Il detergente chimico “src1” di Oryx Additive rende la pulizia delle parti stampate in 3D FDM due volte più veloce
 
Con src1, la società statunitense Oryx Additive presenta un nuovo materiale di post-elaborazione per la stampa 3D FDM. Si dice che src1 renda possibile la post-elaborazione di parti stampate in 3D due volte più veloce dei materiali comparabili. È stato sviluppato, tra le altre cose, per parti stampate in 3D realizzate con il polimero SR-30 di Stratasys. Lo presentiamo.
 
Rimozione del supporto per la presentazione video src-1
La società statunitense Oryx Additive ha presentato in un post su LinkedIn il suo nuovo detergente chimico per la rimozione del materiale di supporto dalle parti prodotte con il processo di stampa 3D Fused Deposition Modeling (FDM) . Il detergente src1 è progettato per dissolvere il materiale di supporto in modo efficiente e rapido. L’azienda spiega che il materiale è particolarmente adatto a fornitori di servizi di stampa 3D, laboratori e aziende industriali.

Keith Jeffcoat, CEO di Oryx Additive ha dichiarato:

“Abbiamo ascoltato i nostri clienti, compreso le esigenze della produzione additiva industriale e ci siamo resi conto che la tecnologia attuale limita la capacità di rimuovere al massimo i supporti, e così è nato src1. Siamo entusiasti di lanciare un altro prodotto affidabile con risultati solidi”.
Il più rapidamente e nel modo più pulito possibile
 
Secondo Oryx Additive, l’agente detergente src1 è stato sviluppato da zero e mira ad aiutare gli utenti a dissolvere le strutture di supporto dei modelli stampati in 3D il più rapidamente possibile e con il minor disordine possibile. Il materiale è stato creato appositamente per il polimero Stratasys SR-30 , che può essere utilizzato con la stampante 3D F770 , ad esempio. SR-30 è stato sviluppato da Stratasys per aiutare nella produzione di parti con sporgenze complesse da filamenti ad alta temperatura.

Secondo l’additivo Oryx, la velocità di dissoluzione dell’src1 è doppia rispetto a quella del più vicino concorrente di detergenti leader e dovrebbe quindi essere utilizzata soprattutto per i requisiti di tempo critico. Il prodotto può essere utilizzato anche con le macchine per la rimozione dei supporti Oryx sca1200ht e Oryx sca3600 . Entrambe le macchine sono progettate per dissolvere rapidamente il materiale di supporto solubile, aiutando gli utenti a rimuovere il materiale in eccesso mantenendo le dimensioni dei componenti delicati o complessi. Secondo il produttore, con src1 gli utenti sono in grado di post-elaborare le parti in modo efficiente. Una confezione è sufficiente per 45 litri di acqua.

Due volte più veloce
 
I test hanno mostrato che src1 rimuove SR-30 dai modelli a cinque lati stampati in 3D a una velocità di 3,65 grammi all’ora. Oryx Additive spiega che questo è il 112,2% più veloce di un concorrente non specificato. In ulteriori test, l’azienda ha esaminato l’efficacia di src1 nel tempo. Per fare ciò, hanno cercato di risolvere i supporti di modelli altrettanto complessi per un periodo di tempo più lungo.

Il concorrente di mercato ha perso potere pulente dopo che 340 grammi sono stati sciolti. Secondo il produttore, il materiale src1 è durato il doppio e il bagno ha dovuto essere rinfrescato solo dopo aver utilizzato 970 grammi di detergente. Gli ingegneri hanno concluso che il prodotto di Oryx Additive richiede la metà della quantità di detergente, il che potrebbe ridurre le spese di post-elaborazione.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi