Ricardo Martínez Herrera e la scultura con 3Doodler da Death Stranding

L’artista Ricardo Martínez Herrera trascorre ore a creare sculture con la penna per stampa 3D 3Doodler , una forma d’arte emergente che sta diventando un mezzo apprezzato per le menti di talento. Ispirato dalla sua cultura messicana, dalle tendenze globali e dall’anatomia umana, l’artista con sede in Belgio condivide la sua passione per la produzione di opere contemplative e all’avanguardia utilizzando la tecnologia 3D. La sua visione innovativa lo ha portato a fare arte folklorica, abbigliamento disegnati in 3D , modelli anatomici, e anche un omaggio gioco popolare per PlayStation, Death Stranding.

Di solito si trova a sperimentare nuovi mezzi e combinare materiali in modi unici, Herrera ha scolpito alcuni pezzi davvero sorprendenti per ricreare sculture iconiche e tradizionali di arte folcloristica messicana dai colori vivaci chiamate alebrijes, dalla regione di Oaxaca. Per la sua serie, fili colorati di plastica ABS si intrecciano per creare creature fantastiche. Ogni scultura è il prodotto di almeno otto ore di lavoro, ma, come la maggior parte degli artisti, Herrera ha descritto come trascuri completamente il tempo quando è profondamente coinvolto in un’opera.

Nel suo blog, l’artista contemporaneo di 31 anni ha rivelato di aver dovuto lasciare il suo nativo Messico molti anni fa a causa di livelli estremi di violenza – un importante fattore di spinta per molte persone che emigrano dal Centro America per cercare sicurezza in altri paesi. Dopo aver conseguito un Master of Fine Arts (MFA) presso la Royal Academy of Fine Arts di Bruxelles , in Belgio, dove si è specializzato in scultura, è diventato imprenditore e attivista, fondando diverse startup legate alla tecnologia e all’arte digitale.

Herrera ha acquisito le tecniche di arte della penna 3D nel 2016 quando era un artista residente per LIX Pen – un produttore di penne 3D eleganti e piccole – nella loro sede in Belgio. Ma è stato solo quando ha trovato la 3Doodler Create che ha iniziato a produrre arte seriale. Attratto da 3Doodler per la sua capacità di sopravvivere ai concorrenti, ha dato all’artista un uso continuo nella produzione di sculture. Da quando sono state lanciate nel 2013, le penne 3Doodler hanno permesso agli utenti di disegnare nell’aria, producendo creazioni a mano libera riscaldando la plastica solida a 230 ° C, costringendola attraverso un piccolo ugello mentre si raffredda.

Per tenersi impegnato durante i lunghi mesi di restrizioni sul blocco di COVID-19 nel 2020, Herrera ha deciso di rendere omaggio al gioco d’azione Death Stranding , creato dal leggendario game designer Hideo Kojima. Il risultato è stato un’impressionante scultura del bambino di Death Stranding . Nel gioco, il bambino, soprannominato BB, rimane impotente intrappolato in un barattolo, dove funge da ponte per il personaggio principale, Sam, avvertendolo di apparizioni spettrali dal “mondo morto”. Spesso descritto come un elemento inquietante del gioco, il bambino gioca piacevolmente con il mondo catastrofico in cui vivono i personaggi.

Per la scultura, ciò significava colori altrettanto scuri e un’atmosfera inquietante esaltata dai fili sottili e intrecciati di plastica estrusa dalla penna 3Doodler. Per questo pezzo, l’artista ha scelto plastica trasparente e nera, una base di cera e un filo di acciaio che tiene a mezz’aria il bambino di Death Stranding . Dopo aver finito di creare il bambino, che è in posizione fetale, ha allacciato fili di plastica attorno al filo d’acciaio, fatto in modo che assomigliasse a un cordone ombelicale, proprio come quello giallo che il bambino ha nel gioco.

L’artista è profondamente appassionato di esplorazione dell’anatomia umana, che si è ripetutamente mostrata nel suo lavoro. 3DPrint.com ha parlato con Herrera per capire un po ‘di più su questa fase della sua arte. Ha spiegato che il suo interesse lo ha portato a creare sculture straordinarie che sono una combinazione di anatomia umana e perfezione matematica o geometrica. In effetti, gran parte del suo lavoro si occupa del contrasto tra i due.

Ad esempio, Herrera ha utilizzato una penna 3Doodler e il kit STEM 3Doodler per ricreare una mano dall’aspetto realistico. Le articolazioni delle mani sono tutte mobili e i tessuti e le vene sono stati tutti realizzati utilizzando FLEXY DoodleStrands , che consente loro di flettersi e piegarsi. Allo stesso modo, ha usato colori e materiali diversi per distinguere ossa, cartilagini, muscoli, vene, arterie e nervi. La mano è stata descritta sul blog di 3Doodler, inclusa una guida completa passo passo sulla creazione del pezzo. Seguendo la mano articolata, l’artista ha creato un teschio con la penna 3D e la plastica ABS, ma questa volta, una volta completate le forme originali, ha deciso di fonderlo utilizzando una tecnica di bronzo a cera persa. Chiamato “Memento Mori”, dal latino “ricorda che devi morire”, il pezzo fu rapidamente venduto a una collezione privata.

L’artista Ricardo Martínez Herrera ha creato un teschio con un 3Doodler e plastica ABS (a sinistra) e poi lo ha fuso in bronzo per realizzare una scultura chiamata Memento Mori. Immagini per gentile concessione di Ricardo Martínez Herrera.

Dopo che il suo lavoro è diventato pubblico, Herrera è stato contattato dal neurochirurgo e ricercatore presso l’ ospedale universitario di Bruxelles , Frederick Van Gestel, che sta sviluppando una nuova interpretazione della neuronavigazione per fornire ai chirurghi una visione 3D dell’anatomia del paziente. L’esperto vede il potenziale nelle sculture anatomiche 3D di Herrera e i due sperano di lavorare insieme a breve per fornire più strumenti in grado di migliorare l’apprendimento e la formazione per la comunità medica.

L’artista ha in programma di espandere il suo lavoro per creare sculture realistiche del cervello e dell’anatomia umana interna utilizzando 3Doodler o un’altra tecnologia di stampa 3D. Infatti, nel dicembre 2020, ha ricevuto la sua prima borsa di studio dalla Federazione Vallonia-Bruxelles , che finanzia la ricerca fondamentale per i residenti di lingua francese a Bruxelles. I fondi verranno utilizzati per creare arte ed esplorare l’anatomia umana attraverso il bronzo e la plastica 3D in collaborazione con i medici.

Be the first to comment on "Ricardo Martínez Herrera e la scultura con 3Doodler da Death Stranding"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi