thyssenkrupp Marine Systems produce componenti di sottomarini stampati in 3D

thyssenkrupp Marine Systems ha annunciato l’intenzione di intensificare l’uso della stampa 3D per la produzione di componenti sottomarini. In questa fase, il percorso verso la produzione in serie di parti sottomarine è ampiamente definito: sono state concesse le approvazioni di qualità e sicurezza e la tecnologia e l’esperienza richieste sono pronte, grazie all’acquisizione della thyssenkrupp TechCenter Additive Manufacturing .

Il piano è quello di integrare la produzione additiva nelle operazioni dell’azienda a Kiel Fjord, un’entrata del Mar Baltico sul lato orientale dello Schleswig-Holstein in Germania, dove AM sarà utilizzata per produrre componenti sottomarini su richiesta e con maggiore flessibilità. thyssenkrupp Marine Systems prevede che la transizione — di spostare la sua produzione di additivi TechCenter da Mülheim an der Ruhr a Kiel Fjord — sarà completata entro giugno di quest’anno.

“La stampa 3D ci apre potenziali completamente nuovi”, ha affermato il dott. Luis Alejandro Orellano, COO di thyssenkrupp Marine Systems. “Nella progettazione, non dobbiamo più considerare i limiti dei processi di produzione convenzionali ovunque. In questo modo, diamo ai nostri clienti più libertà nella progettazione delle barche. Allo stesso tempo, possiamo produrre componenti in modo più rapido ed economico. Portare le competenze e le attrezzature necessarie per servirci a Kiel è il prerequisito per poter produrre lotti più piccoli rapidamente e facilmente in serie in futuro. ”

Sottomarino thyssenkrupp Marine Systems
Concetto per l’ammodernamento del cantiere navale di Kiel (Immagine: thyssenkrupp Marine Systems)
Come in altri settori, la produzione additiva può essere impiegata per creare componenti ottimizzati per sottomarini, migliorando le prestazioni e riducendo al contempo le proprietà critiche come il peso. Ad esempio, thyssenkrupp Marine Systems ha riferito che un blocco idraulico per un sottomarino che tradizionalmente pesava 14 kg, è stato riprogettato per AM e ora pesa solo 2,1 kg grazie al consolidamento delle parti e alle caratteristiche di progettazione AM.

Alla fine, thyssenkrupp Marine Systems utilizzerà la stampa 3D per produrre parti in piccoli lotti per sottomarini nel suo cantiere di Kiel, compresi i componenti per le nuove costruzioni e pezzi di ricambio di sottomarini. Lo scorso novembre, la società ha annunciato un massiccio investimento nella sua struttura di Kiel con l’obiettivo di trasformare il cantiere in un centro di competenza internazionale per la costruzione di sottomarini convenzionali.

Nell’agosto 2019, thyssenkrupp ha annunciato che il suo TechCenter Additive Manufacturing aveva ottenuto la prima certificazione DNV GL al mondo per le parti marittime stampate in 3D. Questa approvazione di riferimento garantisce le proprietà dei materiali dei componenti stampati in 3D secondo le norme emesse da organismi di prova indipendenti.

Be the first to comment on "thyssenkrupp Marine Systems produce componenti di sottomarini stampati in 3D"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi