TIPE 3D Printing prima conferenza 2021

Conferenza TIPE 2021: come le leader donne stanno cambiando il paradigma della stampa 3D

L’organizzazione globale Women in 3D Printing (Wi3DP) ha ospitato la prima conferenza virtuale annuale TIPE 3D Printing con un’agenda tutta al femminile di relatori e relatori del settore della produzione additiva (AM). L’evento di due giorni ha fornito una piattaforma per attrarre e responsabilizzare le donne di tutto il mondo, che si sono riunite per condividere le loro esperienze, competenze, iniziative e visioni innovative che stanno trasformando il settore.

Con un’enfasi sulle strategie e sulla leadership lungimiranti, l’agenda di TIPE era ricca di oltre 40 presentazioni, 147 leader donne nei settori aerospaziale, medico, dei consumatori, automobilistico, industriale e no profit, con sponsor come Dassault Systèmes , GE Additive , HP , MatterHackers e TRUMPF. Dal 27 al 28 gennaio, i trendsetter di AM hanno condotto panel, chat davanti al fuoco e sessioni di networking sotto cinque percorsi guidati da esperti: tecnologia, industria, persone, economia e giovani. L’evento ha caratterizzato discussioni sulle applicazioni all’avanguardia delle tecnologie AM e ha celebrato la diversità e l’equità nella stampa 3D, svelando le disuguaglianze sistemiche che impediscono alle donne di raggiungere la loro piena professionalità.

Una delle maggiori sfide in materia di diritti umani al mondo è l’uguaglianza di genere. Le statistiche stagnanti rimangono simili nei diversi paesi e si intensificano nei paesi in via di sviluppo dove le donne se la cavano ancora peggio. In Europa, le donne che svolgono lavori che richiedono le stesse competenze degli uomini sono ancora pagate molto meno . Mentre negli Stati Uniti, è stato ben stabilito che esiste un divario retributivo di genere tra uomini e donne. Secondo i dati dell’US Census Bureau , nel 2017 la lavoratrice mediana a tempo pieno durante tutto l’anno guadagnava l’80,7% in più rispetto alla sua controparte maschile. In Canada, le donne rappresentano solo il 28% della forza lavoro del settore manifatturiero nonostante una carenza di manodopera di oltre 41.000 posti di lavoro.

Le donne fanno parte dell’industria della stampa 3D da molto tempo e stanno diventando una forza visibile. Hanno fatto passi da gigante nella progressione del settore dell’ingegneria in rapida crescita. Secondo Wi3DP Consigliere di Amministrazione ed ex 3DPrint.com Editor-in-Chief Sarah Goehrke , le donne costituiscono circa il 13% del settore della stampa 3D. Dal 2014, Wi3DP si batte attivamente per colmare il divario di genere nell’AM promuovendo, sostenendo e ispirando le donne. Guidato dalla fondatrice Nora Toure, il gruppo crea visibilità, migliora le opportunità di networking, fornisce risorse e promuove una comunità più diversificata di partecipanti al settore. Lo spirito dell’organizzazione si è riflesso in questo nuovo spazio virtuale, evidenziando come le donne stanno cambiando il settore della stampa 3D.

Alla conferenza e ai dibattiti hanno preso parte dirigenti di gruppi importanti come Velo3D , Desktop Metal , Boeing , L’Oreal, GE Additive , Coach e Autodesk , nonché attori della comunità accademica, organizzazioni governative e organizzazioni non profit che ha offerto approfondimenti chiave in aree come l’ AM in metallo , l’ assistenza sanitaria , l’economia della stampa 3D, la creazione di startup e il modo in cui le donne possono creare un impatto nell’AM.

Durante il keynote panel della seconda giornata “Power Women”, quattro leader donne hanno condiviso le loro parole di saggezza sull’importanza delle donne nei ruoli di leadership, sul valore della diversità e su come l’AM sta guidando il cambiamento del settore. Per Victoria Holt, CEO di Protolabs , che andrà in pensione a marzo 2021, “la produzione è sull’orlo di un enorme cambiamento di trasformazione”, ma “siamo solo all’inizio di ciò che questa tecnologia può fare”. Co-panelist Michelle Bockman, CEO di 3D Control Systems ; Marie Langer, CEO di EOS; e Sonita Lontoh, Global Head of Marketing, 3D Printing and Digital Manufacturing presso HP, concordano e hanno anche affermato che per avere successo, l’AM richiede persone istruite che sappiano come lavorare con la tecnologia, ridurre i costi e progettare per l’additivo piuttosto che provare per adattare l’additivo al design di produzione tradizionale.

I relatori hanno convenuto che la leadership è una delle forze trainanti della tecnologia AM. Durante una breve introduzione, hanno condiviso la loro esperienza passando a ruoli di leadership in settori dominati dagli uomini. Consigliavano alle altre donne di avere coraggio, resilienza, scopo e continuare a imparare. Lontoh ha affermato che le leader donne sono più empatiche , collaborative, incentrate sul cliente e più disponibili a sviluppare altri leader rispetto alle loro controparti maschili. Ancora più importante, le donne leader sono più aperte ad avere team con background diversi.

“Quando si mescolano persone provenienti da background diversi ed esperienze diverse, si ottiene una rete di valori, in cui l’interconnessione e l’interdipendenza possono far avanzare e avvantaggiare la rete nel suo insieme piuttosto che i singoli membri”, ha affermato Lontoh. “Questo può valere anche per il settore. Affinché l’additive vada avanti, tutti gli attori del settore devono collaborare e mescolare persone con background diversi “.

In una doppia chiacchierata tra Goehrke e gli ospiti Heather Baker, VP of People di Fast Radius , e Ruha Reyhani, Chief Transformation Officer di EOS, la discussione si è concentrata su modi attuabili per dare priorità a diversità, equità e inclusione. Nel sostenere l’inclusione, entrambe le donne hanno affermato che stanno cercando di educare i colleghi e le comunità su come portare avanti un cambiamento positivo nei loro settori. Mentre Reyhani ha sottolineato l’ovvio – la diversità guida l’innovazione – ha riflettuto sul perché è così difficile colmare il divario di genere.

“C’è un campo di forza fenomenale che respinge e non è così facile da navigare quando stiamo cercando di guidare un aumento della diversità. È qui che dobbiamo creare alleati e fonderci “, ha detto Reyhani. “Grazie alla ricerca abbiamo imparato che la formazione sulla diversità può ritorcersi contro e ci siamo resi conto che abbiamo bisogno di una formazione che generi empatia. Suggerisco di invitare leader e colleghi a prendere un momento e porre la domanda: “Possiamo creare programmi ma anche discorsi situazionali in cui possiamo aumentare la nostra empatia?” Questo ci consentirebbe di accompagnare persone che sono diverse dalla “cultura normativa”, se così si può chiamare “.

Reyhani ha menzionato diverse azioni che le aziende dovrebbero intraprendere per incoraggiare la diversità nella loro leadership. C’è un enorme punto cieco, ha detto. Molti uomini ben intenzionati non capiscono la dinamica della diversità o sanno di avere il potere di fare la differenza. “Penso che abbiamo molti alleati che non possono essere alleati perché non sono consapevoli. Questi sono quelli che dobbiamo cercare ”, ha proseguito l’esperto.

Uno dei punti salienti dell’evento di due giorni è che le donne del settore stanno collaborando per amplificare le loro voci e accelerare i progressi per colmare il divario di genere. All’inizio del nuovo decennio, la creazione di imprese più eque e inclusive dovrebbero essere gli obiettivi dei leader del settore. L’evento TIPE ha evidenziato l’enorme qualità delle donne in AM, raccogliendo virtualmente folle di donne e uomini partecipanti da tutto il mondo. Non ha fornito solo discussioni su sfide specifiche sul posto di lavoro e uno sguardo completo alle disuguaglianze di genere nel settore; le donne leader hanno anche svelato una serie di innovazioni e nuovi contenuti.

L’evento dal vivo ha affrontato le domande di un pubblico di tutto il settore che ha abbracciato il ritmo esilarante e le ampie scelte disponibili in ciascuna delle cinque diverse tracce di esperti. Toure e il suo team hanno fatto un lavoro fantastico curando la conversazione globale sulla stampa 3D e mantenendo il pubblico attivo e coinvolto. Il COVID-19La pandemia nel 2020 ha accelerato l’adozione della stampa 3D in molti campi, offrendo alle donne maggiori opportunità di lavoro e la possibilità di iniziare a riorganizzare il settore per creare un futuro più luminoso per le altre donne interessate ad entrare nel mondo dell’AM. Verso la fine dell’evento pionieristico, Toure ha annunciato una seconda conferenza TIPE nel 2022. Tuttavia, nel frattempo, ci saranno molti eventi di follow-up durante il 2021 e per tutti coloro che hanno perso l’evento o vogliono rivivere le discussioni stimolanti , panel e case study, i replay sono disponibili per una quota di accesso una tantum di $ 95.

Be the first to comment on "TIPE 3D Printing prima conferenza 2021"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi