PRUSA LANCIA PRUSASLICER 2.4.0 (ALPHA DUE) PER VELOCITÀ DI SEZIONAMENTO FINO A 4 VOLTE PIÙ VELOCE
 

Il produttore di stampanti 3D Prusa ha lanciato l’ultima versione del suo software di slicing open source, la seconda versione alpha di PrusaSlicer 2.4.0 .

Basandosi sulla versione 2.4.0 alpha one , quest’ultima versione porta con sé diverse nuove funzionalità e aggiornamenti per rendere il flusso di lavoro di prestampa più veloce ed efficiente. Il software ha anche corretto tutta una serie di bug rilevati dagli utenti, creando un’esperienza di stampa 3D più pulita.

Poiché le build alpha salvano i loro profili nella directory ‘PrusaSlicer-alpha’, gli utenti saranno in grado di utilizzare la nuova versione alpha insieme alla versione corrente senza confondere le loro configurazioni di produzione.

Fondata nel 2012 da Josef Průša, Prusa Research è un nome familiare nella comunità della stampa 3D, con un ampio portafoglio di macchine desktop adatte sia agli hobbisti che ai professionisti.

L’azienda è meglio conosciuta per la sua stampante 3D i3, che è attualmente sul modello MK3S+ . La stampante FDM offre un volume di costruzione di 250 x 210 x 210 mm ed è disponibile sia come kit di montaggio che come sistema chiavi in ​​mano pronto all’uso. Combinando prestazioni e convenienza, l’i3 ha venduto diverse centinaia di migliaia di unità in tutto il mondo, contribuendo notevolmente al fatturato annuo stimato di Prusa di circa 70 milioni di euro.

L’i3 e molte altre stampanti simili possono utilizzare PrusaSlicer open source come programma gratuito di preparazione della stampa. Il software funge anche da affettatrice per stampante SLA, rendendolo una delle offerte più versatili sul mercato.

Cosa è cambiato rispetto a PrusaSlicer 2.4.0 alpha one?

Senza dubbio, l’aggiornamento più degno di nota qui è il miglioramento del tempo di affettatura. Le esportazioni del codice G sono state parallelizzate e ottimizzate, il che si traduce in un tempo di slicing totale 2x-4x più breve quando si utilizza 2.4.0 alfa due. Secondo Prusa, i maggiori aumenti di velocità si vedranno sulle CPU di fascia alta.

Quando i tipi di file 3MF, AMF e OBJ vengono caricati in PrusaSlicer, anche i loro modelli non vengono più riparati automaticamente, il che rende il tempo di caricamento notevolmente più veloce. Anche le coordinate G-code ora vengono esportate in modo ottimizzato (in particolare, omettendo gli zeri iniziali e finali), il che significa che i file G-code sono più piccoli e richiedono meno memoria per essere archiviati.

Inoltre, le statistiche di riparazione della mesh in PrusaSlicer sono state rinnovate per renderle più facili da leggere e comprendere. Prima del rilascio della versione 2.4.0 alpha due, non era così chiaro quali errori fossero stati corretti durante l’importazione della mesh o se rimanessero errori dopo il completamento dell’importazione e della riparazione. Ora, tutti gli errori corretti e quelli rimanenti sono elencati nel pannello laterale con il ‘!’ icona accanto a loro. Le mesh che sono completamente fisse sono mostrate in bianco, mentre le mesh che non sono completamente fissate sono mostrate in arancione.

Anche la barra di stato nella parte inferiore dell’interfaccia utente è stata sostituita da notifiche che descrivono in dettaglio l’avanzamento della sezione, insieme a un nuovo pulsante “Interrompi affettamento”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi