Nasa Pulse un dispositivo indossabile stampato in 3d contro il coronavirus

Ridurre il rischio di infezione:
Con PULSE, la NASA presenta un dispositivo indossabile dalla stampante 3D per la protezione contro il coronavirus

Il laboratorio di propulsione a reazione della NASA (JPL) ha sviluppato un piccolo gadget con cui è possibile registrare il movimento della mano verso il viso. Il dispositivo indossabile 3D stampabile ha lo scopo di aiutare a ridurre il rischio di infezione con il nuovo coronavirus SARS-CoV-2. Il gadget economico non è disponibile in commercio, ma può essere copiato con gli accessori appropriati e una stampante 3D.

Logo della NASALa NASA ha sviluppato un gadget che il rischio di infezione da virus SARS-CoV-2 è progettato per ridurre. La cosa più importante in queste settimane è lavarsi le mani e mantenere le distanze. Ma è ancora più importante che al di fuori delle tue quattro mura fai attenzione a non toccarti il ​​viso. Puoi farlo, ma viene rapidamente dimenticato nella frenesia della vita di tutti i giorni. Il gadget chiamato PULSE è progettato per impedirlo, come spiega la NASA .

Il principio alla base di PULSE
Funziona abbastanza semplicemente. Una volta appeso al collo, il sensore a infrarossi nel gadget registra il movimento della mano verso il viso. Comincia immediatamente a vibrare, ricordando all’utente di tenere le mani lontane dal viso. La JPL ha rilasciato un video di YouTube.

Tuttavia, c’è un problema. Il gadget, sviluppato dal Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA , è economico da produrre, ma non disponibile in commercio. I progetti sono stati pubblicati. Secondo gli sviluppatori, è facile da riprodurre. Lo strumento principale per la produzione è una stampante 3D . Naturalmente, PULSE non sostituisce maschere protettive o dispositivi di protezione simili. Ma è un aiuto pratico quando si tratta di tenere le mani lontane dal viso.

Gli sviluppatori sperano che questo possa aiutare almeno una piccola parte a ridurre la diffusione del virus SARS-CoV-2. Molte persone tecnicamente dotate hanno implementato le loro idee negli ultimi mesi per proteggere le persone dalle infezioni. Un ragazzo degli Stati Uniti ha costruito una maschera con la stampante 3D per supportare suo zio malato e gli anziani nella zona. L’ondata di disponibilità continua ad essere grande. E grazie a nuove tecnologie come la stampante 3D, considerazioni ancora più difficili possono essere implementate con un po ‘di abilità.

Be the first to comment on "Nasa Pulse un dispositivo indossabile stampato in 3d contro il coronavirus"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi