Ricoh lancia un mini sistema idroelettrico per località remote, utilizzabile con accumulo solare plus
Il sistema di generazione pico-idro da 1kW può essere utilizzato con sistemi di drenaggio di fabbrica e canali di irrigazione. Secondo il produttore, è realizzato con materiali sostenibili stampati in 3D a base di plastica riciclata ed è in grado di generare elettricità anche con un piccolo flusso d’acqua. Il solare e l’accumulo possono essere collegati al sistema per garantire un’alimentazione stabile.

La multinazionale giapponese di imaging ed elettronica ha lanciato un sistema di generazione pico-idro da 1 kW che può essere utilizzato con i sistemi di drenaggio delle fabbriche e i canali di irrigazione . I sistemi Pico-hydro sono tutti sistemi idroelettrici con una capacità inferiore a 5kW e sono comunemente usati come fonte di energia economica e facile da distribuire nei luoghi più inaccessibili del mondo .

“Il sistema può essere utilizzato anche in combinazione con fotovoltaico e batterie per garantire un’alimentazione stabile”, ha detto alla rivista pv un portavoce dell’azienda . ” A seconda della quantità di elettricità generata, può essere utilizzata per dispositivi IoT come sensori, dispositivi di illuminazione e sistemi di ricarica”.

Chiamato 3D-Pico Hydro Generator System , il nuovo prodotto sarà inizialmente venduto nel mercato giapponese. ” La convalida del servizio inizierà in Giappone e il sistema sarà gradualmente offerto a livello globale ai mercati in cui è necessario”, ha spiegato ulteriormente il portavoce.

Il sistema è stato testato presso lo stabilimento Ricoh di Numazu.Immagine: Ricoh
Secondo il produttore, il sistema è realizzato con materiali sostenibili stampati in 3D a base di plastica riciclata ed è in grado di generare elettricità anche con un piccolo flusso d’acqua.

È stato testato presso lo stabilimento di Numazu dell’azienda. “Nel nostro esperimento dimostrativo utilizzando le acque reflue della fabbrica dello stabilimento Ricoh Numazu, abbiamo confermato la possibilità di accendere una lampada e utilizzarla come fonte di alimentazione per una telecamera di sicurezza per nove mesi”, ha affermato l’azienda. “Stiamo anche considerando di utilizzarlo come fonte di alimentazione per la prevenzione dei disastri in combinazione con lo stoccaggio della batteria”.

“Ricoh ha anche in programma di migliorare il sistema in modo che possa essere utilizzato anche nelle microgrid”, ha concluso il portavoce dell’azienda. 
Ci sono molti fattori che determinano la fattibilità di un progetto di mini-energia idroelettrica. Questi includono la quantità di potenza disponibile dal flusso d’acqua, il tipo di turbina, la capacità dei carichi elettrici da fornire e i costi iniziali e operativi.


Negli ultimi decenni, i sistemi idroelettrici Pico sono stati utilizzati con successo in paesi come Nepal, Vietnam, Laos e Perù, come un modo per fornire elettricità alle zone rurali.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi