Stratasys lancia un nuovo materiale di stampa 3D per modelli anatomici “radiorealistici”. 

Stratasys ha introdotto un nuovo materiale per le sue stampanti 3D Digital Anatomy che consente di produrre “modelli radiorealistici” visibili sotto scansioni TC o raggi X.

Stratasys RadioMatrix è descritto come il primo materiale radiopaco per i sistemi di anatomia digitale ampiamente adottati dal leader della stampa 3D dei polimeri , che consentono agli utenti di creare modelli a colori e biomeccanicamente realistici per l’addestramento, la pianificazione pre-chirurgica e lo sviluppo di dispositivi medici. Ora, i modelli possono essere visualizzati sotto TC o raggi X aggiungendo quantità specifiche di RadioMatrix a un modello stampato in 3D composto dalla famiglia di materiali Vero e possono assegnare valori di radiopacità da -30 a 1000 unità Hounsfield (HU).

Justin Ryan, Ph.D., Direttore dell’Helen and Will Webster Foundation 3D Innovations Lab, Rady Children’s Hospital-San Diego, California, USA, ha commentato: “La capacità di stampare modelli 3D con radiodensità controllata dovrebbe in definitiva migliorare la visibilità e tracciabilità dei dispositivi medici, migliorare la nostra produzione di fantasmi su misura e derivati ​​dal paziente per scopi di formazione e didattici e abilitare nuove metodologie per migliorare la qualità dell’immagine TC. Questo nuovo materiale apre le porte a nuove applicazioni e opportunità di ricerca, migliorando in definitiva l’erogazione dell’assistenza ai pazienti”.


Il materiale è ora disponibile in regioni selezionate e sarà reso disponibile ai clienti negli Stati Uniti entro la fine dell’anno.

“Questo nuovo materiale consente ai nostri clienti di stampare modelli radiorealistici che mostrano proprietà di radiopacità definite e prevedibili sotto l’imaging medico come TC o raggi X”, ha affermato Ben Klein, Direttore della gestione dei prodotti, soluzioni sanitarie per Stratasys. “Questo sviluppo del materiale è stato guidato dalle richieste dei clienti di creare modelli anatomici radiopachi, in grado di simulare la visualizzazione dell’anatomia umana ai raggi X. Continuiamo a spingere i confini della modellazione medica con la stampa multimateriale”.

Di Fantasy

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi