PhotoCatch: la prima app a utilizzare l’API di scansione 3D di Apple



È apparsa la prima app in grado di utilizzare la nuova API Object Capture di Apple: PhotoCatch.

PhotoCatch funziona su Mac OS e sfrutta l’API Object Capture recentemente annunciata da Apple , che fa parte della prossima versione di Mac OS Monterey. Anche se è probabile che questo aggiornamento del sistema operativo venga rilasciato al pubblico in ottobre, è possibile caricare la versione beta test su un Mac adeguatamente attrezzato per testare PhotoCatch.

Object Capture è un servizio integrato in Mac OS Monterey che esegue fotogrammetria altamente ottimizzata su una raccolta di immagini fornite. Gli algoritmi di fotogrammetria utilizzano differenze nelle immagini per determinare la posizione nello spazio 3D di ciascun punto e da questo può essere derivato un modello 3D.

Il processo di utilizzo di Object Capture è leggermente diverso rispetto a uno scanner 3D tradizionale. La procedura consiste nell’utilizzare un iPhone dotato di fotocamera di profondità in modalità Ritratto per scattare una serie di immagini di un soggetto da tutte le angolazioni. L’utilizzo della modalità verticale consente all’API di isolare il soggetto dallo sfondo e dagli elementi circostanti.

Queste immagini catturate devono quindi essere inviate a Object Capture su Mac OS, il secondo passaggio del processo. Si verifica un’elaborazione pesante per generare i modelli 3D, che Apple intende principalmente utilizzare nelle applicazioni AR / VR. Tuttavia, i modelli 3D possono essere utilizzati anche per la stampa 3D e l’incorporazione in modelli 3D più complessi.



Apple ha fornito un’applicazione di codice sorgente Object Capture di esempio nel kit di sviluppo del sistema Mac OS Monterey, ma doveva essere compilata e installata manualmente su Mac OS da uno sviluppatore. L’abbiamo provato nella nostra copertura precedente, ma è qualcosa che pochi utenti Mac possono fare da soli.

 
Entra in PhotoCatch, che è la prima app appositamente creata per utilizzare Object Capture.

È un’app relativamente semplice, poiché accetta semplicemente una raccolta di immagini e attiva l’API Object Capture. È abbastanza facile da usare per chiunque e questa è l’app che stavo cercando.

Nike SB Air Max Stefan Janoski di alban su Sketchfab
C’è un altro problema, tuttavia. Insieme al requisito per eseguire la versione beta di Mac OS Monterey, il Mac su cui viene eseguito deve essere relativamente potente. PhotoCatch richiede un nuovo Mac M1 elegante o un Mac basato su Intel con almeno 16 MB e una scheda grafica AMD da 4 GB. Ciò limita l’uso di PhotoCatch solo all’ultimo set di macchine o al più potente degli ultimi anni.

Sospetto che a questo punto tu sia scoraggiato. Se non hai l’hardware Mac giusto, sei sfortunato. Anche se lo fai, potresti non voler installare il software beta su una macchina su cui svolgi il tuo lavoro quotidiano.

Ma rallegrati, c’è una risposta: PhotoCatch ha una soluzione basata su cloud, PhotoCatch Cloud.

 
PhotoCatch Cloud ti consente di caricare una cartella contenente immagini (e non devono nemmeno essere abilitate in profondità) per l’elaborazione. Dicono che puoi “ricevere un modello 3D in meno di 24 ore”, dopo “pagamento ricevuto”.

Il pagamento sembra essere di US $ 1,99 per scansione, che è in realtà abbastanza decente per gli utenti occasionali.

Penso che PhotoCatch sia solo l’inizio, come vedremo nei prossimi mesi app ancora più sofisticate che utilizzano Object Capture. Posso immaginare di utilizzare un’app mobile che ti guida attraverso la sequenza di immagini e invia automaticamente le immagini al tuo Mac per l’elaborazione. Ciò renderebbe l’intero processo quasi senza soluzione di continuità.

Be the first to comment on "PhotoCatch: la prima app a utilizzare l’API di scansione 3D di Apple"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi