Sinterit PA11 ESD

SINTERIT LANCIA IL NUOVO MATERIALE DI STAMPA 3D ESD PA11

Il produttore polacco di stampanti 3D Sinterit ha aggiunto al suo portafoglio un nuovo materiale di stampa 3D elettrostatico sicuro chiamato PA11 ESD.

La settima polvere SLS dell’azienda è la prima a presentare la funzionalità di scarica elettrostatica (ESD), che consente la produzione di parti conduttive con qualità dissipative. L’ultimo polimero di Sinterit potrebbe aprire una gamma di nuove applicazioni elettroniche ai suoi sistemi Lisa , come involucri, connettori o dispositivi stampati in 3D per l’uso in aree a prova di ESD.

“Il PA11 ESD, derivato da olio di ricino, è la nostra nuova proposta dedicata all’industria elettronica e automobilistica”, ha affermato Konrad Glowack, co-fondatore di Sinterit. “Materiali resistenti alle scariche elettrostatiche con migliori proprietà termiche e stabilità dimensionale erano qualcosa che i nostri clienti chiedevano, e ora siamo lieti di fornirlo.”

All’interno di alcune applicazioni, i componenti stampati in 3D ed elettronici spesso entrano in stretto contatto e se il primo non presenta qualità sufficientemente dissipative, l’elettricità statica può accumularsi provocando il verificarsi di scintille. Queste esplosioni statiche a volte causano danni alle parti elettroniche e, in atmosfere potenzialmente esplosive, i risultati potrebbero essere molto più gravi.

I materiali resistenti alle scariche elettrostatiche mitigano tali problemi fornendo un “percorso di uscita” moderatamente conduttivo per la carica che dissipa naturalmente qualsiasi accumulo statico durante il funzionamento. Utilizzando questa tecnologia, tutte le aziende di elettronica dispongono di “aree sicure” all’interno delle loro linee di produzione, in cui possono essere utilizzati solo strumenti elettrostatici ottimizzati.

Queste zone di fabbrica ESD designate possono offrire tranquillità ai produttori, ma impediscono anche loro di stampare in 3D parti di ricambio con polimeri convenzionali. Di conseguenza, i produttori di materiali come Innofil3D (e ora Sinterit) hanno lanciato una nuova gamma di filamenti ESD che cercano di rivolgersi a questo mercato emergente dell’elettronica.

Il portafoglio di Sinterit comprende una gamma di materiali di stampa flessibili tra cui tre Flexa TPU e un Rubber TPE, ciascuno dei quali è stato adottato in un’ampia varietà di settori. Con il suo ultimo polimero, l’azienda ha deciso di migliorare i suoi materiali PA11 Onyx con qualità di sicurezza ESD e resistenza termica, per creare una polvere ancora migliore.

Di conseguenza, Sinterit afferma che la sua plastica ESD PA11 possiede prestazioni termiche migliorate rispetto ai suoi predecessori, nonché una maggiore stabilità dimensionale. La nuova polvere di plastica si basa anche sull’olio di ricino di origine biologica, rendendola un’alternativa più sostenibile alle plastiche conduttive a base chimica sul mercato.

Grazie alle qualità meccaniche di PA11 ESD, gli utenti Lisa possono ora fabbricare parti adatte a prodotti certificati per lavorare in atmosfere potenzialmente esplosive. Essere in grado di produrre in sicurezza componenti antideflagranti potrebbe aprire varie nuove applicazioni per le macchine SLS di Sinterit, in aree in cui sono presenti particelle infiammabili come i siti di spruzzatura di veicoli e edifici.

Il nuovo materiale potrebbe consentire agli utenti Lisa di Sinterit di accedere a nuovi mercati nell’industria elettronica e automobilistica. Foto via Sinterit.
Il nuovo polimero potrebbe consentire agli utenti Lisa di Sinterit di accedere a nuovi mercati nell’industria elettronica e automobilistica. Foto via Sinterit.
I componenti stampati in 3D conformi a ESD sono anche altamente desiderabili nell’industria automobilistica, in cui l’elettronica e i pezzi di ricambio entrano spesso in contatto in fabbrica. L’azienda automobilistica Continental , ad esempio, ha recentemente acquisito una Stratasys Fortus 450mc per questo scopo e l’ultimo materiale di Sinterit potrebbe consentire ai suoi utenti di rivolgersi anche a questo mercato.

Inoltre, grazie alla sua funzionalità, il materiale PA11 ESD è compatibile con i touch-screen capacitivi. Di conseguenza, il materiale di Sinterit crea potenzialmente nuove applicazioni per la sua tecnologia nelle interazioni uomo-schermo e gli fornisce la capacità di fornire soluzioni migliori per mani artificiali.

Be the first to comment on "Sinterit PA11 ESD"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi