Steve Wozniak di Apple per la stampa 3D dello chassis satellitare con il titanio di Desktop Metal
 
Il titanio è la linfa vitale della stampa 3D in metallo. Poiché la tecnologia è stata inizialmente guidata dai settori aerospaziale e delle armi, è diventata il metallo preferito per il suo elevato rapporto resistenza-peso. Ora, Desktop Metal ( NYSE: DM ) ha qualificato la lega di titanio Ti-6Al-4V (Ti64) per il suo Studio Systems 2, rendendolo una delle prime macchine da ufficio in grado di stampare in 3D con il titanio. Uno dei primi clienti di Desktop Metal nello spazio sembra essere il co-fondatore di Apple Steve Wozniak, la cui nuova startup, Privateer Space , mira a ripulire la spazzatura spaziale.Oltre alla sua elevata resistenza e leggerezza, Ti64 è la lega di titanio più utilizzata per la sua resistenza alla corrosione e biocompatibilità. Per questo motivo, viene utilizzato in settori diversi come petrolio e gas, automobilistico e medico. Desktop Metal afferma che le parti in titanio realizzate con Studio System 2 offrono una resistenza allo snervamento di 730 MPa, una resistenza alla trazione massima di 845 MPa e un allungamento del 17%, proprietà oltre gli standard ASTM F2885-17 per gli impianti chirurgici stampati a iniezione di metallo.

“Il titanio è stato un materiale impegnativo per la stampa 3D di metalli legati perché è estremamente reattivo sotto forma di polvere e difficile da sinterizzare”, ha affermato Jonah Myerberg, co-fondatore e CTO di Desktop Metal. “Siamo entusiasti di essere i primi a commercializzare la lega di titanio più comune, Ti64, per la stampa 3D attraverso la nostra soluzione Studio System 2, aprendo la porta a una produzione più accessibile di parti in titanio ad alte prestazioni”.
Tra gli utenti del materiale finora c’è Privateer Space. Fondata dal co-fondatore di Apple Steve Wozniak, l’azienda si dedica ad affrontare il problema della spazzatura spaziale causato dalla proliferazione di satelliti nello spazio. Da quello che può dire chi scrive, il comunicato stampa di Desktop Metal è il primo a rendere pubblica qualsiasi informazione riguardante l’avvio di NewSpace di Woz. La società è ancora in modalità stealth e prevede di fare colpo in pubblico alla conferenza Advanced Maui Optical and Space Surveillance Technologies (AMOS) , che si terrà dal 14 al 17 settembre 2021 a Maui, nelle Hawaii.

Una staffa per macchina stampata in 3D realizzata in titanio utilizzando Studio System 2. Immagine per gentile concessione di Desktop Metal.
Nel comunicato stampa, Wozniak ha spiegato il ruolo che la tecnologia di Desktop Metal avrà nella missione della sua startup di monitorare e ripulire gli oggetti nello spazio:

“La stampa 3D con il titanio è incredibilmente preziosa in settori come quello aerospaziale grazie alla capacità del materiale di supportare progetti complessi e leggeri. Con Studio System 2, il team di Privateer Space sarà in grado di raggiungere l’accessibilità e le capacità di leggerezza necessarie per aprire la strada alla progettazione e al lancio del nostro satellite. Questa tecnologia è davvero un elemento di differenziazione nell’aiutare le aziende ad accelerare le innovazioni nello spazio e, attraverso i progressi materiali che Desktop Metal sta facendo, abbiamo un’incredibile opportunità di collaborare e mantenere lo spazio accessibile per le generazioni future.
Alex Fielding, presidente esecutivo di Privateer Space, ha specificato in un LinkedIn esattamente come l’azienda utilizzerà la stampa 3D. Con Desktop Metal, la società prevede di stampare in 3D un telaio satellitare che verrà lanciato nello spazio non appena Q1 2022. Fielding ha scritto:

“Sono davvero entusiasta di essere tra le novità di Desktop Metal oggi in merito al lancio del loro Studio System 2 qualificato per Ti64. DM continua a essere all’avanguardia nella stampa 3D in metallo; portando nello spazio le capacità di una produzione additiva rapida e altamente accurata con Titanium e Privateer. Privateer ha avuto il piacere di essere un partner di lancio per il rilascio e sono continuamente impressionato dalle nuove funzionalità trovate. Privateer e DM faranno volare uno spazio del telaio satellitare stampato in 3D nel primo trimestre del 2022. Resta sintonizzato per ulteriori informazioni in arrivo!
Da sinistra a destra, un accoppiamento per drone, un ugello per iniettore di carburante e un anello di messa a fuoco del telescopio stampato in 3D in titanio con Studio System 2. Immagine per gentile concessione di Desktop Metal.
Desktop Metal ha dimostrato diverse applicazioni per il suo nuovo materiale, tra cui una staffa per macchina con un riempimento reticolare giroide. Stampando in 3D la parte in Ti64, il peso è stato ridotto del 59%. Un altro esempio era un anello di messa a fuoco del telescopio, pensato per tenere in posizione le lenti su un telescopio mobile. Stampando in 3D la parte, potrebbe essere possibile utilizzare motori più piccoli, riducendo i costi complessivi, il peso e l’usura. Sei anelli di messa a fuoco possono essere realizzati dallo Studio System 2 in meno di un giorno ed elimina la necessità di strumenti costosi.

È stato anche stampato in 3D un accoppiamento per droni per il collegamento ad assiemi in un telaio di droni. Desktop Metal ha evidenziato l’impatto che il peso ha sulla durata della batteria del drone, osservando che la stampa 3D di questa parte potrebbe aiutare a ridurre il peso e prolungare la durata della batteria. Ha inoltre sottolineato che è possibile effettuare da 15 a 25 accoppiamenti di droni a settimana su Studio System 2. Desktop Metal ha anche stampato in 3D un ugello per iniettore di carburante progettato con canali interni per migliorare le prestazioni del bruciatore. Con la tecnologia di Desktop Metal, gli ingegneri possono iterare i progetti di ugelli, stampando in 3D fino a quattro versioni in meno di 24 ore.

In un comunicato stampa, Desktop Metal afferma che, una volta che il suo materiale Ti64 inizierà a essere spedito a settembre, “sarà la prima e unica azienda a rendere il materiale disponibile in commercio per le tecnologie di produzione additiva di metalli legati a estrusione”. Questo non è esattamente vero. Sebbene i concorrenti più vicini, Markforged ed ExOne/Rapidia , siano ancora nelle fasi di sviluppo di prodotti in titanio per i loro sistemi di estrusione, The Virtual Foundry offre già un prodotto chiamato Ti64-5 Filamet per la stampa 3D. I materiali dell’azienda possono essere stampati in 3D con qualsiasi stampante 3D per estrusione. Una volta stampati, questi oggetti verdi devono essere deboundati e sinterizzati in un forno standard.

A differenza delle aziende di cui sopra, tuttavia, The Virtual Foundry non si occupa di creare un ecosistema strettamente controllato per i suoi prodotti. Sebbene i laboratori possano sperimentare con la sua miriade di filamenti metallici e ceramici, ogni materiale non è strettamente progettato per funzionare con una macchina specifica utilizzando parametri ottimizzati. Pertanto, è possibile che aziende come Desktop Metal, Markforged e ExOne/Rapidia offrano prodotti che funzionano in modo più diretto e prevedibile immediatamente. Hanno inoltre il supporto finanziario e commerciale per creare potenzialmente un’esperienza utente in grado di produrre parti utilizzabili in modo molto più rapido e affidabile, guadagnando così clienti come Privateer Space.

È interessante notare che Desktop Metal, come molte aziende tecnologiche, sembra riecheggiare l’estetica Apple, che è una facilità d’uso alla moda. Tuttavia, Desktop Metal è finora l’unico con l’approvazione del Woz.

 

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi