Odette Lunettes presenta una nuova collezione di occhiali con materiale di stampa 3D biobased 

Il marchio di occhiali belga Odette Lunettes ha sfruttato la tecnologia di stampa 3D per sviluppare una nuova collezione di occhiali in collaborazione con Materialise e l’ex campione del mondo di ciclismo Tom Boonen.

I nuovi  occhiali Odette Lunettes X Tom Boonen sono unisex, disponibili in due taglie e tre colori e prodotti con il materiale Ultrasint PA11 100% biobased di BASF, che è l’ultima aggiunta al portafoglio di materiali per occhiali di Materialise. PA11 vanta anche flessibilità, resistenza agli urti ed è in grado di abilitare parti leggere, tutte proprietà favorevoli per i marchi di occhiali.

Odette Lunettes si è rivolta alla tecnologia di stampa 3D perché è “ideale per creare un telaio tecnico sportivo senza compromettere il design che avevamo in mente” e consentirebbe anche un prodotto che affrontasse alcune delle sfide di sostenibilità dell’industria della moda. Nella produzione tradizionale di un prodotto di occhiali, circa il 70% dell’acetato utilizzato nelle montature può finire per essere sprecato, mentre una cultura del fast fashion può comportare anche il 20-30% di stock invenduti.


Sfruttando la tecnologia di stampa 3D, Odette Lunettes è stata in grado di utilizzare Ultrasint PA11 – che si basa su Arkema Rilsan Polyamide 11 e proviene responsabilmente da semi di ricino – e stampare parti su richiesta in piccole serie.

“Con la stampa 3D, la natura di riduzione degli sprechi del processo additivo offre già chiari vantaggi ambientali ed economici”, ha commentato Alireza Parandian, Business Development Director di Materialise. “L’utilizzo di un materiale come il PA11 ha il potenziale per amplificare questi vantaggi.

“Con la sua velocità, flessibilità e DNA digital-first, la stampa 3D offre un vantaggio competitivo radicale per i marchi di occhiali. Consente alle start-up, supporta nuove opportunità di business e consente alle aziende di tutte le dimensioni di creare nuovi design, testare l’appetito del mercato e aumentare la produzione con il minimo rischio. Generando meno sprechi e consumando il minimo di energia lungo la catena di approvvigionamento, la stampa 3D offre anche credenziali più ecologiche, cosa che influenza sempre più le scelte dei consumatori di oggi”.

La partnership con Odette Lunettes rappresenta l’ultima attività di Materialise nel settore dell’occhialeria. Tra gli altri collaboratori dell’azienda nel settore ci sono HOYA , Hoet Design Studio , Safilo e Ditto . 

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi