sulle polveri metalliche con le tecnologie di stampa 3D proprietarie di Mitsubishi.

Da quando sono entrati nel mercato della stampa 3D nel 2014 con una stampante 3D per la formatura di metalli sviluppata dalla società compatriota Matsuura Machinery , le varie filiali di Mitsubishi hanno adottato sempre più la produzione additiva all’interno dei loro processi.

Nel 2018, Mitsubishi Electric Corporation ha sviluppato un processo di stampa di precisione in metallo con “formazione di punti” Direct Energy Deposition (DED) per aumentare la produttività della produzione di parti quasi finite per i settori automobilistico e aerospaziale. Un mese dopo, la filiale ha aiutato il produttore di sistemi di post-elaborazione con sede nel Regno Unito Additive Manufacturing Technologies (AMT) ad accelerare la post-elaborazione automatizzata nel suo sistema PostPro3D.

Dopo aver acquisito il fornitore di filamenti di stampa 3D Dutch Filaments , il braccio chimico di Mitsubishi , Mitsubishi Chemical Performance Polymers (MCPP), ha collaborato con Colossus, startup belga per lo sviluppo di macchine, per testare 10 profili di composti di materiale sulla sua stampante Colossus FGM 3D. Secondo Colossus, la stampante è stata la prima della sua scala a utilizzare rPET, PET riciclato e rPP, profili in polipropilene riciclato.

L’anno scorso, MCPP ha installato un’unità di produzione di stampa 3D ad alto volume dalla startup 3DQue di stampa 3D con sede a Vancouver , chiamata QPoD nel suo laboratorio di prove sui materiali nel Michigan. Più di recente, la filiale chimica di Mitsubishi ha collaborato con la società tedesca di avvio dei materiali AM Polymers per sviluppare prodotti in polvere di polibutilene tereftalato (PBT) per la stampa 3D industriale.

Mitsubishi Power utilizza tecnologie dei materiali proprietarie nella stampa 3D in metallo per preparare materie prime per varie applicazioni e migliorare le prestazioni delle apparecchiature per la produzione di polveri. Gli ugelli del gas appositamente sviluppati da Mitsubishi possono essere integrati nei sistemi di atomizzazione del gas che producono materiali in polvere metallica atomizzando il gas inerte in metalli fusi sotto vuoto.

Aubert & Duval fornisce alle industrie aerospaziale, energetica e della difesa leghe e metalli ad alte prestazioni ed è stata scelta da Mitsubishi per essere un partner collaborativo nello sviluppo della sua attività di stampa 3D grazie alla sua esperienza in questi settori.

Le tecnologie di Mitsubishi saranno combinate con il know-how di Aubert & Duval nella produzione di polveri metalliche per sviluppare polveri ottimizzate per l’uso nei processi di produzione additiva. La partnership dovrebbe migliorare notevolmente le prestazioni dei prodotti stampati in 3D e consentirà a Mitsubishi di essere coinvolta nel processo di produzione di additivi metallici dallo sviluppo del materiale alla produzione del prodotto finale.

A settembre, Mitsubishi Power ha creato un nuovo impianto di sviluppo della produzione additiva presso i suoi stabilimenti Hitachi nella prefettura di Ibaraki. Chiamato AM-Zone, lo stabilimento è dotato di attrezzature per la produzione di polveri e diversi sistemi di stampa 3D in metallo, in grado di soddisfare l’intero processo di produzione additiva dallo sviluppo della polvere fino alla finitura del prodotto.

La zona AM conduce tour e altre attività al fine di promuovere l’adozione di tecnologie di produzione additiva, con tour online attualmente offerti alla luce della pandemia Covid-19. Guardando al futuro, Mitsubishi Power cercherà di ridurre la spesa del lavoro integrando operazioni remote e produzione digitale.

Mitsubishi spera che attraverso la sua partnership con Aubert & Duval e la creazione della sua AM-Zone, l’azienda venga coinvolta in tutte le aree del processo di stampa 3D in metallo. La società ritiene che lo sviluppo di questa nuova area di business consentirà di contribuire alla prossima fase di industrializzazione del settore energetico e non solo.

Be the first to comment on "Mitsubishi Power accordo con Aubert & Duval"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi