OPT Industries stampa strisce reattive o tamponi per il COVID 19

La startup statunitense OPT Industries stampa strisce reattive COVID 19
 
Abbiamo a che fare con la pandemia di corona da più di un anno. I test COVID-19 fanno ormai parte della vita quotidiana di molte persone. All’inizio del 2020, i test erano ancora scarsi. Soprattutto i bastoncini di prova per il tampone nasale spesso non erano disponibili.

OPT Industries , startup del Massachusetts con appena 15 dipendenti, ha quindi trovato una soluzione al problema. L’azienda, specializzata nella produzione additiva, ha perfezionato la stampa 3D dei tamponi di prova.

In quattro mesi nel 2020, OPT Industries ha prodotto 800.000 dei suoi tamponi nasali InstaSwab per partner commerciali come Kaiser Permanente e il distributore di dispositivi medici Henry Schein. Dopo questo test, secondo il fondatore Jifei Ou, l’azienda può aumentare la sua capacità a 30.000 tamponi al giorno con macchine nuove e modulari.

Secondo la società, i tamponi nasali stampati in 3D sono di altissima qualità e meglio utilizzati rispetto ai tamponi comparabili. Tuttavia, con l’avanzare della vaccinazione, i test sono cambiati. OPT Industries, che ha iniziato con un capitale iniziale di 5 milioni di dollari USA, si sta quindi attualmente concentrando sull’ottimizzazione delle sue strisce reattive per uso domestico.

I dati pubblicati da OPT Industries affermano che i suoi tamponi nasali stampati in 3D sono stati in grado di trasferire una media del 63% dei geni virali nel processo di rilevamento. Nel frattempo, i tamponi in fibra floccata hanno portato il 36% e i tamponi in poliestere circa il 14% in questi test.

Questi test sono stati condotti presso il Boston University Medical Center, ma i risultati non sono stati pubblicati in una rivista peer-reviewed. Inoltre, non sono stati effettuati su pazienti umani COVID-19, ma in vitro.

In teoria, gli InstaSwabs sono in grado di rintracciare meglio le tracce del virus nella parte posteriore del naso e della gola. L’argomento di Ou è che il giusto tipo di tampone, specialmente uno con la sua densa struttura in microfibra, può aiutare a catturare più virus ed evitare falsi negativi, specialmente nei primi giorni dell’infezione quando la carica virale nel corpo è inizialmente inferiore.

Se OPT può dimostrare che gli InstaSwabs sono superiori alle altre strisce reattive, avrebbero un grande vantaggio nel mercato molto conteso. Attualmente negli Stati Uniti vengono eseguiti in media 500.000 test COVID-19 al giorno. A gennaio 2021 la media era di poco meno di 2 milioni al giorno.

Vede ancora un potenziale di crescita nel mondo dei test casalinghi. Ciò non riguarda solo i test COVID-19, ma anche altre malattie. Secondo il fondatore dell’azienda, i tamponi realizzati con InstaSwabs stampati in 3D possono essere utilizzati praticamente per qualsiasi rifiuto corporeo.

Tuttavia, OPT Industries non è stata la prima azienda a produrre tamponi per i test COVID-19 con la stampante 3D . Ad esempio, al culmine della mancanza di test , Henkel , Stratasys , Carbon , Formlabs e altre società hanno offerto soluzioni stampate in 3D.

 

Be the first to comment on "OPT Industries stampa strisce reattive o tamponi per il COVID 19"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi